Imagine Landscapes: alla scoperta della fotografia di paesaggio con Daniele Zedda

WSP PHOTOGRAPHY PRESENTA “IMAGINE LANDSCAPE”: ALLA SCOPERTA DELLA FOTOGRAFIA DI PAESAGGIO.

WORKSHOP CON DANIELE ZEDDA: BRIEFING, USCITA FOTOGRAFICA, EDITING. 17 – 26 GIUGNO – 3 LUGLIO 2016
locandina_landscape

Imagine Landscape” propone un percorso formativo completo sulla fotografia paesaggistica.
Obiettivo finale è infatti quello fornire a tutti i partecipanti consapevolezza su tutto il processo di creazione dell’immagine attraverso teoria, esercitazione pratica sul campo e ottimizzazione del workflow di post-produzione.

Il workshop è organizzato in tre appuntamenti: un incontro introduttivo di briefing, un’uscita sul campo e un momento di editing in sede.
L’uscita, in particolare, sarà dedicata all’esplorazione del litorale roccioso a nord della capitale. Si impareranno a gestire e manipolare gli elementi di un paesaggio montano; cime rocciose e valli rigogliose caratterizzeranno le selvagge vedute dell’appenino abruzzese.

Obiettivo finale è infatti quello di trasmettere ai partecipanti le competenze e le tecniche per creazione di immagini di paesaggio d’impatto sia in fase di ripresa che di postproduzione.

PROGRAMMA DEL WORKSHOP


1 appuntamento: 17 giugno dalle 18.30 alle 20.30 presso WSP Photography.

Briefing: incontro conoscitivo, dettagli pratici e logistici sulla location, visione delle immagini di riferimento, valutazioni e consigli sull’attrezzatura.
Durata: 2 ore circa 


2 appuntamento: 26 giugno in location da concordare con il docente.

Uscita: scopo dell’uscita è l’apprendimento delle tecniche e nozioni di fotografia paesaggistica specifiche al tipo di scenario. La finalità dell’uscita pratica è quella di portare i partecipanti alla ideazione e creazione di immagini attraverso luce, forme e colori.
Durata: 6 ore circa.
La location sarà probabilmente in Abruzzo,al confine con il Lazio.


3 appuntamento: 3 luglio 2016 dalle 10 alle 17 presso WSP Photography

Editing: si editeranno e valuteranno insieme le foto e saranno forniti cenni di postproduzione con photoshop per apprendere come trattare e valorizzare al meglio le immagini realizzate.
Durata: 6 ore circa. 


COSTI E MODALITÀ DI PAGAMENTO

La quota di partecipazione al workshop è di euro 170,00 (150,00 per i possessori di WSP card e partecipanti ai corsi di Daniele Zedda) da versarsi in un’unica soluzione all’iscrizione o in due soluzioni, con un acconto di 100 euro al momento dell’iscrizione e la restante parte il primo giorno di lezione.
La quota non comprende i costi da sostenere per l’uscita (benzina e pedaggio autostradale). Sarà comunque possibile organizzarsi con il docente e con la classe per partire insieme e ottimizzare i costi e il numero di auto. 


MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE


Per iscriversi occorre inviare una mail a: info@collettivowsp.org
Numero minimo di partecipanti per attivare il workshop 4 – numero massimo: 6.

Docente Daniele Zedda è un fotografo e visual artist freelance specializzato in produzione e postproduzione fotografica e video. Guidato dall’amore per l’insegnamento, da anni, tiene corsi di fotografia digitale, post-produzione ed elaborazione di grafica bidimensionale presso Università e scuole specializzate. Potete visionare i suoi lavori sul suo sito: http://www.danielezedda.comhttp://www.500px.com/astragony.

 

Annunci

Workshop in Etiopia con Fausto Podavini

@ Fausto Podavini

@ Fausto Podavini

Il workshop in Etiopia a cura del fotografo Fausto Podavini, è pensato per tutti quelli che vogliono migliorare il proprio bagaglio fotografico affrontando sul campo vari aspetti della fotografia di reportage; dallapproccio alle varie situazioni, alla fase di scatto nonché alla fase di editing, con particolare riguardo alla fotografia di evento.

