Una foto per I.R.EN.E.: Collettiva fotografica a cura di Zone d’Ombra

Il gruppo fotografico Zone d’Ombra in collaborazione con il Dopolavoro Ferroviario di Roma, sezione Cultura, presentano:

Roma 31 Gennaio • 3 Febbraio 2013
“Una foto per I.R.E.N.E.”
Centro d’Arte ‘La Bitta’. Via Bari 20. 00161 Roma

Mostra collettiva in ricordo di Francesco Tolomei e alla sua grande passione per la fotografia

Una foto per I.R.E.N.E

Tutte le opere esposte saranno messe in vendita e il ricavato verrà devoluto ad IRENE Onlus; associazione di volontari che è stata di grande aiuto durante la malattia di Francesco assistendolo 24 ore su 24 e provvedendo ad ogni esigenza sua e dei suoi cari.
IRENE Onlus presta assistenza ai malati neuro-oncologici dimessi dall’istituto Regina Elena di Roma fornendo infermieri, terapisti, medici e psicologi a titolo completamente gratuito e su base volontaria.
La mostra si terrà dal 31 Gennaio al 3 Febbraio 2013 presso il Centro d’Arte “La Bitta”, Via Bari 20. Roma

In mostra fotografie di:

Francesco Tolomei, Costantino Aureli, Annalisa Cadenelli, Paolo Cardinali, Mario Caroni, Alessandro Ciccarelli, Dario Coletti, Flora Contoli, Iskra Coronelli, Claudio Corrivetti, Alfredo Covino, Massimo Cutrupi, Claudio Damiani, Claudio Di Domenico, Emilo d’Itri, Roberto Di Veglia, Daniele D’Orazio, Mauro Fagiani, Flavia Fasano, Carlo Gallerati, Carlo Gianferro, Francesco Giordano, Nilde Guiducci, Guido Iannuzzi, Alessandro Iasevoli, Antonio Longo, M.4.2., Samantha Marenzi, Sara Martini, Giancarlo Mariotti, Robert Marnika, Simona Montilla, Francesca Nesci, Danilo Palmisano, Barbara Palomba, Simona Pampallona, Daniele Pinti, Massimiliano Pugliese, Stefania Ribaldi, Fabio Rizzo, Renata Romagnoli, Marta Rossato, Chiara Ronchini, Salvatore Sanna, Paola Serino, Antonello Sestili, Marco Soellner, Claudia Sordi, Francesco Viscuso, Orith Youdovich.

 

L’associazione IRENE è stata fondata per iniziativa di pazienti e familiari di persone affette da tumori cerebrali con lo scopo di fornire assistenza domiciliare per malati neuro-oncologici dimessi dall’Istituto Regina Elena.
Inaugurazione il 31 gennaio alle ore 18,00 presso il Centro d’Arte “La Bitta”, Via Bari 20. Roma
Orari di apertura:
Giovedì 31 Gennaio 2013 – dalle 18:00 alle 21:00 (inaugurazione dalle 18:00)
Venerdì 1 Febbraio 2013 – dalle 16:30 alle 20:00
Sabato 2 Febbraio 2013 – dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:30 alle 21:00
Domenica 3 Febbraio 2013 – dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:30 alle 20:00 (finissage dalle 18:30)
Informazioni:
Per tutte le informazioni invia una mail a: info@zonedombra.it
O chiama info point Giancarlo: 347.4083592

http://zonedombra.it/

http://www.associazioneirene.it/

http://www.dlfroma.it/

Annunci

Questa sera ore 21.00: Grandi fotografi a 33 giri @ San Lorenzo in Piazza


Irving Penn. Miles Davis, Tutu (1986)

Irving Penn. Miles Davis, Tutu (1986)

Il gruppo fotografico Zone d’Ombra in collaborazione con la casa editrice Postcart presenta:  GRANDI FOTOGRAFI A 33 GIRI

Il volume propone un’ampia ricognizione sul rapporto tra cover e fotografia d’autore ripercorrendo la storia delle copertine realizzate dai grandi maestri della fotografia dagli anni 50 ad oggi. La presentazione del libro sarà accompagnata da una proiezione.
Sarà inoltre presente la curatrice
Raffaella Perna

Roma
piazza dell’Immacolata (quartiere San Lorenzo)
venerdì 29 giugno ore 21

Incontro con Diego Mormorio: Lentezza e rapidità nella fotografia

Zone d’Ombra presenta un incontro con Diego Mormorio in occasione dell’uscita del suo nuovo libro “Lentezza e rapiditànella fotografia”.

