Pro-Photographer: workshop con Paolo Marchetti

Associazione Culturale WSP Photography

Presenta

“Pro-Photographer”
Workshop con Paolo Marchetti

 21 – 22 maggio 2016

presenta-2

Questo workshop è destinato a coloro che vogliono trasformare la passione per la fotografia in mestiere.

Marchetti analizzerà la definizione di “Pro Photographer”, al fine di svelare i passaggi necessari ad un cambiamento radicale nel proprio percorso di fotoamatore e condividerà la sua esperienza, per capire come poter pubblicare le proprie storie sui magazine di tutto il mondo e come competere negli Award e i Grant più importanti al fine di affacciarsi al mercato editoriale internazionale.

Progettualità, Editoria e Mercato, Grant & Awards, Photoeditor e Festival, Editing come stato mentale e Identità, questi i punti cruciali del workshop.

Per tutti coloro che si iscriveranno entro il 30 aprile il costo è in promozione a 200 euro anziché 230. 

Venerdì 29 aprile alle ore 19:30, inoltre, Paolo Marchetti terrà un incontro gratuito e aperto a tutti al WSP Photography in cui non solo presenterà il woprkshop, ma parlerà anche del suo lavoro, proiettando alcuni dei suoi progetti più importanti.

Obiettivi del workshop

– Distinguersi in un approccio professionale e acquisire la progettualità necessaria per evolvere nella propria passione.

– Imparare a confrontarsi con la realtà editoriale internazionale e con quella dei concorsi fotografici, al fine di concretizzare l’intento di una globale diffusione delle proprie fotografie.

Programma e argomenti trattati

Il programma prevede lo sviluppo da parte di Paolo Marchetti del concept centrale del workshop, la definizione di “Pro Photographer”, attraverso l’analisi dei passaggi necessari e concreti per trasformare la propria passione per la fotografia in qualcosa di più, fino a poter divenire un mestiere.
Saranno affrontati i punti cruciali della professione del fotografo che oggi, data la saturazione del mercato, richiede requisiti essenziali per ottenere il massimo dalle proprie fotografie. Un approfondimento intensivo sarà dedicato all’editing, oltre il suo consueto e limitante significato confinato nel concetto di selezione e sequenza.
L’editing interpretato come stato mentale, e considerato come presupposto necessario all’attitudine visionaria per indurre se stessi nella ricerca della propria identità di fotografo.
Saranno affrontati tutti gli argomenti basilari come la scrittura, l’importanza di un concept, di un titolo, delle didascalie, di una propria vocalità narrativa al fine di far risuonare insieme tutti questi elementi.

Nello specifico gli argomenti trattati saranno:

  • L’editoria e le sue regole.
  • Le modalità di utilizzo dei molteplici canali mediatici.
  • L’analisi delle possibilità di finanziamento dei propri progetti.
  • La partecipazione ai concorsi fotografici al fine di migliorare le proprie capacità narrative.
  • Le diverse tipologie di awards, concorsi e grant che possono concretamente introdurre in un mercato sempre più difficile.
  • L’analisi dei diversi profili concettuali dei concorsi per capire come affrontarli e migliorare le possibilità di ottenere un riconoscimento.
  • I festival di fotografia: come usarli.
  • Come affrontare un colloquio con un photoeditor, un gallerista, un cliente per un corporate o un giornalista in assignment.

Paolo Marchetti riporterà la sua esperienza sottolineando cosa ha funzionato nel suo percorso, al fine di evidenziare la tempistica di certi passaggi e di quanto in fotografia, velocità e lentezza siano vitali. Tutto questo sarà affrontato facendo totalmente fede alla tradizione fotogiornalistica ma a cavallo con le tendenze del mercato corrente.

