19 settembre: open day corsi di fotografia 2014-2015

corsi di fotografia wsp

corsi di fotografia wsp

Vi aspettiamo venerdì 19 settembre dalle ore 19:00 nella nostra sede in Via Costanzo Cloro 58 per la serata di presentazione di tutti i corsi di fotografia in partenza dal 6 ottobre.

Corsi di fotografia base, avanzato, reportage, photoshop, videoediting e corsi di fotografia per ragazzi/e adolescenti.

L’offerta formativa del WSP Photography si distingue per la passione e la professionalità che mettiamo in tutto quello facciamo. Molti corsi sono arrivati anche oltre la decima edizione, con un successo e un gradimento da parte degli iscritti sempre in aumento. Questo ci ha permesso, negli anni, di affinare le nostre proposte e adattare i programmi alle richieste degli studenti, senza tralasciare mai l’aspetto umano, il confronto e la pratica, aspetti importanti che da sempre caratterizzano il nostro approccio.

L’occasione sarà ideale per conoscere la struttura, l’associazione e tutte le attività svolte. I docenti dei corsi, fotografi preparati, appassionati e professionisti, saranno a disposizione per fornire tutte le informazioni e consigliarvi il corso più adatto alle vostre esigenze.
I corsi si tengono tutti nella nostra sede e ciascun corso può essere rateizzabile.
È possibile prenotarsi ai corsi di fotografia sia il giorno della presentazione che inviando anche in questi giorni una mail a info@collettivowsp.org

Per tutti i programmi completi visitare il sito http://www.collettivowsp.org/ nella sezione corsi.

Ingresso libero. Tutte le persone che parteciperanno alla presentazione e non sono ancora membri dell’associazione riceveranno in regalo la tessera associativa ENAL 2014.

Annunci

Wsp Social Profiles: come cambia il WSP sui social network

WSP Social Profiles

WSP Social Profiles

Per una comunicazione social più chiara ed efficace, oltre che conferme alle regole di Facebook, dal 1 agosto 2013 il vecchio profilo del CollettivoWSP (oggi David Collettivo) verrà chiuso e tutte le comunicazioni passeranno attraverso:

Pagina Ufficiale WSP Photography
dove trovare notizie e segnalazioni su mostre, fotografi e curiosità, oltre che seguire le nostre attività

Gruppo Ufficiale Collettivo WSP
dove essere sempre aggiornato sui nostri eventi e sulle iniziative, inviare suggerimenti, richiedere informazioni e conoscere gli altri membri dell’Associazione e non; il gruppo non nasce per condividere foto ma potete invitare chiunque a fare parte per far conoscere le nostre attività e vivere insieme questa passione

Profilo Twitter
come ulteriore canale dove comunicare le nostre attività, commentare notizie e segnalazioni fotografiche e chiacchierare

Blog ufficiale Collettivo WSP
da sempre canale importante dell’Associazione e punto di riferimento per chi cerca notizie e segnalazioni sempre aggiornate sul mondo della fotografia romana e non, oltre che interviste ad autori e segnalazioni di fotografi emergenti

Vi invitiamo quindi rimanere in contatto con noi diventando fan della pagina e iscrivendovi al nostro gruppo. Vi aspettiamo numerosi!

La luce nella fotografia di reportage: workshop con Francesca Mancini @ WSP Photography

Ancora posti disponibili per il Workshop proposto da WSP Photography il 21-22-23 giugnoLa luce nella fotografia di reportage, un workshop con Francesca Mancini.

Francesca Mancini workshop Francesca Mancini workshop

La fotografia è un disegno fatto di luce. La luce intorno a noi descrive e dà un significato a ciò che illumina. Saperla riconoscere ed interpretare è la ginnastica quotidiana del fotografo.

Il lavoro che verrà proposto durante il workshop è uno studio sull’utilizzo della luce nel reportage.
Ci interrogheremo sul significato della luce analizzando i lavori di autori diversi, e ci eserciteremo a guardarla intorno a noi, fotografando in strada.

Il workshop si articola in tre incontri, nella prima giornata verrà presentata la docente e fotografa Francesca Mancini, il workshop e i suoi obiettivi. E’ prevista inoltre la visione del portfolio dei partecipanti. La seconda giornata di workshop è articolata nell’analisi dei lavori di autore e lo studio delle teorie e tecniche di ripresa e in una prima fase di scatto in strada nel quartiere Garbatella. La terza giornata di workshop è articolata nella seconda fase di scatto nel quartiere San Paolo e la fase di editing e analisi critica del lavoro svolto.