Il workshop nell’Etiopia del Nord alla sua seconda edizione, sarà centrato sul Timkat e la festa di S.Giorgio.

Il workshop avrà la durata di 12 giorni, (dal 17 Gennaio 2015 al 28 Gennaio 2015) ed oltre all’aspetto strettamente fotografico, particolare attenzione sarà dedicata all’editing delle fotografie scattate durante il giorno, così da poter affinare nel corso del viaggio una visione fotografica quanto più attenta e personale.

Pertanto il workshop, vedrà ogni giorno, non solo un intensa fase fotografica in cui i partecipanti verranno seguiti in prima persona ma anche un intensa fase di editing di quanto prodotto durante il giorno, che ci vedrà impegnati dalle prime luci dell’alba fino a notte.

Dodici giorni di fotografia full –time in un contesto bellissimo in cui andremo a vivere emozioni e sensazioni uniche, vivendo in prima persona i riti del Timkat e di S.Giorgio.

Per ricevere il programma nel dettaglio, e per qualsiasi domanda, curiosità e/o dubbi potete scrivere a:

fausto@faustopodavini.eu

Week-end felice al WSP: appuntamenti da non perdere

Venerdì 11 aprile ore 21.00
Per il ciclo “Gli occhi sulla città” in collaborazione con Marmorata 169: proiezione di “Good Buy Roma” di Gaetano Crivaro e Margherita Pisano.
Abbandonato da anni, chiuso, protetto e minacciato da un alto muro spinato, ricoperto da tanta polvere, l’edificio di Via del Porto Fluviale 12 era un  magazzino militare, di proprietà pubblica, uno di quei tanti scheletri che come funghi spuntano nel panorama cittadino. Era, perché oggi è qualcos’altro.Con gli anni e il lavoro la polvere è stata scacciata, il processo di degrado fermato, e la vita ha preso il suo posto. Dal 2 giugno 2003 vivono, in questo ex scheletro, circa 100 famiglie, provenienti da tre continenti. In 8 anni sono nati circa 40 bambini. Cosi la ex caserma è diventata non solo una casa, ma quasi una piccola città.
E’ consigliabile la prenotazione inviando una mail a: info@collettivowsp.org

Sabato 12 aprile ore 19-21
“Felicità liquida” – seminario introduttivo per un percorso di allenamento al nostro migliore stato d’animo.
Che cos’è la Felicità e, soprattutto, è possibile allenarsi a essere felici?
Quale Felicità nella nostra società liquida, per dirla con Z. Bauman, cioè fragile e carica di incertezze?
Nel corso del seminario la Dott.ssa Fulvia Tramontano ci parlerà della Felicità, questa parola magica su cui i pensatori di ogni epoca si sono interrogati, illustrandoci le caratteristiche di base, i “mattoni” del nostro benessere emotivo al fine di sperimentare direttamente una naturale attitudine mentale ad essere felici. “Tentare l’impossibile”, suggerisce Bauman, “dare le ali” a ciò che ci blocca a terra come un macigno, a questo rimandare e farsi condizionare da ciò che non dona la Felicità. Il seminario è rivolto a tutti coloro che desiderano favorire e coltivare emozioni felici, attraverso tecniche rigorose della psicologia applicata ai processi del cambiamento per migliorare l’approccio personale alle emozioni, per attingere alle proprie risorse e valorizzarle.
Per partecipare al seminario è necessario prenotarsi inviando una mail a: info@collettivowsp.org entrogiovedì 10 aprile.
Costo del seminario: 10 euro – comprensivo del “Cocktail per la felicità” (bevanda analcolica)

felicità liquida, seminario

felicità liquida, seminario

11-13 aprile Primo appuntamento del workshop “Storytelling e fotografia” con Marco Bulgarelli
Ultimi giorni per iscriversi al workshop con Marco Bulgarelli in partenza nel week-end. L’obiettivo del workshop, che unisce l’attività svolta in aula con la pratica di ripresa sul campo, è di trasmettere le nozioni teoriche e pratiche per affinare le rispettive capacità visive per realizzare un progetto fotografico personale. Particolare attenzione sarà rivolta all’organizzazione di un reportage d’autore. Durante il workshop insieme al fotografo Marco Bulgarelli saranno sviluppate in maniera pratica tutte le fasi del processo che porta alla creazione di un racconto per immagini: dalla scelta del soggetto alla strutturazione del lavoro, alle modalità di realizzazione, fino all’editing finale e alla post-produzione.
Sconto sulla quota di partecipazione per i proprietari WSP Card.