Paolo Marchetti è un fotogiornalista rappresentato dall’agenzia Getty Images, ha lavorato per circa tredici anni nel campo cinematografico, ricoprendo ogni ruolo del reparto “Operatori” al fianco di alcuni tra i più autorevoli direttori della fotografia italiani e stranieri e inizia in contemporanea i suoi studi fotogiornalistici prestando particolare attenzione alle tematiche politiche ed antropologiche. Marchetti pubblica i suoi lavori nei magazine internazionali tra cui Time Magazine, Newsweek, New York Times, Vanity Fair, 6MOIS, Sunday Times, British Journal of Photojournalism, Guardian, Geo, De-Spiegel, National Geographic USA, e molti altri. Negli ultimi anni Marchetti ha ricevuto numerosi Grant e riconoscimenti internazionali tra cui: 7 POYi, 6 PDN, 9 NPPA Best of Photojournalism, il Sony Awards, il Leica Photographer Awards, 3 volte il Lens Culture, 4 volte il MIFA – Moscow Award, il Getty Images for Editorial Photography, l’Alexia Foundation Grant, l’SDN, il Days Japan e il World Press Photo e nel 2016 viene nominato dal POY come “Photographer of the Year”. Il suo progetto principale lo ha realizzato in Europa, affrontando un’analisi politico-antropologica sul sentimento della rabbia e sul risveglio del fascismo chiamato “FEVER”. Questo progetto è stato pubblicato per 24 volte in tutto il mondo e ha ricevuto più di 20 Awards.

Costi e durata

Promozione earlybooking
Per iscrizioni e versamento della quota entro il 30 aprile 2016 il costo è di 200 euro, comprensivo della tessera ENAL obbligatoria, da versarsi in un’unica soluzione*.

Per iscrizioni dal 1 maggio il costo è di 230 euro, comprensivo della tessera ENAL obbligatoria, da versarsi in un’unica soluzione.
Il workshop si terrà sabato 21 e domenica 22 maggio dalle ore 10.00 alle ore 19.00 con un’ora di pausa pranzo presso la sede dell’Associazione WSP Photography in Via Costanzo Cloro, 58 – Metro B San Paolo.

* La quota sarà restituita in caso di non attivazione del workshop.

Modalità di partecipazione

Per iscriversi al workshop o per richiedere maggiori informazioni è sufficiente inviare una mail a: info@collettivowsp.org o contattarci al numero 328 1795463.
Le iscrizioni si chiuderanno domenica 15 maggio.

Numero minimo di partecipanti per attivare il workshop: 6 – numero massimo: 15.

 

 

Annunci

Presentazione nuovi corsi di fotografia 2015

© Lucia Perrotta

© Lucia Perrotta

E anche quest’anno siamo giunti al consueto appuntamento con la presentazione dei nuovi corsi di fotografia in partenza dal 9 marzo.

Un momento molto importante per la nostra Associazione, occasione sia per far conoscere la nostra realtà, la sede, l’organizzazione e i nostri docenti, sia per interfacciarci con i futuri studenti e gli interessati per sciogliere ogni dubbio su quale corso di fotografia sia più adatto alle esigenze e alle aspettative di ognuno.

I corsi base di fotografia con Lucia Perrotta sono oramai un’istituzione: sono il primo affaccio sul mondo della fotografia per quanti decidano di avvicinarsi al mezzo e al linguaggio e superare una modalità di scatto che sia solo automatica, per iniziare a gettare le basi di tecnica, composizione e corretto uso della luce.
Due turni attivati: il lunedì dalle 19 alle 21 (pochissimi posti rimasti) e il mercoledì dalle 21 alle 23.
Inoltre è attivo anche un corso base espressamente dedicato a ragazzi e ragazze dai 12 ai 16 anni.

Successivamente il corso avanzato-pratico di fotografia offre un percorso specifico ed originale per cimentarsi sui diversi generi fotografici sia da un punto di vista teorico che pratico. È infatti uno dei pochi corsi di fotografia che propone ben 4 uscite fotografiche ed un’organizzazione modulare divisa per argomenti: dalla fotografia di ritratto all’architettura, dal reportage al fotogiornalismo. Con il contributo di interventi da parte di più docenti del WSP Photography.