Programma

venerdì 21 giugno
ore 18.30 – 21.00
presentazione del workshop: obbiettivi e lavoro da svolgere
Visione portfolio dei partecipanti

sabato 22 giugno 
ore 10.00 – 14.00
analisi di alcuni lavori d’autore, teorie e tecniche di ripresa
15.00 -19.00
Prima uscita con il docente / quartiere Garbatella

domenica 23 giugno
ore 9.00 – 12.00
Seconda uscita con il docente / quartiere San Paolo
14.30 -19.00
Visione dei lavori prodotti durante le due uscite, editing ed analisi critica.

Destinatari: Il workshop è indirizzato agli appassionati di fotografia di reportage e streeet photography. Ogni partecipante dovrà avere una macchina fotografica con opzione manuale (non importa se reflex o mirrorless) e un computer portatile. In caso contrario inviateci una mail per usufruire della nostra attrezzatura in prestito.

Docente: Francesca Mancini è una fotogiornalista dal 1999. Le sue foto sono state pubblicate da Le Monde Magazine, Le Temps, The Independent, Newsweek Japan, Epsilon, Burn, IL, Internazionale, L’Espresso, Panorama, Vanity Fair, Ventiquattro. I suoi lavori hanno vinto il premio Enzo Baldoni, il Premio Atri per il Reportage, Anthropographia, Story Telling for Human Rights, il Prix de la Photographie. Ha esposto alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, al Wanderbilt Hall di New York, al Palazzo Lombardia di Milano, al Palazzo Attems di Gorizia, alla Noorderlicht Gallery di Amsterdam.

Costi e modalità di partecipazione
Il costo del laboratorio è di 180 euro (170 euro per i possessori WSP Card) comprensivi della tessera ENAL, da versarsi in un’unica soluzione. Per iscriversi occorre inviare una mail a info@collettivowsp.org.
Numero minimo di partecipanti per attivare il laboratorio: 5 – Numero massimo: 10.
Il workshop si terrà presso la sede dell’Associazione WSP Photography in Via Costanzo Cloro, 58 – Metro B San Paolo.
Per info e prenotazioni: info@collettivowsp.org o  328 1795463http://www.collettivowsp.org

Questa sera inaugurazione mostra “Cè stato il terremoto”. Incontro con il fotografo e il giornalista Sandro Iovine.

WSP Photography presenta, sabato 25 maggio, alle ore 19, la mostra fotografica di Andrea CarrubbaC’è stato il terremoto, un reportage fotografico nei luoghi colpiti dal sisma del 2012 in Emilia Romagna.

L’autore si muove nei campi di accoglienza tra chi ha perso la casa e i volontari e nei paesi più colpiti. In occasione dell’inaugurazione incontreremo l’autore Andrea Carrubba e Sandro Iovine, con cui parleremo anche di “fotogiornalismo” e del ruolo del reporter di fronte a tragedie così grandi come quella del terremoto.

terremo

Pensiamo di saperlo tutti. Ma cos’è il “fotogiornalismo”, il “reportage”, cosa voglia dire raccontare le storie degli altri, in realtà è informazione riservata a pochi oltre agli addetti ai lavori. Di fronte a una tragedia il ruolo del reporter, già delicato per definizione, diviene critico. Da una parte c’è l’urgenza della cronaca, il farsi tramite tra la “notizia” e il “lettore” utilizzando gli strumenti del giornalismo per mediare la soggettività aspirando a una dovuta imparzialità. Dall’altra invece c’è il dramma dei singoli. Il reporter, fotografo o giornalista di penna che sia, deve entrare nell’intimo della vita delle persone, irrompendo da fuori quasi sempre in momenti drammatici. E deve portare via informazioni, immagini, ma al tempo stesso esercitare il senso del rispetto nella condivisione dell’esperienza. Perché per raccontare davvero una storia è necessario viverla. Certo il fotografo che si reca nelle aree terremotate e viene da lontano potrà tornare a casa e ritrovare le sue cose, le geometrie della sua vita. Chi rimane no, ma poter poter raccontare come vive chi non ha potuto scegliere di essere attore della tragedia, è necessario almeno provare a condividerne la quotidianità. Il fotoreporter traduce la realtà a un pubblico che non può presenziare e per questo deve comprendere profondamente, passare settimane vivendo nei campi allestiti dalla protezione civile, esercitare la “compassione” (in senso etimologico) tanto da scegliere di non fotografare, come farebbe un parente, i corpi senza vita di chi è rimasto intrappolato nel crollo di una fabbrica. Quegli stessi corpi che altri, venuti per poche ore e con poca etica, si affannano a profanare con il loro teleobiettivi. La grandi ferite dell’Uomo vanno raccontate, ma senza oltraggiare chi le ha subite con l’esposizione delle piaghe. Questo dovrebbe essere il ruolo del fotogiornalista e questo è il racconto del terremoto dell’Emilia.