Marco Bulgarelli - Danubius

Marco Bulgarelli

 

La postproduzione nel ritratto fotografico: workshop 16 febbraio @WSP

Secondo incontro del ciclo dedicato al miglioramento delle tecniche di postproduzione. Questa volta ci concentreremo sul fotoritocco nella fotografia di ritratto.
Il workshop si svolgerà presso la sede dell’Associazione in Via Costanzo Cloro 58 (Metro B San Paolo) domenica 16 febbraio dalle 10 alle 17. Non è necessario aver frequentato il precedente incontro.Il workshop, rivolto a chi ha già una conoscenza base dei principali strumenti di postproduzione e ha già acquisito dimestichezza con i controlli base di Photoshop, ha lo scopo di fornire conoscenze avanzate per la gestione ed elaborazione delle immagini con particolare applicazione alla fotografia di ritratto. Quante volte infatti ci sarà capitato di avere bellissime fotografie di ritratto ma accorgerci che manca qualcosa per renderle perfette. Nei colori, nella luce, nella texture, nella correzione delle imperfezioni, per rendere i nostri soggetti ancora più affascinanti.

Argomenti del workshop:

  • tecniche avanzate di camera raw
  • tecniche di interpretazione di un raw a fine di post-produzione
  • maschere di livello e selezioni in photoshop
  • blending mode e blending options in photoshop
  • approfondimento dello strumento curve
  • approfondimento su filtri e strumenti utili al fotoritocco
  • colori e contrasto in ritrattistica
  • trucchi e tecniche per il fotoritocco

Il Workshop è diviso in una prima parte teorica e in una seconda parte pratica in cui gli studenti si eserciteranno sotto la supervisione del docente. È consigliabile portare con sé il proprio PC.

Costi e durata

Il Workshop è della durata di un giorno e si svolgerà presso la nostra sede in Via Costanzo Cloro 58(Metro B San Paolo) Domenica 16 febbraio 2014 con il seguente orario 10-13 / 14-17.

(c) Daniele Zedda

(c) Daniele Zedda

Il costo è di 80 euro comprensivo della tessera associativa annuale ENAL e 75 euro con WSP Card. Per iscriversi è necessario mandare una mail a: info@collettivowsp.org. Per informazioni sulle modalità e i tempi di pagamento contattaci una mail a info@collettivowsp.org o chiamando il numero +39 328.17.95.463

Numero minimo di iscritti per avviare il corso: 5 – Numero massimo di iscritti: 12

DocenteDaniele Zedda. E’ un giovane fotografo e visual artist freelance specializzato in produzione e post-produzione fotografica e video. Guidato dall’amore per l’insegnamento, da anni, tiene corsi di fotografia digitale, post-produzione ed elaborazione di grafica bidimensionale presso Università e scuole specializzate. Potete visionare i suoi lavori sul suo sito: www.danielezedda.com

“Costruire un reportage” Workshop con il fotoreporter Valerio Bispuri

workshop di reportage con Valerio Bispuri

workshop di reportage con Valerio Bispuri

L’Associazione Culturale WSP Photography presenta “Costruire un Reportage”. Workshop con Valerio Bispuri. Sabato 1 e Domenica 2 Febbraio.

Insieme a Valerio Bispuri sperimenteremo come costruire una storia fotografica immaginando i passaggi e affrontando gli ostacoli temporali e logistici che si incontrano nel percorso del racconto per immagini. Nel primo giorno di workshop analizzeremo come approcciare alla storia, come scegliere e affrontare il racconto che si vuole intraprendere, approfondendone l’aspetto “emotivo”, con l’idea che una grande fotografia non è mai casuale ma sempre frutto di un percorso interno, di una propria immagine interiore. Il secondo giorno sarà invece dedicato all’analisi dei lavori dei partecipanti e di alcuni grandi fotografi, per comprendere quali sono gli aspetti su cui lavorare e migliorare.