Il reportage è da sempre il genere che più contraddistingue il nostro lavoro. L’offerta di corsi in questo campo della fotografia è tra le più vaste a Roma, con docenti professionisti di ottimo livello. In questa sessione partiranno due corsi di reportage con la fotografa Francesca Mancini: un livello base di reportage, per quanti alle prime armi, e un livello più avanzato, per chi già ha frequentato un corso e vuole cimentarsi nella realizzazione di un progetto personale sotto la guida e i consigli della docente.

Fiore all’occhiello della nostra offerta è anche il corso per aspiranti photoeditor con Marco Pinna, photoeditor National Geographic. Il corso è giunto ormai alla sua quarta edizione e propone un programma nuovo e aggiornato, con particolare attenzione rivolta ai cambiamenti che ha subito il mestiere e il photoediting con l’avvento del web, sneza tralasciare ovviamente le basi tecniche e teoriche.

© Daniele Zedda

© Daniele Zedda

Videoediting e Photoediting, aspetti importanti e imprescindibili per chi si avvicina alla fotografia e al foto e videogiornalismo per passione o per mestiere. I nostri corsi con Daniele Zedda sono un continuo aggiornamento, che partendo dalle basi portano gli studenti ad un percorso avanzato che gli permetterà di governare le tecniche di fotoritocco più adatte alle loro esigenze.

Infine una grande novità per il 2015, frutto della nostra continua ricerca e voglia di proporvi ogni anno qualcosa di nuovo e in linea con le evoluzioni della comunicazione e dell’immagine. Le altre strade del documentario con Aude Fourel è un corso di storia del cinema, analisi critica e pratica video che propone un percorso attraverso ricerche documentaristiche che hanno rivoluzionato il genere. Una giornata di workshop a fine percorso sarà dedicata alla pratica: realizzazione di una “Minute Lumière”.

Vi aspettiamo numerosi venerdì 27 dalle ore 19. Vi ricordiamo che con l’occasione tutti i partecipanti riceveranno in omaggio la tessera ENAL 2015.
Confermate la vostra presenza all’evento. 

Workshop: la postproduzione per il bianco e nero con Daniele Zedda

Associazione Culturale WSP Photography

 

Presenta

 

La postproduzione per il bianco e nero
Workshop con Daniele Zedda

23 marzo 2014 WSP Photography
ore 10-17

 Immagine

 “Il mondo è a colori, ma la realtà è in bianco e nero”.
Wim Wenders

La fotografia in bianco e nero oltre ad essere un modo di guardare è un linguaggio evocativo e senza tempo. Una fotografia in bianco e nero non è semplicemente un’immagine priva di colori. In realtà, il bianco e nero è molto efficace nel mettere in risalto le forme e le tonalità del soggetto e conferirgli una sua forza che va al di là dei colori e che viene esaltata attraverso un uso esperto della luce.
Il workshop è dedicato alla postproduzione e alla conversione delle fotografie in bianco e nero attraverso l’uso di Photoshop, partendo dalla conversione del file fino a illustrare le migliori tecniche e i principali strumenti per impostare corretto workflow di lavorazione.

Argomenti del workshop

– concetto di contrasto, gamma tonale e gamma dinamica

– strumento curve

– maschere di livello

– canali rgb

– metodi di conversione in bianco e nero

– principali stili di bianco e nero

– effetti fotografici (grana, vignettatura etc…)

 

Il Workshop è diviso in una prima parte teorica e in una seconda parte pratica in cui gli studenti si eserciteranno sotto la supervisione del docente. È consigliabile portare con sé il proprio PC.