Sandro Iovine

Andrea Carrubba, nato nel 1984, dopo gli studi universitari si diploma in Fotografia Professionale presso l’Accademia John Kaverdash di Milano e, tra gli altri, consegue i master di Fotogiornalismo e di Linguaggio della comunicazione visiva tenuti da Sandro Iovine. Fotogiornalista freelance, copre le notizie nazionali ed internazionali e segue temi di carattere sociale e culturale. Ha collaborato con le maggiori testate nazionali, università, organizzazioni umanitarie, siti web e con l’editoria. Il suo ultimo lavoro “… c’è stato il terremoto”, a cura di Sandro Iovine, è stato presentato nelle province di Milano, Reggio Emilia, Varese, Modena e Roma. Attualmente è impegnato in più progetti, in Italia e all’estero.

Ingresso gratuito riservato ai soci ENAL. È possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento. Costo della tessera annuale 2013 3 euro.

“MAN MADE LANDSCAPE”: MOSTRA FOTOGRAFICA DI REMMELT VAN VEELEN INAUGURAZIONE SABATO 4 MAGGIO H: 19.00 WSP PHOTOGRAPHY

WSP Photography

presenta

Man made Landscape, di Remmelt Van Veelen

Inaugurazione sabato 4 Maggio 2013 ore19.00
Intervengono l’autore e la curatrice Marguerite Berreklouw

(c) Remmelt Van Veelen

(c) Remmelt Van Veelen

Man Made Landscape è un viaggio in Italia, tra luoghi arcaici e leggendari. E’ un progetto dedicato al rapporto tra l’uomo e l’impatto che il suo agire ha sulla natura e la forza della natura stessa.
Come in alcuni paesaggi olandesi, “polder”, Remmelt Van Veelen ritrova in alcune regioni d’Italia (Toscana, Umbria, Sicilia) la consapevolezza dell’uomo di essere parte di una natura dove ogni cosa trova il suo posto all’interno di un ecosistema. L’uomo, pur non essendo la misura di tutte le cose, ritrova nel suo agire l’unico elemento visibile. Il progetto è una riflessione sull’instabilità in natura, sull’alternarsi dei cambiamenti e gli equilibri negli ecosistemi. All’interno di questa cornice l’autore sostiene come non ci sia una distinzione sostanziale tra fotografia paesaggistica ed altri generi fotografici: l’uomo stesso è un paesaggio, soggetto a cambiamento e a momenti di equilibrio.

Remmelt Van Veelen fotografo olandese, laureato in arte, storia e geografia antropica. Vive ad Haarlem ed è membro della comunità “Photographers Evening”. Ha esposto in numerose gallerie europee ed internazionali tra cui il Centro di Architettura di Haarlem, la Galleria De Opsteker di Amsterdam, la Scuola di Fotografia di Madrid.

Marguerite Berreklouw lavora per il Politecnico di Amsterdam e negli ultimi dieci anni si è occupata di seguire il percorso artistico degli studenti durante le fasi di tirocinio previste. Si occupa inoltre di organizzare mostre fotografiche all’interno del Politecnico, curandone personalmente la scelta degli autori e dei lavori. E’ appassionata di storia e arti europee.