Programma e argomenti trattati:

– Come si costruisce un reportage: la fase progettuale, lo studio,, la ricerca e i contatti
– L’organizzazione e la comunicazione.
– La fase di scatto: quando e come scattare, le situazioni difficili
– Le diverse tipologie di reportage e lavoro sul campo: come lavorare in due giorni, in due mesi o in due anni
– L’editing e la post produzione
– La presentazione del lavoro: la pubblicazione sulle riviste, i concorsi, le mostre.
– Lettura portfolio dei partecipanti

Destinatari: Il workshop è indirizzato agli appassionati di fotografia di reportage e intende approfondire il concetto di progettazione, realizzazione ed editing.

Costi e durata
Il costo del workshop è di 150 euro (140 euro per i possessori WSP Card) comprensivi della tessera ENAL, da versarsi in un’unica soluzione.

Il workshop si terrà sabato 1 e domenica 2 febbraio dalle ore 10.00 alle ore 18.00 con un’ora di pausa pranzo. Il workshop si terrà presso la sede dell’Associazione WSP Photography in Via Costanzo Cloro, 58 – Metro B San Paolo.

Modalità di partecipazione
Per iscriversi occorre inviare una mail a info@collettivowsp.org.
Numero minimo di partecipanti per attivare il laboratorio: 5 – Numero massimo: 10.

Per info e prenotazioni: info@collettivowsp.org o  328 1795463 http://www.collettivowsp.org

Valerio Bispuri è nato a Roma nel 1971 dove vive. Ha una laurea in letteratura ed è stato un giornalista e un professionista fotoreporter dal 2001. Ha lavorato per alcune dei più importanti quotidiani e riviste italiani quali : L’Espresso, Venerdì di Repubblica e Internazionale.
Ha svolto un ampio lavoro in America Latina, in Africa e in Asia e in Medio Oriente. Ha esposto il suo lavoro in Italia, in Spagna e in Argentina. In Italia è stata esposta una mostra sui bassifondi di Ecuador a Lila presso l’Istituto Italiano – Latino-Americano di Roma.

Come fotografo freelance, negli ultimi nove anni, Valerio Bispuri ha documentato la vita in 74 prigioni di tutto il Sud America. Nel 2009 ha esposto le sue opere sulle carceri argentine presso il Centro Cultural Recoleta di Buenos Aires durante il Festival dei Diritti Umani.

Più di recente ha lavorato sugli effetti della droga “Paco” o la pasta di base di cocaina, che è fatta dal residuo di cocaina e mescolata con sostanze chimiche , polveri e o vetro e sta uccidendo molti giovani in Sud America. Il lavoro ha vinto il primo premio al POY Latam 2013. Valerio Bispuri ha inoltre vinto il primo premio nella categoria “Contemporary Issues” al Sony World Photography Awards 2013.

“IL SILENZIO DELLA MEMORIA”: WORKSHOP CON IVO SAGLIETTI

“IL SILENZIO DELLA MEMORIA” WORKSHOP CON IVO SAGLIETTI

“Quindi vennero la Seconda Guerra Mondiale, Hitler nelle nostre città e nelle nostre case. A ben guardare i fatti, le società europee, se non gli individui uno per uno, meritavano quel che stava loro capitando: il loro modo di vita valeva veramente troppo poco, basato com’era sull’egoismo da una parte e su ideali non più creduti
dall’altra.”
Albert Camus Febbraio 1946.

Il Workshop della durata di 7 giorni con partenza e ritorno in treno dall’Italia si realizzerà in Polonia, con soggiorno a Cracovia e riprese fotografiche nei campi di concentramento e sterminio di Auschwitz e Birkenau.
Il Treno della Memoria attraverserà l’Europa della deportazione: Austria, Germania, Repubblica Ceca.

