Incontro con Pietro Paolini (TerraProject) @ CSF ADAMS

PIETRO PAOLINI AL CSFADAMS

Ingresso libero consigliata la prenotazione
Giovedi 7 giugno ore 19,00

(c) Pietro Paolini Bolivianas

(c) Pietro Paolini Bolivianas

Presentazione del lavoro “Bolivianas”, premiato con un award al World Press Photo 2012 . Descrizione del metodo di produzione e presentazione dei lavori editoriali realizzati parallelamente.
Discussione sullo sviluppo e il futuro della fotografia documentaria.

“Pietro Paolini è nato a Firenze nel 1981. Ha frequentato il corso triennale presso la Fondazione Studio Marangoni a Firenze nel 2005. Dal 2004 ha iniziato il suo interesse per la realtà del Sud America, con particolare attenzione i paesi del nuovo socialismo latino americano, Venezuela, Bolivia ed Ecuador. Nel 2006 fonda insieme ad altri quattro fotografi il collettivo TerraProject, che si occupa di tematiche sociali e geografiche italiane realizzando progetti collettivi di fotografia documentaria. Le sue fotografie sono state esposte in Italia e all’estero. Collabora come free lance con molte riviste italiane e internazionali. Nel 2009 ha vinto la sezione “borsa di studio” al premio “Canon giovani fotografi”. Dal 2001 è stato selezionato per fare parte del Reflexion masterclass di Giorgia Fiorio e Gabriel Bauret. Nel 2012 il suo lavoro “Bolivianas” viene premiato al World Press Photo 2012 con il secondo premio storie nella categoria Daily life”.

http://www.terraproject.net/

http://csfadams.wordpress.com/

Immaginario femminile: Conversazioni di fotografia con Simona Ghizzoni 19 maggio @ WSP Photography

Associazione Culturale WSP Photography

presenta

Conversazioni di fotografia

Immaginario femminile”

Incontro con Simona Ghizzoni


Sabato 19 maggio ore 19:00
WSP Photography
Via Costanzo Cloro 58 Roma (Metro B San Paolo)

Simona Ghizzoni arriva alla fotografia per caso, trovando tra la spazzatura una vecchia  Minolta che decide di riparare. Nata a Reggio Emilia, Dopo gli studi classici, frequenta l’Istituto di Fotografia e Arti Visive di Padova e si laurea alla Facoltà di Arte, Musica e Spettacolo di Bologna con una tesi sulla Storia della Fotografia. Dal 2005 si dedica al reportage sociale con particolare riguardo alla condizione della donna. “Odd Days”, il suo progetto sui disturbi alimentari, cui si è dedicata tra il 2006 e il 2010 le è valso  terzo premio nella categoria ritratti al World Press Photo 2008 e nel 2009 il Photoespana Ojodepez Award for Human Values. Dal 2010 inizia un progetto sulle conseguenze della guerra sulle donne, lavorando sulla condizione delle profughe irachene in Giordania (2010), in West Bank e nella Striscia di Gaza (2010-2011) e nel Western Sahara (2012) grazie al contributo della fondazione The Aftermath Project. Con il progetto “Afterdark”, sulla condizione delle donne vittime di menomazioni causate dall’operazione Cast Lead nella Striscia di Gaza si aggiudica il terzo premio nella categoria Contemporary Issues al World Press Photo 2012.

Simona vive a Roma ed è rappresentata dall’agenzia Contrasto e dalla galleria Forma.

Nel corso dell’incontro verranno presentati i lavori “Odd Days” e “Afterdark” e discuteremo con l’autrice sul ruolo della donna nella fotografia contemporanea, di quanto sia plausibile parlare di un immaginario femminile verso un immaginario maschile, e di quanto  questo influenzi un diverso modo di guardare e approcciare al reportage fotografico.

Il ciclo “Conversazioni di fotografia” prevede una serie di dibattiti con esponenti del mondo della fotografia, reporter, docenti, esperti del settore ed artisti emergenti per parlare e discutere di fotografia con contributi audio, video e racconti di esperienze professionali e non solo. Scopo degli incontri è quello di creare gruppi di pensiero e momenti di condivisione che, attraverso il racconto di esperienze e immagini, accrescano la cultura fotografica di ogni partecipante, fornendo spunti di riflessione, idee per nuovi lavori, nonché consigli pratici per tramutare passione in professione.

L’ingresso agli incontri è gratuito e riservato ai soci ENAL. Costo della tessera 2012 3 euro.

Conversazioni di fotografia con Simona Ghizzoni

Conversazioni di fotografia con Simona Ghizzoni


World Press Photo 2012 @ Museo di Roma in Trastevere. Inaugurazione venerdì 27 aprile

Venerdì 27 aprile 2012 alle ore 18.00, inaugura a Roma presso il Museo di Roma in
Trastevere, la mostra World Press Photo 2012 che rimarrà aperta al pubblico dal 28 aprile
al 20 maggio.