 

Costi e Durata
Il corso ha la durata di 6 ore e si svolgerà presso  la sede in Via Costanzo Cloro 56/58 (metro B San Paolo) il 23 marzo dalle ore 10 alle ore 17 (con un’ora di pausa pranzo).
Numero minimo di iscritti per avviare il corso: 5 – Numero massimo di iscritti:12
Costo: 80 euro (75 euro per i possessori di WSP Card) da versare il giorno stesso del workshop.

È necessario prenotarsi inviando una mail a: info@collettivowsp.org
Per informazioni contattaci telefonicamente o mandando una mail a info@collettivowsp.org o +39 328.17.95.463

DocenteDaniele Zedda. È un giovane fotografo e visual artist freelance specializzato in produzione e post-produzione fotografica e video. Guidato dall’amore per l’insegnamento, da anni, tiene corsi di fotografia digitale, post-produzione ed elaborazione di grafica bidimensionale presso Università e scuole specializzate. Potete visionare i suoi lavori sul suo sito: www.danielezedda.com

Ultima settimana per iscriversi ai corsi di fotografia @WSP

corsi di fotografia 2014 roma,Ultima settimana per iscriversi ai corsi di fotografia WSP Photography e ultimi posti disponibili.

Ancora ultime disponibilità per i corsi:

Base – turno mercoledì ore 21-23
Photoshop – giovedì ore 19-21
Videoediting e ripresa – giovedì 21-23

Vi ricordiamo inoltre che dal 1 ottobre è possibile anche prenotarsi per il Laboratorio Avanzato di Reportage con Fausto Podavini.

Per tutti i programmi dei corsi visitare il sito http://www.collettivowsp.org/photography/category/corsi/

Per tutte le informazioni contattateci via mail: info@collettivowsp.org oppure al numero 328 1795463

Workshop intensivo di Fotografia di Scena

Associazione Culturale Cronos Film e TeatroeCritica, in collaborazione con Triangolo Scaleno/Teatri di Vetro 7 e Teatro Palladium/Romaeuropa

presenta

#2 Workshop intensivo di Fotografia di Scena

26, 27 e 28 aprile

Workshop di fotografia di scena – Fotografie di Futura Tittaferrante- ©tutti i diritti riservati

La testata giornalistica Teatro e Critica, in collaborazione con Triangolo Scaleno/Teatri di Vetro 7 e Teatro Palladium/Romaeuropa organizza la seconda edizione del workshop di fotografia di scena Teatri da attraversare, che si propone come spunto di riflessione sulla fotografia di scena e vuole fornire i mezzi di base per incontrarla. A Futura Tittaferrante va il compito di guidare gli allievi alla scoperta del rapporto fra teatro e fotografia, fra l’interiorità del fotografo e il mondo al di là del diaframma: fotografa professionista, ha all’attivo, fra le altre, le collaborazioni con il Volterra Teatro Festival, Vie Scena Contemporanea Festival, e, tra le varie compagnie, Accademia degli Artefatti, Ricci/Forte e Teatro delle Albe, oltre al lavoro con Cronos Film di promozione e comunicazione di eventi nell’ambito dell’audiovisivo.

Come si “guarda” uno spettacolo? E prima, come lo si “avvicina”? E poi, come lo si “ferma”? Il fotografo di scena è contemporaneamente uno spettatore e un narratore, a cui spetta il compito di inventare un proprio racconto, di tracciare un proprio ritratto.

Il corso prevede tre giornate da 8 ore di esercitazioni teoriche e una serata di esercitazione pratica con riprese fotografiche, tramite accredito, durante gli spettacoli teatrali del Festvial Teatri di Vetro nelle serate del 28, 29 e 30 aprile presso il Teatro Palladium.

Possono inoltre essere accordate nel corso dell’anno sedute di ripresa di spettacoli dal vivo legati alla danza e alla scena performativa.

In tali occasioni le immagini saranno revisionate, con suggerimenti per eventuali correzioni degli scatti, e selezionate per la costruzione di un proprio portfolio personale. Durante il corso gli allievi saranno stimolati a seguire un percorso di ricerca personale sulla fotografia di scena, individuando un tema di ricerca.