Ingresso gratuito riservato ai soci ENAL. È possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento. Costo della tessera annuale 2013 3 euro

 

 

27 aprile ore 21: “Medusa e Cassandra” – cortometraggi di Maya Deren sonorizzati dal vivo da Luca Venitucci e proiezioni video di Aude Fourel

Associazione Culturale WSP Photography

Presenta

“Medusa e Cassandra”:

cortometraggi di Maya Deren sonorizzati dal vivo da Luca Venitucci

e

 proiezioni video di Aude Fourel

Sabato 27 aprile h: 21.00 WSP Photography

maya-deren-4-847x1024

Medusa: cortometraggi di Maya Deren sonorizzati dal vivo da Luca Venitucci
Luca Venitucci: fisarmonica, voce, materiali sonori pre-registrati

Le opere cinematografiche di Maya Deren sono contraddistinte da un carattere fortemente onirico e da una intensa ritualità. Come in un viaggio iniziatico, abbiamo la sensazione di essere rapiti e trasportati attraverso differenti stati di essere che ci mettono in contatto diretto con forze primarie: amore, morte, unione, abbandono, spaesamento, rinascita. Ciascun oggetto, movimento, luogo, espressione si dà a noi nella massima concretezza e insieme come tramite di energie recondite, simboliche, segrete.

Nel realizzare una nuova partitura musicale per i cortometraggi della cineasta Luca Venitucci sceglie di utilizzare molteplici mezzi sonori – strumenti acustici, voce, dispositivi elettronici – e di integrare i percorsi della composizione e dell’improvvisazione, con l’intento di aprire un ulteriore piano espressivo e sensoriale che possa connettersi con la dimensione rituale ed iniziatica espressa dalle immagini, esplorandola ed espandendola ulteriormente.

Programma: “Meshes of the afternoon” (14 min. – 1943) – “At Land” (15 min. – 1944) “A Study in Choreography for Camera” (4 min. – 1945) – “Ritual in Transigured Time” (15 min. – 1946).

maya deren

Luca Venitucci è attivo dalla fine degli anni ’80 come musicista, cantante, improvvisatore e compositore/arrangiatore. Componente e co-fondatore nel 1995 del gruppo Ossatura, ha fatto parte per diversi anni dell’ensemble Zeitkratzer. Ha partecipato a progetti di compositori, musicisti e artisti sonori quali John Zorn, Alvin Curran, Christian Marclay, Margareth Kammerer, Mike Cooper, Butch Morris, Francisco Lopez, John Duncan, Manuel Gottsching, Keith Rowe, Merzbow/Masami Akita, Phill Niblock, Radu Malfatti, Terre Thaemelitz, Zbignew Karkosky, ed ha collaborato con musicisti quali Peter Kowald, Otomo Yoshihide, Sachiko M, Thomas Lehn, Michael Renkel, Axel Dorner, Jerome Noetinger, Cristoph K Roll. Ha realizzato progetti multidisciplinari con scrittori (Jonathan Coe, Lidia Riviello), attori e registi (Federica Santoro) e danzatori (Alessandra Cristiani, Samantha Marenzi, Maddalena Gana).

Maya Deren è stata una regista statunitense di origine ucraina attiva tra gli anni ’50 e ’60 del ventesimo secolo. Coreografa, danzatrice, poetessa, scrittrice, fotografa e teorica del cinema oltre che regista, ha anticipato tematiche, sensibilità e forme di tutto il cinema d’avanguardia indipendente americano ed europeo a lei successivo. In numerosi viaggi ad Haiti approfondì lo studio e la partecipazione diretta ai rituali di possessione voodoo, dedicando a tali pratiche un’ampia documentazione scritta e filmata. La sua produzione filmica ha sondato una dimensione non narrativa e non drammatica, elaborando e definendo un linguaggio artistico in serrato dialogo con l’antropologia visuale.

Cassandra: proiezioni video di Aude Fourel

Nella cornice di “Zitta Cassandra!”  installazione di Aude Fourel inaugurata lo scorso 6 aprile, proiezione di tre cortometraggi dell’autrice:  “ATTRAVERSARE ROMA (à travers Rome)” ispirato alle sue camminate a Roma, ST#1”, “ST#2”.

Programma: “ST#1” in collaborazione con Luca Venitucci (2011 – 2’14) – “ST#2” (2012 – 2’43) – “ATTRAVERSARE ROMA (à travers Rome)” (2013 – 20′)

Aude Fourel
Artista e filmmaker, Aude Fourel vive e lavora tra Lione e Roma. Insegna cinema sperimentale e pratiche performative all’Università di Saint-Etienne (Francia). La sua ricerca si basa sui legami fra fotogramma, cinema, flusso e corpo. Utilizza le tecnologie digitali insieme alle tecniche antiche della stampa con emulsione fotosensibile e dei film super 8, per fare emergere stati del corpo colpiti dalle instabilità dell’immagine.

Ingresso gratuito riservato ai soci ENAL. È possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento. Costo della tessera annuale 2013 3 euro.