Il workshop si articolerà in due momenti: ripresa fotografica nei campi di sterminio  di Auschwitz e Birkenau ed editing e discussione delle foto per farne un racconto e un reportage. Il workshop si realizzerà in collaborazione con l’associazione Terra del fuoco di Torino che ogni anno organizza il treno della memoria.
Per info e costi: ivosaglietti@gmail.com – tel: 3334007763
Scadenza iscrizioni: 10-1-14

workshop con Ivo Saglietti

workshop con Ivo Saglietti

Workshop intensivo di Fotografia di Scena

Associazione Culturale Cronos Film e TeatroeCritica, in collaborazione con Triangolo Scaleno/Teatri di Vetro 7 e Teatro Palladium/Romaeuropa

presenta

#2 Workshop intensivo di Fotografia di Scena

26, 27 e 28 aprile

Workshop di fotografia di scena – Fotografie di Futura Tittaferrante- ©tutti i diritti riservati

La testata giornalistica Teatro e Critica, in collaborazione con Triangolo Scaleno/Teatri di Vetro 7 e Teatro Palladium/Romaeuropa organizza la seconda edizione del workshop di fotografia di scena Teatri da attraversare, che si propone come spunto di riflessione sulla fotografia di scena e vuole fornire i mezzi di base per incontrarla. A Futura Tittaferrante va il compito di guidare gli allievi alla scoperta del rapporto fra teatro e fotografia, fra l’interiorità del fotografo e il mondo al di là del diaframma: fotografa professionista, ha all’attivo, fra le altre, le collaborazioni con il Volterra Teatro Festival, Vie Scena Contemporanea Festival, e, tra le varie compagnie, Accademia degli Artefatti, Ricci/Forte e Teatro delle Albe, oltre al lavoro con Cronos Film di promozione e comunicazione di eventi nell’ambito dell’audiovisivo.

Come si “guarda” uno spettacolo? E prima, come lo si “avvicina”? E poi, come lo si “ferma”? Il fotografo di scena è contemporaneamente uno spettatore e un narratore, a cui spetta il compito di inventare un proprio racconto, di tracciare un proprio ritratto.

Il corso prevede tre giornate da 8 ore di esercitazioni teoriche e una serata di esercitazione pratica con riprese fotografiche, tramite accredito, durante gli spettacoli teatrali del Festvial Teatri di Vetro nelle serate del 28, 29 e 30 aprile presso il Teatro Palladium.

Possono inoltre essere accordate nel corso dell’anno sedute di ripresa di spettacoli dal vivo legati alla danza e alla scena performativa.

In tali occasioni le immagini saranno revisionate, con suggerimenti per eventuali correzioni degli scatti, e selezionate per la costruzione di un proprio portfolio personale. Durante il corso gli allievi saranno stimolati a seguire un percorso di ricerca personale sulla fotografia di scena, individuando un tema di ricerca.

 

PROGRAMMMA
. Introduzione alle caratteristiche tecniche e concettuali della fotografia di scena. Le varie impostazioni formali e le possibilità di approccio e di sguardo sul teatro.

· Analisi delle differenti situazioni di ripresa e di lavoro

· Tecniche di ripresa nella fotografia di spettacolo: inquadratura, velocità, capacità di prefigurazione, discrezione, creatività. Obiettivi e luminosità nelle differenti situazioni.

· Il Rapporto tra teatro e fotografia. Elementi compositivi, tecniche, obiettivi, luci.

· L’”etica” del fotografo di scena: il rapporto con il palco, l’approccio emotivo con gli artisti e con lo spettacolo..

·Visione e commento di foto: fotografie di scena dei “maestri”.

· Il mestiere del fotografo di scena: rapporti con gli uffici stampa e immagini da inviare ai giornali.
Gallerie su web e immagini per le riviste.

Attrezzature necessarie: fotocamera reflex digitale o analogica, come obiettivi un normale e almeno un medio tele abbastanza luminosi, è consigliato portare il proprio computer portatile.

 

Luoghi e date del workshop

a Roma

Via Eurialo 102/104 presso la redazione TeatroeCritica | galleria interna Gelateria Splash

e Via Lucio Sestio 10, presso Lucha y Siesta, Casa Internazionale delle Donne X Municipio

in data 26, 27 e 28 aprile  dalle ore 11.00 alle 19.00, con un’ora di pausa pranzo

+ esercitazione pratica nelle serate del 28, 29 e 30 aprile

Costo complessivo del corso: 90 euro a iscrizione

 

PER TUTTE LE INFO & CONTATTI
http://www.teatroecritica.net

redazione@teatroecritica.net
tel. 349 3749303

I riti arborei: workshop a cura di WSP Photography per il maggio di Accettura

Il maggio di Accettura Workshop con WSP

Il maggio di Accettura Workshop con WSP

Ancora pochi giorni per prenotarsi al workshop organizzato dal Collettivo WSP. 5 giorni immersi nella fotografia e nei riti di una delle feste italiane più interessanti e coinvolgenti.