 

PROGRAMMMA
. Introduzione alle caratteristiche tecniche e concettuali della fotografia di scena. Le varie impostazioni formali e le possibilità di approccio e di sguardo sul teatro.

· Analisi delle differenti situazioni di ripresa e di lavoro

· Tecniche di ripresa nella fotografia di spettacolo: inquadratura, velocità, capacità di prefigurazione, discrezione, creatività. Obiettivi e luminosità nelle differenti situazioni.

· Il Rapporto tra teatro e fotografia. Elementi compositivi, tecniche, obiettivi, luci.

· L’”etica” del fotografo di scena: il rapporto con il palco, l’approccio emotivo con gli artisti e con lo spettacolo..

·Visione e commento di foto: fotografie di scena dei “maestri”.

· Il mestiere del fotografo di scena: rapporti con gli uffici stampa e immagini da inviare ai giornali.
Gallerie su web e immagini per le riviste.

Attrezzature necessarie: fotocamera reflex digitale o analogica, come obiettivi un normale e almeno un medio tele abbastanza luminosi, è consigliato portare il proprio computer portatile.

 

Luoghi e date del workshop

a Roma

Via Eurialo 102/104 presso la redazione TeatroeCritica | galleria interna Gelateria Splash

e Via Lucio Sestio 10, presso Lucha y Siesta, Casa Internazionale delle Donne X Municipio

in data 26, 27 e 28 aprile  dalle ore 11.00 alle 19.00, con un’ora di pausa pranzo

+ esercitazione pratica nelle serate del 28, 29 e 30 aprile

Costo complessivo del corso: 90 euro a iscrizione

 

PER TUTTE LE INFO & CONTATTI
http://www.teatroecritica.net

redazione@teatroecritica.net
tel. 349 3749303

Rio de Janeiro: la festa di Iemanjà e il Carnevale. Workshop con Dario De Dominicis dal 01 all’11 febbraio 213

Segnaliamo con piacere il nuovo workshop fotografico con Dario De Dominicis a Rio de Janeiro.

Cidade maravilhosa amano chiamarla i brasiliani e basta trascorrerci qualche giorno, per rendersi conto di quanto sia meritato questo soprannome.
Rio è una città straordinaria, che vibra di energia positiva, di ottimismo e di creatività. Per conoscerla a fondo e fotografarla, bisogna però, imparare a non fermarsi alle apparenze, allo stereotipo di tipo turistico.
Rio va scoperta soprattutto dal punto di vista sociale, perché è una metropoli dove ancora è possible imbattersi in situazioni di grande intensità fotografica e una forte carica umana.
Come in tutti i miei workshop scatteremo fotografie sul campo tutti i giorni, facendo poi un attento editing delle immagini realizzate. Fotograferemo in spiaggia ed in altre aree caratteristiche della città, visitando anche alcunefavelas per conoscere piò da vicino queste complesse realtà. Viaggeremo nei dintorni di Rio per respirare e fotografare atmosfere diverse da quelle della città.
Visiteremo un Quilombo, una delle mitiche comunità fondate dagli schiavi che fuggivano dalle piantagioni. Questi piccoli villaggi conservano quasi intatta la loro integrità, permettendoci di entrare in contatto persone la cui esistenza è ancora scandita da ritmi ancestrali. Ci prenderemo sempre il giusto tempo che la fotografia richiede, per imparare a cogliere l’essenza visiva delle situazioni vissute. Sarà come sempre un esperienza indimenticabile in cui condividere momenti di vita e fotografia.