I riti arborei: workshop a cura di WSP Photography per il maggio di Accettura

Il maggio di Accettura Workshop con WSP

Il maggio di Accettura Workshop con WSP

Ancora pochi giorni per prenotarsi al workshop organizzato dal Collettivo WSP. 5 giorni immersi nella fotografia e nei riti di una delle feste italiane più interessanti e coinvolgenti.

L’Associazione Culturale WSP Photography presenta “I riti arborei: La festa del Maggio di Accettura (MT)”. Workshop fotografico dal 17 al 21 Maggio 2013
La festa del Maggio di Accettura è un antico rito arboreo che si celebra ogni anno ad Accettura, un paese di montagna di poco più di duemila abitanti in provincia di Matera, ai confini delle Dolomiti Lucane. La festa è ricca di aspetti antropologici, sociologici e religiosi: un rito propiziatorio di fertilità e fecondità per la terra e il raccolto, ritualità cristiana e pagana allo stesso tempo.
Si tratta di un rito nuziale che dura diverse settimane e che culmina durante i giorni di Pentecoste, quando il tronco di un cerro – il Maggio – e la cima di un agrifoglio vengono fatti unire in matrimonio. Il Maggio di Accettura è ritenuta dall’UNESCO una delle più belle feste del Mediterraneo. Ogni anno centinaia di emigrati tornano ad Accettura per partecipare alla Festa molti sono ragazzi e ragazze figli di emigrati che pur non essendo nati ad Accettura sentono molto forte il legame con la festa.

Accanto alla guida del fotografo Fausto Podavini, vincitore del World Press Photo 2013 e docente dei laboratori dell’Associazione WSP Photography, e insieme al Collettivo WSP, fotograferemo i principali eventi della festa alternando per tutta la durata del workshop fasi di scatto a fasi di editing collettivo delle fotografie realizzate.

Programma

Venerdì 17 maggio

Arrivo ad Accettura, sistemazione in appartamento. Presentazione del workshop. Cena

Sabato 18 maggio

Iniziano le celebrazioni del rito, il Maggio viene trascinato dal bosco di Montepiano verso il paese da diverse coppie di buoi e dai “Maggiaioli” che hanno provveduto a togliere i rami e la corteccia dal tronco.

Domenica 19 maggio

Nei boschi di Gallipoli-Cognato viene tagliata la cima e traspostata in spalla dai “Cimaioli” fino al paese. Il trasporto della Cima dura un’intera giornata ed è accompagnato da musica, balli, il bere vino “ a garganella” e frequenti soste per mangiare le specialità lucane preparate appositamente.

Lunedì 20 maggio

Il lunedì di Pentecoste è dedicato alla lavorazione del Maggio e al suo innalzamento nella piazza di San Vito non appena la cima sarà innestata ed il matrimonio compiuto. Maggiaioli e Cimaioli lavorano insieme, tutto è diretto dagli anziani più esperti. Tutto il lavoro viene svolto solo con l’ausilio di forza fisica e di grosse funi.

Martedì 21maggio

Il giorno di Pentecoste avviene il matrimonio, I maggiaioli innalzano il maggio a circa 75° e si dirigono in processione a prendere la statua di San Giuliano, santo protettore di Accettura. La devozione per il santo è molto forte e tutta la festa è a lui dedicata. Quando la processione giunge in piazza, la statua di San Giuliano viene posta su un piedistallo di pietra e i lavoratori dedicano l’innalzamento al Santo protettore ponendolo in verticale. Il rito è compiuto e la sua conclusione vedrà gli “scalatori”  cimentarrsi nella scalata del “maggio”.

Organizzazione del viaggio 

Appuntamento ad Accettura nel tardo pomeriggio del 17 Maggio oppure possibiltià di organizzare insieme il viaggio in macchina da Roma. Il workshop termina la sera del 21 maggio. Accanto alla guida di Fausto Podavini vincitore del World Press Photo 2013 e docente dei laboratori di reportage organizzati dall’Associazione WSP Photography ci sarà il supporto dei fotografi del collettivo WSP.