L’Associazione Culturale WSP Photography presenta “I riti arborei: La festa del Maggio di Accettura (MT)”. Workshop fotografico dal 17 al 21 Maggio 2013
La festa del Maggio di Accettura è un antico rito arboreo che si celebra ogni anno ad Accettura, un paese di montagna di poco più di duemila abitanti in provincia di Matera, ai confini delle Dolomiti Lucane. La festa è ricca di aspetti antropologici, sociologici e religiosi: un rito propiziatorio di fertilità e fecondità per la terra e il raccolto, ritualità cristiana e pagana allo stesso tempo.
Si tratta di un rito nuziale che dura diverse settimane e che culmina durante i giorni di Pentecoste, quando il tronco di un cerro – il Maggio – e la cima di un agrifoglio vengono fatti unire in matrimonio. Il Maggio di Accettura è ritenuta dall’UNESCO una delle più belle feste del Mediterraneo. Ogni anno centinaia di emigrati tornano ad Accettura per partecipare alla Festa molti sono ragazzi e ragazze figli di emigrati che pur non essendo nati ad Accettura sentono molto forte il legame con la festa.

Accanto alla guida del fotografo Fausto Podavini, vincitore del World Press Photo 2013 e docente dei laboratori dell’Associazione WSP Photography, e insieme al Collettivo WSP, fotograferemo i principali eventi della festa alternando per tutta la durata del workshop fasi di scatto a fasi di editing collettivo delle fotografie realizzate.

Programma

Venerdì 17 maggio

Arrivo ad Accettura, sistemazione in appartamento. Presentazione del workshop. Cena

Sabato 18 maggio

Iniziano le celebrazioni del rito, il Maggio viene trascinato dal bosco di Montepiano verso il paese da diverse coppie di buoi e dai “Maggiaioli” che hanno provveduto a togliere i rami e la corteccia dal tronco.

Domenica 19 maggio

Nei boschi di Gallipoli-Cognato viene tagliata la cima e traspostata in spalla dai “Cimaioli” fino al paese. Il trasporto della Cima dura un’intera giornata ed è accompagnato da musica, balli, il bere vino “ a garganella” e frequenti soste per mangiare le specialità lucane preparate appositamente.

Lunedì 20 maggio

Il lunedì di Pentecoste è dedicato alla lavorazione del Maggio e al suo innalzamento nella piazza di San Vito non appena la cima sarà innestata ed il matrimonio compiuto. Maggiaioli e Cimaioli lavorano insieme, tutto è diretto dagli anziani più esperti. Tutto il lavoro viene svolto solo con l’ausilio di forza fisica e di grosse funi.

Martedì 21maggio

Il giorno di Pentecoste avviene il matrimonio, I maggiaioli innalzano il maggio a circa 75° e si dirigono in processione a prendere la statua di San Giuliano, santo protettore di Accettura. La devozione per il santo è molto forte e tutta la festa è a lui dedicata. Quando la processione giunge in piazza, la statua di San Giuliano viene posta su un piedistallo di pietra e i lavoratori dedicano l’innalzamento al Santo protettore ponendolo in verticale. Il rito è compiuto e la sua conclusione vedrà gli “scalatori”  cimentarrsi nella scalata del “maggio”.

Organizzazione del viaggio 

Appuntamento ad Accettura nel tardo pomeriggio del 17 Maggio oppure possibiltià di organizzare insieme il viaggio in macchina da Roma. Il workshop termina la sera del 21 maggio. Accanto alla guida di Fausto Podavini vincitore del World Press Photo 2013 e docente dei laboratori di reportage organizzati dall’Associazione WSP Photography ci sarà il supporto dei fotografi del collettivo WSP.