Info: http://www.dariodedominicis.com o dariophotosdd@gmail.com

Rio De Janeiro (c) Dario De Dominicis

Rio De Janeiro (c) Dario De Dominicis

Rio de Janeiro: Workshop con Dario De Dominicis dal 16 al 27 Agosto

“Cidade maravilhosa” amano chiamarla i brasiliani e basta trascorrerci qualche giorno, per rendersi conto di quanto sia meritato questo soprannome. Rio de Janeiro è una cittá straordinaria, che vibra di energia positiva, di ottimismo e di creativitá. Per conoscerla a fondo e fotografarla, però, bisogna imparare a non fermarsi alle apparenze, allo stereotipo di tipo turistico. Rio va scoperta soprattutto dal punto di vista sociale, perché è una metropoli dove ancora è possible imbattersi in situazioni di grande intensitá fotografica e con una forte carica umana. Come in tutti i miei workshops scatteremo fotografie sul campo tutti i giorni, facendo poi un attento editing delle immagini realizzate. Fotograferemo in spiaggia ed in altre aree caratteristiche della città, visitando anche alcune “favelas” per conoscere piú da vicino queste complesse realtà. Viaggeremo nei dintorni di Rio per respirare e fotografare atmosfere diverse da quelle della cittá. Visiteremo un Quilombo, una delle mitiche comunitá fondate dagli schiavi che fuggivano dalle piantagioni. Questi piccoli villaggi conservano quasi intatta la loro integritá, permettendoci di entrare in contatto persone la cui esistenza é ancora scandita da ritmi ancestrali. Ci prenderemo sempre il giusto tempo che la “fotografia” richiede, per imparare a cogliere l’essenza delle situazioni vissute. Sará come sempre un esperienza indimenticabile in cui condividere momenti di vita e fotografia.

info: http://www.dariodedominicis.com/workshop.php

(c) Dario De Dominicis

WSP Photography presenta: “La settimana Santa in Puglia: Workshop e Viaggio fotografico dal 5 all’8 Aprile 2012”

Associazione Culturale WSP Photography

presenta

La settimana Santa in Puglia

Workshop e Viaggio fotografico dal 5 all’8 Aprile 2012

L’Associazione Culturale WSP Photography propone per il secondo anno un viaggio fotografico alla scoperta degli antichi riti quaresimali della Puglia, dove tutti gli anni la sacra liturgia rivive nelle tradizionali processioni della Settimana Santa. Per la settimana Santa del 2012 abbiamo scelto Noicattaro, tranquilla cittadina a sud di Bari le cui origini risalgono al periodo neolitico. Assisteremo alle accensioni dei falò sui sagrati delle chiese, simbolo e rito propiziatorio per il raccolto nei campi. Seguiremo la processione dei crociferi del giovedì santo e le suggestive processioni notturne del Naka, dell’Addolorata e dei Misteri, in un percorso di religiosità e misticismo, fede e ritualità, carico di emozioni, legato ad un patrimonio di tradizioni gelosamente conservato dalle confraternite locali. Accanto alla guida del fotografo Fausto Podavini, docente dei corsi organizzati dall’Associazione WSP Photography e dei fotografi del Collettivo WSP fotograferemo e condivideremo le immagini alternando le fasi di scatto a quelle di editing collettivo.

Programma*

Giovedì 5 Aprile

Accensione del falò Sul sagrato della chiesa della Madonna della Lama bruceranno nella notte ceppi secchi depositatidai cittadini durante la quaresima a propiziare il raccolto nei campi.

Processione del primo crocifero “Craocia Vecchie” il crocifero più anziano detiene il privilegio di essere accompagnato da una piccola folla,circondato da fiaccole e da “trozzue” (dalle raganelle di legno) trascinate dai bambini.

Pellegrinaggio dei crociferi per gli altari della “Reposizione”. Raggiungono i “S-bbulcr”(i sepolcri, gli altari delle varie chiese), attraversano in ginocchio la navata della chiesa, dopo aver deposto sul portale la croce e si danno “La disciplina”,fustigando gli omeri con la catena di ferro, che per strada portano alla caviglia.