Dopo il successo di Meditazione e fotografia, Diego Mormorio affronta la storia delle immagini fotografiche con un approccio del tutto insolito e innovativo. In un libro agile e di godevole lettura, racconta la storia della fotografia a partire dal tempo di posa, trattando così il tema della rapidità e della lentezza.

Torna brevemente all’origine greca dell’immagine fotografica, per poi partire dalla prima fotografia di Nicéphore Niepce, ottenuta con otto ore di posa nel 1826-27. Prosegue poi la sua carrellata di immagini, passando dalla prima dagherrotipia in cui compare una persona e giungendo infine alle immagini ottenute con l’illuminazione stroboscopica ottenute dall’ingegnere elettronico americano Harold Eugene Edgerton e dal grande fotografo di origine albanese Gjon Mili.

Diego Mormorio va dunque dalle immagini ottenute con lunghissime pose fino a quelle realizzate con un milionesimo di milionesimo di secondo, non senza aver portato il lettore nell’affascinante mondo del primo reportage, realizzato nel 1843 dagli scozzesi David Octavius Hill e Robert Adamson, nel villaggio di pescatori di Newhaven, vicino a Edimburgo, ora parte di questa città.

info: Giovedì 26 Maggio 2011, ore 20:45. Via Bari 22. Roma

Conversazioni di Fotografia – Incontro con Robert Marnika

Il Collettivo WSP ringrazia tutti i numerosi partecipanti di ”Conversazioni di fotografia” che ieri ha visto ad Oblomov protagonista il fotografo Robert Marnika.

Ringraziamo per i loro importanti contributi  Claudio Corrivetti della Casa Editrice Postcart, Laura Scarpa direttrice della Rivista Animals e gli amici di Zone d’Ombra.

Conversazioni di fotografia con

Robert Marnika

Conversazioni di fotografia con Robert Marnika

Conversazioni di fotografia con Robert Marnika

Conversazioni di fotografia con Robert Marnika

WSP segnala: incontro con Carlo Gianferro e Giorgio De Finis

Zone d’Ombra presenta “Serata Postcart
Un incontro con i fotografi Carlo Gianferro e Giorgio De Finis

Carlo Gianferro
Gypsy Interiors

Carlo Gianferro - Gipsy interiors
Una collezione di ritratti che catturano la tranquilla e decorosa intimità di un popolo esternamente rumoroso e socievole. Carlo Gianferro ha colto una profonda rappresentazione etnica, messa in atto da un popolo Rom orgoglioso e benestante, all’interno delle proprie abitazioni private; una messa in scena in mezzo a mobili antichi, tappeti, dipinti, porcellane, scale, ed altro ancora. Sono ritratti senza precedenti di una società sviluppatasi in segreto ed ora, all’improvviso, desiderosa di mostrarsi per fare uno stravagante annuncio al mondo del raggiunto benessere.

Giorgio De Finis
Umani Urbani & Marziani

“Non credo che l’estraneità possa rientrare nei piani degli architetti – affermava Jean Baudrillard – ma ci sono oggetti architettonici contemporanei che hanno questa qualità, una forma di estraneità. quasi extraterrestre”. Umani Urbani & Marziani è un viaggio alla scoperta degli oggetti non identificati che l’architettura del Terzo Millennio (ma non solo) ci propone. I miei, scrive l’Autore, sono avvistamenti nello spirito di Arthur C. Clarke: “Guarda-la-luna venne a trovarsi con la Nuova Pietra quando guidò la tribù giù al fiume nella prima luce dell’alba. non esistevano oggetti naturali ai quali egli potesse paragonare questa apparizione”.

Entrambi i libri sono pubblicati da Postcart editore

Giovedì 29 ottobre 2009
Roma – Zone d’Ombra
ore 20:45, via Bari 22