WPP

Samuel Aranda

La mostra è promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico –
Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale, in collaborazione con Contrasto e la
World Press Photo Foundation di Amsterdam. Supporto organizzativo e servizi museali
sono di Zètema Progetto Cultura.
Il Premio World Press Photo è uno dei più importanti riconoscimenti nell’ambito del
Fotogiornalismo. Ogni anno, da 55 anni, una giuria indipendente, formata da esperti
internazionali, è chiamata a esprimersi su migliaia di domande di partecipazione provenienti
da tutto il mondo, inviate alla World Press Photo Foundation di Amsterdam da fotogiornalisti,
agenzie, quotidiani e riviste. Tutta la produzione internazionale viene esaminata e le foto
premiate che costituiscono la mostra sono pubblicate nel libro che l’accompagna. Si tratta
quindi di un’occasione per vedere le immagini più belle e rappresentative che, per un anno
intero, hanno accompagnato, documentato e illustrato gli avvenimenti del nostro tempo sui
giornali di tutto il mondo.
Per questa edizione, le immagini sottoposte alla giuria del concorso World Press Photo 2012
sono state 101.254, inviate da 5.247 fotografi professionisti di 124 diverse nazionalità.
Anche quest’anno la giura ha diviso i lavori in 9 diverse categorie: Vita Quotidiana,
Protagonisti dell’attualità, Spot News, Notizie generali, Natura, Storie d’attualità, Arte e
spettacolo, Ritratti, Sport.

Sono stati premiati 57 fotografi di 24 diverse nazionalità: Afghanistan, Argentina,
Australia, Bosnia ed Herzegovina, Canada, Cina, Danimarca, Francia, Germania, India, Iran,
Irlanda, Italia, Giappone, Messico, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Russia, Sud Africa, Spagna,
Svezia, Regno Unito e USA.

La Foto dell’anno 2011 è dello spagnolo Samuel Aranda. L’immagine mostra una donna
che tiene tra le sue braccia un parente ferito. È stata scattata in una moschea di Sanaa, capitale
yemenita, allestita come ospedale da campo dai dimostratori contro il regime del Presidente
Ali Abdullah Saleh, durante gli scontri del 15 ottobre 2011. Samuel Aranda ha lavorato nello
Yemen per The New York Times. È rappresentato da Corbis Images.
Il commento del presidente della giuria Aidan Sullivan alla foto vincitrice:
“La foto ritrae un momento straziante e pieno di compassione, le conseguenze umane di un
evento enorme, ancora in corso. È probabile che noi non sapremo mai chi sia questa donna
che accudisce un parente ferito, ma insieme diventano l’immagine vivente del coraggio delle
persone comuni che hanno aiutato a scrivere un capitolo importante nella storia del Medio
Oriente.”

Quest’anno sono sette i fotografi italiani premiati:
Alex Majoli (Notizie generali, Foto single), Paolo Pellegrin (Notizie generali, Storie), Eduardo
Castaldo (Spot News, Storie), Simona Ghizzoni (Storie d’attualità, Foto singole), Pietro Paolini
(Vita quotidiana, Storie), Emiliano Larizza (Arte e spettacolo, Storie) e Francesco Zizola
(Natura, Foto Singole).

Contrasto si è aggiudicata due premi con Emiliano Larizza e Simona Ghizzoni. Il primo ha
vinto il secondo premio nella categoria Arte e spettacolo, Storie con Saut d’eau Pilgrimage (il
pellegrinaggio di Sant d’Eau) ad Haiti. Simona Ghizzoni ha ottenuto il terzo premio nella
categoria Storie di attualità, Foto singole con una foto scattata nella Striscia di Gaza.
La mostra World Press Photo non è soltanto una galleria di immagini sensazionali, ma è un
documento storico che permette di rivivere gli eventi cruciali del nostro tempo. Il suo
carattere internazionale, le centinaia di migliaia di persone che ogni anno nel mondo visitano
la mostra, sono la dimostrazione della capacità che le immagini hanno di trascendere
differenze culturali e linguistiche per raggiungere livelli altissimi e immediati di
comunicazione.
La World Press Photo Foundation, nata nel 1955, è un’istituzione internazionale indipendente
per il fotogiornalismo senza fini di lucro. Il World Press Photo gode del sostegno della Lotteria
olandese dei Codici postali ed è sponsorizzato in tutto il mondo da Canon e TNT.
Catalogo Contrasto.

Scheda Info
Mostra World press Photo 2012
Preview stampa Venerdì 27 aprile ore 18
Quando 28 aprile – 20 maggio 2012, chiuso il lunedì
Dove Museo di Roma in Trastevere
Piazza S. Egidio 1B
Orari Martedì-domenica 10.00-20.00
La Biglietteria chiude un’ora prima
Biglietti € 6,50 intero, € 5,50 ridotto; gratuito per le categorie
previste dalla tariffazione vigente
Enti proponenti Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico –
Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale, in
collaborazione con Contrasto e World Press Photo
Foundation di Amsterdam

Sul sito del museo è possibile scaricare e stampare l’invito stampa per oggi.

World Press Photo 2012: Pubblicati nomi e gallery dei vincitori

samuel aranda photo of the year WPP 2012

Samuel Aranda

E dopo tanta attesa, pubblicati sul sito i nomi dei vincitori del World Press Photo 2012.
La foto dell’anno è di Samuel Aranda e anche quest’anno diversi gli italiani vincitori tra cui:

Alex Majoli  e Paolo Pellegrin – General News
Paolo Woods – Daily Life
Emiliano Larizza – Arts & Entertainment
Francesco Zizola – Natura
Simona Ghizzoni – Contemporany Issues
Pietro Paolini – Daily Life

Leggi l’intervista del Collettivo WSP ad Alex Majoli