Venerdì 6 Aprile

Processione della Naka Viene chiamata “processione della Naka” quella del Cristo morto e deposto dalla Croce la quale viene portata a passo alternato e lento in modo da creare un andatura cullante.

Sabato 7 Aprile

Processione dell’Addolorata Alle due di notte del sabato, spenta l’illuminazione con le strade immerse nel chiarore della notte e delfioco riverbero dei ceri rossi, accesi su tutti i balconi, dalla chiesa Madre parte la seconda processione. E’ l’Addolorata, circondata dalle donne velate di lutto e dai crociferi, attraversa tutte le strade, da una chiesa all’altra, in cerca del Figlio. Il sole e’ gia’ alto nel cielo, quando dopo un percorso davvero faticoso sul sagrato della chiesa Madre “I viacroci” vanno a baciare il manto della Madonna, concludendo il percorso penitenziale.

Processione dei misteri

E’ l’ultima processione, quella dei misteri, nel pomeriggio del sabato. Tutta la passione di cristo con i personaggi che lo seguirono sul gogota sfila in una composta e lunghissima rappresentazione.

Domenica 8 Aprile

Sessione di Editing finale

* Info da www.settimanasantainpuglia.it.Il programma può subire delle variazioni e non si esclude la possibiltà di fotografare uteriori eventi e manifestazioni nei dintorni di Noicattaro.

Costi e modalità di partecipazione

 Il viaggio è aperto a tutti. Possibilità di partire insieme da Roma oppure appuntamento a Noicattaro nel primo pomeriggio del 5 Aprile. Saremo insieme fino alla mattinata di domenica 8 aprile.

 Costo del viaggio: 300 euro – da versare in unica quota o rateizzabili.  La quota comprende:

  • pernotto e prima colazione in b&b oppure hotel a tre stelle in camera doppia da giovedì 5 a domenica 8 Aprile;

  • guida agli eventi fotografici;

  • sessioni di editing in itinere delle foto realizzate

  • sessione di editing finale a Roma.

La quota non comprende il vitto e i costi di trasporto per e dalla Puglia. Per chi vorrà restare anche la giornata di domenica 8 proseguiremo le sessioni di editing delle foto realizzate.

Come arrivare a Noicattaro

IN AUTOMOBILE
 da Foggia:tangenziale-Bari, s.s. 16 uscita Noicattaro;
 da Bari-Taranto: s.s. 100, uscita Capurso, s.s. 634;

IN PULLMAN DA BARI
 Autolinee del Sud-Est con partenza da Largo Ciaia, 24
ang. Viale Conte di Cavour.

IN TRENO DA BARI
  Ferrovie del Sud-Est (dalla Stazione Centrale FS di Bari):
”direzione Martina Franca, Via Conversano”.

IN AEREO
 Aeroporto di Bari – Palese (Km.25).

Maggiori info e prenotazioni

e-mail: info@collettivowsp.org     cell: 328/1795463

Pellegrinaggio dei crociferi - Noicattaro 2011 (c) Lucia Perrotta

Workshop a Rio De Janeiro con Dario De Dominicis – dal 1 al 13 febbraio

Segnaliamo con piacere il nuovo workshop di Dario De Dominicis che si terrà dal 1 al 13 febbraio a Rio De Janeiro.