Costi e modalità di partecipazione

Il workshop è aperto a tutti. Possibilità di partire insieme da Roma oppure appuntamento ad Accettura nel tardo pomeriggio del 17 maggio. Il workshop si conclude la sera del 21 maggio. Costo del workshop: 500 euro – da versare in unica quota o in due quote. La quota di partecipazione comprende:

  • pernotto e prima colazione in appartamento da due persone da venerdì 17 maggio a martedì 21 maggio;
  • cena del 17 maggio
  • guida agli eventi fotografici;
  • sessioni di editing in itinere delle foto realizzate
  • tesseramento annuale WSP card 2013

La quota non comprende il vitto e i costi di trasporto per e da Accettura e tutto quello non precedentemente espresso. Numero minimo di partecipanti 3, numero massimo 6.

Per questioni organizzative si raccomanda di comunicare la propria adesione entro il 15 aprile.

Per info e prenotazione: info@collettivowsp.org o  328 1795463

Corso introduttivo alla professione di Photoeditor. Docente Marco Pinna di National Geographic Italia. Dal 14 febbraio 2013

Corso introduttivo alla professione di Photoeditor

docente Marco Pinna – photoeditor di National Geographic Italia

Un corso di 10 lezioni  per conoscere tutti gli aspetti legati a un lavoro molto particolare che, pur essendo poco considerato in Italia, negli Stati Uniti ha una storia centenaria. Dalle basi storiche del fotogiornalismo agli aspetti etici della professione, dalla spinosa questione della tutela della privacy alle innumerevoli fonti per la ricerca iconografica, senza trascurare i possibili sbocchi professionali e le esercitazioni pratiche di photoediting e ricerca iconografica, il corso si propone di fornire tutti gli elementi necessari per capire esattamente cosa significa fare il photeditor oggi in Italia e all’estero e quali sono le caratteristiche necessarie per affrontare questo mestiere.

Info, costi e durata:

Il corso si svolgerà presso la  sede dell’Associazione Culturale WSP Photography in Via Costanzo Cloro 58  – Roma (Metro B San Paolo).

Durata: 10 lezioni di due ore e trenta ciascuna ogni giovedì dalle ore 18.30 alle ore 21.00 dal 14 febbraio 2013

Costo: 270 euro rateizzabili

Per iscriversi è necessario mandare una mail a: info@collettivowsp.org.

Numero minimo di iscritti per avviare il corso: 6  – Numero massimo di iscritti:12

Per informazioni sulle modalità e i tempi di pagamento contattaci telefonicamente o mandando una mail a info@collettivowsp.org o +39 328.17.95.463

pinna

FotoReportage: Workshop di fotografia a cura di WSP photography presso csa La Torre 8 dicembre 2012

SABATO 8 DICEMBRE
Dalle 10.00 alle 18.00

Workshop di Foto Reportage
Collettivo WSP Photograpy

Dalle 19.00
Aperitivo “Il Pasto Crudo
djset by Botiq

Costo: 30 Euro
Info e iscrizioni:missviluppo@csalatorre.net

Workshop  La Torre a cura di WSP

Workshop La Torre a cura di WSP

Il workshop tenuto dal collettivo WSP Photography, vuole affrontare alcuni degli aspetti tipici della realizzazione di lavori fotografici a medio-lungo termine.

Verrà affrontato l’aspetto della progettazione di un lavoro fotografico: dalla parte preparatoria a quella realizzativa, fino ad arrivare alla fase dell’editing. Verrà inoltre affrontato l’aspetto di come presentare un lavoro fotografico a photoeditor per eventuali pubblicazioni sia cartacee che web.

Tratteremo anche le differenze sostanziali che ci sono tra un lavoro a medio-lungo termine, ed un lavoro di news: accorgimenti ed eventuali tecniche realizzative. Differenze tra lavori personali e lavori collettivi.

Parte del workshop sarà inoltre riservato alla lettura portfolio dei partecipanti.

Programma

  • Presentazione del WSP Photography
  • Perchè un collettivo fotografico.
  • Progettare un lavoro fotografico
  • Varie tipologie progettuali
  • Fase preparatoria, fase realizzativa, fase editing.
  • Accorgimenti e metodologia sull’editing.
  • Preparazione e presentazione lavori.
  • Progetti a medio-lungo termine e lavori di news.
  • Differenze sulla realizzazione di un progetto personale ed uno collettivo
  • Modus operandi.
  • Visioni e discussione portfolio.

SABATO 8 DICEMBRE
Dalle 10.00 alle 18.00

Per iscrizioni scrivere a missviluppo@csalatorre.net

Aperte le iscrizioni per i nuovi corsi di fotografia 2012-2013 a cura di WSP Photography

Corsi di fotografia WSP 2012-2013

Corsi di fotografia WSP 2012-2013

Sono aperte le iscrizioni per i nuovi corsi di fotografia in partenza da ottobre 2012 presso la nostra sede in Via Costanzo Cloro 58 (metro B San Paolo)

Un’offerta ricca e in continuo aggiornamento.