Costi e modalità di partecipazione

Il workshop è aperto a tutti. Possibilità di partire insieme da Roma oppure appuntamento ad Accettura nel tardo pomeriggio del 17 maggio. Il workshop si conclude la sera del 21 maggio. Costo del workshop: 500 euro – da versare in unica quota o in due quote. La quota di partecipazione comprende:

  • pernotto e prima colazione in appartamento da due persone da venerdì 17 maggio a martedì 21 maggio;
  • cena del 17 maggio
  • guida agli eventi fotografici;
  • sessioni di editing in itinere delle foto realizzate
  • tesseramento annuale WSP card 2013

La quota non comprende il vitto e i costi di trasporto per e da Accettura e tutto quello non precedentemente espresso. Numero minimo di partecipanti 3, numero massimo 6.

Per questioni organizzative si raccomanda di comunicare la propria adesione entro il 15 aprile.

Per info e prenotazione: info@collettivowsp.org o  328 1795463

Progetto Visivo e Reportage: Workshop a cura di Salvatore Sanna presso WSP

WSP Photography

presenta

PROGETTO VISIVO e REPORTAGE”

8 – 9 marzo 2013

A cura di Salvatore Sanna

Progetto Visivo e Reportage

Progetto Visivo e Reportage

Il workshop, della durata di due giorni, è indirizzato ad appassionati di fotografia (analogica o digitale) che, in possesso di una buona conoscenza della teoria e della tecnica, desiderano ampliare la loro esperienza nell’ambito delle tecniche di composizione e comunicazione visiva.

E’ previsto che i partecipanti abbiano un progetto fotografico da sottoporre ad editing.

8 marzo ore 18:00-22:00
Programma del primo giorno

– Il processo della comunicazione;
– Il processo della visione;
– Schemi visivi e principi di composizione;
– Le “Abilità” ed il “pertorio”;
– La costruzione del reportage;

– L’immagine singola, la serie, la sequenza;
– Editing e presentazione delle immagini.

 

9 marzo ore 10:00 – 17:00
Programma del secondo giorno:

– Le immagini ed i book fotografici proposti e presentati dai partecipanti, costituiscono la base di discussione comune dove ritrovare le nozioni affrontate nella prima giornata;

– L’obiettivo conclusivo è quello di valutare ed organizzare sequenze e progetti fotografici presentati, sia rispetto alla forza ed al valore dei contenuti, sia riguardo all’efficacia ed alla precisione del linguaggio visivo utilizzato.

Gli incontri sono aperti ad un numero massimo di 10 partecipanti che proporranno i loro reportage.

Salvatore Sanna

Salvatore Sanna si occupa di fotografia a livello professionale dal 1968. Insegna dal 1971.  Docente di “Teoria e Tecnica Fotografica” e “Comunicazione Visiva” ha insegnato presso  L’Istituto Professionale F. Santi, l’Istituto Europeo di Design, l’Istituto Superiore di Fotografia ed ha collaborato con varie realtà didattiche romane. Ha curato, tra l’altro, la produzione di alcuni importanti avvenimenti fotografici romani: la mostra “Lessico Cittadino”, tenuta a Palazzo Braschi; “Sviluppi non Premeditati”, con Polaroid al Palazzo delle Esposizioni; varie mostre con l’Ente Fiera di Roma (Casa Idea, Roma Ufficio, ecc). Ha curato – in veste di Photomaker – nuove forme di collaborazione multimediale (foto/video/musica) tra cui “Storie Metropolitane” e “Barricate”, in collaborazione con “Controchiave”, andati in scena presso il teatro “Sala Uno”.

Ha curato con “MakeNoise”, la mostra “Roma: quando l’immigrazione produce”, presso il Museo di Roma in Trastevere. Attualmente collabora come docente di “Comunicazione e Progettazione Visiva” con l’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata, con il gruppo “SpazioFARE”, con “Zone d’Ombra” e con l’associazione “MakeNoise” (realizzazione di eventi, mostre, corsi, ecc). Segue giovani fotografi nell’allestimento di mostre o in presentazioni di tipo editoriale.

Costo del Workshop:

120 euro  comprensivi della tessera associativa ENAL obbligatoria per i non iscritti all’associazione pagabili in un’unica soluzione
110 euro per i soci con WSP card

e’ possibile inoltre partecipare al workshop, entrambe le giornate, come uditore senza presentare nessun portfolio, al costo di 80 euro.