Questo nuovo workshop ci permetterà di vivere da vicino due eventi straordinari e di grande impatto visivo, in cui potremo respirare la magia e il mistero di una cultura poliedrica come quella brasiliana. Fotograferemo le cerimonie che si tengono per la festa di Iemanjá, divinità del mare, che segna una delle ricorrenze più importanti nel calendario del candomblé, il sincretismo religioso, nato al tempo degli schiavi, dalla fusione del cattolicesimo con le religioni animiste africane. Ci immergeremo poi nelle atmosfere surreali del carnevale, fotografando gli spettacolari preparativi che fervono in questo momento dell’anno. Ci lasceremo il tempo per scoprire fotograficamente Rio, cittá straordinaria che vibra di energia positiva, di ottimismo e di creativitá. Come in tutti i miei workshop scatteremo fotografie sul campo ogni giorno, affrontando quotidianamente l’editing delle immagini realizzate e prendendoci, ogni volta, il tempo che la Fotografia richiede per cogliere l’essenza dei momenti vissuti. Sarete aiutati ad osservare la realtà imparando ad andare oltre gli stereotipi di tipo turistico, per scoprire la vita sociale di una metropoli dove è ancora possible imbattersi in situazioni di grande intensitá fotografica e con una forte carica umana. Visiteremo alcune favelas avvicinandoci ad un mondo complesso ma estremamente interessante, fotograferemo la vita che anima le mitiche spiaggie carioca e trascorreremo anche un paio di giorni fuori Rio, per vivere e fotografare situazioni diverse da quelle che la città può offrire. Entreremo in un “quilombo”, le tradizionali comunitá fondate dagli schiavi che fuggivano dalle piantagioni e che, ancora oggi, conservano quasi intatta la loro integritá. Ci immergeremo nella vita quotidiana di queste persone la cui esistenza é ancora scandita da ritmi ancestrali. Sará, come sempre, un esperiienza indimenticabile in cui condividere momenti di vita e fotografia. (Dario De Dominicis)

(c) Dario De Dominicis

Info e contatti

Mail: dariophotosdd@gmail.com

Web: http://www.dariodedominicis.com/workshop.php

Salvador de Bahia e il Recôncavo bahiano: workshop fotografico con Dario De Dominicis

 
Dal 22 luglio al 3 Agosto la seconda edizione del workshop “Salvador de Bahia e il Recôncavo bahiano” tenuto dal fotografo Dario De Dominics
Situato a ovest di Salvador, il Recôncavo è una verde regione ricca di terre fertili che circonda la Baia de Todos Los Santos.
Fin dall’epoca coloniale quest’area è stata tra le migliori per la coltivazione del tabacco e della canna da zucchero, e ancora oggi è possibile ammirare i variopinti edifici che sono lì a testimoniare la ricchezza di storia e di tradizione tipiche di queste località.
In questo workshop entreremo in contatto con una delle regioni più belle e fotograficamente interessanti di tutto il Brasile. Faremo base a Cachoeira, deliziosa cittadina che si trova tra le colline sulle rive del Rio Paraguauçu. scelta perché viene considerata, da sempre, uno dei centri più importanti spiritualmente per il candomblé . Nei suoi “terreiros”, che sorgono in piccole case o capanne poco lontano dalla citt à, è possibile assistere a lunghe ed affascinanti cerimonie religiose. Naturalmente questa è solo una piccola parte dei 13 giorni che trascorreremo insieme per vivere e fotografare le magiche atmosfere di questa terra, scoprendo il calore e l’ospitalità della sua gente.
Ci accosteremo alla vita rurale di questa zona, delle famiglie che la abitano, e fotograferemo anche in alcuni accampamenti occupati dal mitico movimento dei Sem Terra. Visiteremo piccoli villaggi di pescatori dove ancora si pesca su delle piccole imbarcazioni a vela, seguendo il ritmo delle maree. Luoghi in cui la la vita quotidiana scorre ancora a misura d’uomo svelando momenti di grande bellezza ed intensit à che lasceranno il segno nelle nostre fotografie e non solo.
Ci prenderemo qualche giorno per visitare Salvador de Bahia, meta irrinunciabile, con la sua vitalità, i suoi mercati colorati e affollati di umanità, le attraenti spiagge, in cui abbondano le situazioni fotografiche. Scatteremo fotografie e faremo editing ogni giorno, sforzandoci di portare a casa immagini che siano forti ed espressive, ma che rivelino anche uno sguardo personale in cui leggere la visione di ogni studente.

info: www.dariodedominicis.com

(c) Dario De Dominicis