Corso di fotografia base
Lunedì ore 19- 21 a partire dal 15 ottobre 2012
12 lezioni + 2 uscite fotografiche

Docente: Lucia Perrotta

L’Associazione Culturale WSP presenta la sesta edizione del corso di fotografia base che partirà il prossimo ottobre presso la sede in Via Costanzo Cloro 56/58 (Metro San Paolo). Il corso avrà la durata di 14 lezioni, comprensive di due uscite fotografiche.
Il corso aperto a tutti coloro che si avvicinano alla fotografia con curiosità ha la finalità di fornire una serie di nozioni tecniche di base per imparare a ad usare in maniera consapevole la propria macchina fotografica e a scattare fotografie tecnicamente corrette.
Un approccio didattico composto di teoria e pratica con l’intenzione di stimolare e dare libero sfogo alla creatività e all’immaginazione di chi partecipa, affiancandolo sia nella capacità di lettura e visione delle immagini che ogni giorno scorrono davanti nelle proprie giornate, sia nella realizzazione del proprio percorso compositivo.

Laboratorio di fotografia
Lunedì ore 21- 23 a partire dal 15 ottobre 2012

14 lezioni + 2 uscite fotografiche
Docente: Fausto Podavini

Il laboratorio fotografico è dedicato in particolare a tutti i fotografi che hanno  già acquisito una conoscenza delle tecniche base e desiderano affinare le proprie conoscenze attraverso un approccio maggiormente pratico e sul campo, volto alla realizzazione di un progetto fotografico completo. Il tema del Laboratorio Fotografico è quello del racconto per immagini. La finalità è quella di portare il partecipante a leggere la fotografia intesa non solo come singolo scatto ma come un insieme di fotogrammi. Il laboratorio, pertanto, è incentrato sulla realizzazione di un racconto fotografico, o di un portfolio in maniera graduale, affiancando alla teoria la pratica: sia mediante uscite fotografiche sia realizzando progetti comuni e/o individuali. Particolare attenzione sarà rivolta all’editing di tutte le foto che verranno prodotte durante il laboratorio fotografico. E’ durante l’editing che saranno, inoltre, affrontate alcune elementari tecniche di sviluppo del file Raw, così da poter curare il proprio lavoro non solo durante la progettualità e lo scatto ma anche successivamente mediante software di sviluppo (Lightroom – Photoshop). Per partecipare al laboratorio fotografico, è richiesta una conoscenza base. Al fine di acquisire quante più nozioni, si richiede un impegno minimo necessario a realizzare almeno uno dei due progetti previsti.

Corso di fotografia base per ragazzi/e (12-17 anni)
Mercoledì ore 17-18.30 dal 17 ottobre
2012
14 lezioni teoriche e pratiche
Docente: Daniela Silvestri

Il Corso base di Fotografia per ragazzi è rivolto a ragazzi e ragazze dai 12 ai 17 anni che vogliano avvicinarsi alla fotografia per curiosità, per passione, per puro diletto o per scoprire e mettere a frutto le proprie capacità nascoste.  Durante il corso verranno illustrate le nozioni base che permetteranno agli studenti di realizzare foto tecnicamente corrette.  Scopo ultimo del corso è anche quello di educare i partecipanti ad una nuova modalità di interpretazione delle innumerevoli immagini che ci circondano, sviluppando un occhio critico e attento.

Corso di Photoshop Livello Base
Giovedì ore 19-21 dal 18 ottobre 2012
12 lezioni
Docente: Daniele Zedda

Il corso ha lo scopo di fornire le conoscenze basilari per la gestione delle immagini, il fotoritocco, le modifiche più comuni che possono essere effettuate, l’ottimizzazione a seconda dell’uso che se ne vuole fare attraverso l’utilizzo di Photoshop.

Per ricevere maggiori informazioni circa costi e programmi, modalità di prenotazione visitare il sito http://www.collettivowsp.org o inviare una mail a info@collettivowsp.org o contattarci al numero: 328 1795463

Open day: giornata di presentazione die corsi e dell’attiva formativa 2012-2013 ad INGRESSO LIBERO venerdì 21 settembre 2012 dalle ore 19.