Numero minimo di partecipanti per attivare il Workshop: 6
Per prenotarsi occorre inviare una mail a info@collettivowsp.org 
Per tutte le informazioni scrivere una mail o contattare il numero 328/1795463

Presentazione Workshop fotografico e incontro con Paolo Marchetti: 19 settembre ore 19:00 @ WSP Photography

Associazione Culturale WSP Photography

presenta

Photo Reportage
La Costruzione del Progetto Fotografico

Presentazione del Workshop fotografico con Paolo Marchetti
19 settembre ore 19:00

WSP Photography
Via Costanzo Cloro 58 (Metro B San Paolo)

(c) Paolo Marchetti

(c) Paolo Marchetti


Il workshop “PHOTO REPORTAGE”con Paolo Marchetti  ha l’obiettivo di approfondire tutte le fasi necessarie alla costruzione di un reportage. Non una simulazione, ma la realizzazione concreta di un servizio, dalla fase di previsualizzazione al confezionamento di un racconto per immagini. Particolare attenzione verrà dedicata agli aspetti etici del gesto fotografico, alla traducibilità visiva dell’intenzione narrativa fino al cuore della costruzione della propria identità fotografica: l’editing.

Il workshop sarà strutturato su due fondamentali fasi, la sessione fotografica che si svolgerà  realizzando un reportage in Cambogia e la sessione didattica, affrontando l’organizzazione del corpo di lavoro, suddiviso in tutti i passaggi necessari. “PHOTO REPORTAGE” è stato concepito e dedicato a coloro che intendono affrontare la tradizione del racconto fotografico, perdendosi nel viaggio, fuori e dentro la tecnica, tra disciplina e istinto.

LA  LOCATION

Siem Reap è una delle più famose città della Cambogia, capoluogo dell’omonima provincia. La città è ubicata tra le rovine di Angkor Wat ed il grande Lago di Tonle Sap, nel nord-ovest del Paese. Il centro storico è attraversato dal fiume Siem Reap, lungo 83 km, che nasce dall’altopiano collinare di Phnom Kulen posto a 487 mt. e incluso nell’omonimo Parco Nazionale, al cui interno si trovano cascate immerse nella foresta, antichi templi, bassorilievi scolpiti nel fiume e un budda coricato sulla cima della collina più elevata. Siem Reap è spesso la principale attrazione per i visitatori della Cambogia e si è trasformata da una tranquilla cittadina di provincia a vero punto di partenza per respirare il paese e comprenderne il variegato stile di vita, dalla campagna ai villaggi galleggianti.

Nella parte didattica che precede la partenza verrà discussa la storia che fotograferemo e che sarà  il  campo dove applicheremo “Il Metodo”.

 

Programma del Workshop

Il workshop si divide in 3 fasi: una prima fase didattica di preparazione al progetto in aula, la fase di realizzazione sul campo in Cambogia della durata di 10 giorni, la fase finale di editing e ultimazione del progetto in aula.

Durante la presentazione vi sarà illustrato il programma completo, le date di svolgimento, i dettagli tecnici e logistici nonché i relativi costi e modalità di partecipazione.

Paolo Marchetti

Paolo Marchetti nasce a Roma nel 1974, lavora come tecnico di ripresa cinematografica, per oltre dodici anni, al fianco di alcuni tra i più autorevoli direttori della fotografia italiani e stranieri, e inizia in contemporanea i suoi studi fotogiornalistici prestando particolare attenzione alle tematiche politiche ed antropologiche. Ha raccontato storie in tutto il mondo  in Brasile, Centro America, Cuba, Haiti, Stati Uniti, Europa dell’est, India, centro Africa, Cina ed ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali come il PDN, Il Best of Photojournsalism, il Grand Prix de Paris noto come PX3, l’IPA, inoltre ha ottenuto un secondo posto al Sony World Photography Award con un reportage  all’interno delle carceri minorili nel Centro America e il prestigioso Getty Images Grant for Editorial Photography con il progetto “Fever – The Awakening of European Fascism”

La partecipazione alla presentazione è gratuita e riservata ai soci ENAL WSP Photography. E’possibile associarsi il giorno della presentazione. Costo della tessera ENAL 2012 3 euro.