Il museo fotografico di Siauliai

Questa estate siamo tornati nelle Repubbliche Baltiche, toccando varie tappe tra Lituania, Lettonia ed Estonia alla scoperta di questi meravigliosi paesi e della loro cultura.

In visita a Siauliai, una piccola cittadina dell’entroterra Lituano, famosa soprattutto per la sua Collina delle croci, una piccola altura su cui si ergono oltre quattrocentomila  croci piantate per devozione dai pellegrini secondo una tradizione popolare che dura da alcuni secoli, abbiamo scoperto un piccolo tesoro.

Il Fotografijos muziejus è un piccolo angolo di paradiso. Dispone di un’ampia galleria espositiva, dedicata ad ospitare mostre di artisti locali e internazionali, un piccolo bookshop che è affiancato da una splendida e ben nutrita biblioteca fotografia.
Davvero utile per tutti gli amanti e studiosi della fotografia, che possono così accedere ad un nutrito catalogo di testi e ampliare le proprie conoscenze.

La sala dedicata ai laboratori è molto bella, apprendiamo che sono tante le attività formative organizzate dal museo e tantissime attività sono dedicate ai più piccoli.

Al momento della nostra visita abbiamo trovato esposta la mostra “Požiūris į senovinę fotografiją” (L’approccio ad una vecchia fotografia) che comprende tredici diverse generazioni di autori lituani e stranieri che reinterpretano con nuovi linguaggi antiche fotografie.

Tra gli autori in mostra, a noi sconosciuti, anche un italiano Maurizio Anzeri.

Ma il pezzo top della struttura è sicuramente il roof garden. Una bellissima terrazza dedicata ad ospitare eventi che assicura una splendida vista sulla strada principale della città, e che ospita inoltre una camera oscura e diversi visori “pinhole” attraverso cui guardare la città.

Se state pensando ad un viaggio in Lituania, vi consigliamo di includere anche questa tappa (Siauliai dista circa 210 km dalla capitale Vilnius).
Tenete sott’occhio il sito del museo per conoscere gli eventi in programma.

fotografie di Daniela Silvestri – WSP photography

Annunci

Viaggio a Istanbul dal 28 dicembre al 3 gennaio con WSP

© Lucia Perrotta

© Lucia Perrotta

Capodanno fotografico a Istanbul!

L’Associazione Culturale WSP Photography presenta il viaggio a Istanbul dal 28 dicembre al 3 gennaio 2015.

Un viaggio alla scoperta di una delle città più affascinanti al mondo, l’unica ad essere divisa tra due continenti. Ci addentreremo nelle sue atmosfere uniche tra Oriente e Occidente: dai quartieri fulcro della vita culturale di Beyoglu a quelli storici di Sulthanhamet, dai quartieri a ovest della città più conservatori e ricchi di luoghi sacri, a quelli vivaci e moderni della parte asiatica. Sei giorni a cavallo del nuovo anno in cui condivideremo i nostri personali sguardi, gli incontri, le atmosfere, intendendo la fotografia come mezzo di conoscenza e integrazione.

Per ricevere il programma completo e conoscere i costi, mandaci una mail a info@collettivowsp.org

I riti arborei: workshop a cura di WSP Photography per il maggio di Accettura

Il maggio di Accettura Workshop con WSP

Il maggio di Accettura Workshop con WSP

Ancora pochi giorni per prenotarsi al workshop organizzato dal Collettivo WSP. 5 giorni immersi nella fotografia e nei riti di una delle feste italiane più interessanti e coinvolgenti.

L’Associazione Culturale WSP Photography presenta “I riti arborei: La festa del Maggio di Accettura (MT)”. Workshop fotografico dal 17 al 21 Maggio 2013
La festa del Maggio di Accettura è un antico rito arboreo che si celebra ogni anno ad Accettura, un paese di montagna di poco più di duemila abitanti in provincia di Matera, ai confini delle Dolomiti Lucane. La festa è ricca di aspetti antropologici, sociologici e religiosi: un rito propiziatorio di fertilità e fecondità per la terra e il raccolto, ritualità cristiana e pagana allo stesso tempo.
Si tratta di un rito nuziale che dura diverse settimane e che culmina durante i giorni di Pentecoste, quando il tronco di un cerro – il Maggio – e la cima di un agrifoglio vengono fatti unire in matrimonio. Il Maggio di Accettura è ritenuta dall’UNESCO una delle più belle feste del Mediterraneo. Ogni anno centinaia di emigrati tornano ad Accettura per partecipare alla Festa molti sono ragazzi e ragazze figli di emigrati che pur non essendo nati ad Accettura sentono molto forte il legame con la festa.

Accanto alla guida del fotografo Fausto Podavini, vincitore del World Press Photo 2013 e docente dei laboratori dell’Associazione WSP Photography, e insieme al Collettivo WSP, fotograferemo i principali eventi della festa alternando per tutta la durata del workshop fasi di scatto a fasi di editing collettivo delle fotografie realizzate.

Programma

Venerdì 17 maggio

Arrivo ad Accettura, sistemazione in appartamento. Presentazione del workshop. Cena

Sabato 18 maggio

Iniziano le celebrazioni del rito, il Maggio viene trascinato dal bosco di Montepiano verso il paese da diverse coppie di buoi e dai “Maggiaioli” che hanno provveduto a togliere i rami e la corteccia dal tronco.

Domenica 19 maggio

Nei boschi di Gallipoli-Cognato viene tagliata la cima e traspostata in spalla dai “Cimaioli” fino al paese. Il trasporto della Cima dura un’intera giornata ed è accompagnato da musica, balli, il bere vino “ a garganella” e frequenti soste per mangiare le specialità lucane preparate appositamente.

Lunedì 20 maggio

Il lunedì di Pentecoste è dedicato alla lavorazione del Maggio e al suo innalzamento nella piazza di San Vito non appena la cima sarà innestata ed il matrimonio compiuto. Maggiaioli e Cimaioli lavorano insieme, tutto è diretto dagli anziani più esperti. Tutto il lavoro viene svolto solo con l’ausilio di forza fisica e di grosse funi.

Martedì 21maggio

Il giorno di Pentecoste avviene il matrimonio, I maggiaioli innalzano il maggio a circa 75° e si dirigono in processione a prendere la statua di San Giuliano, santo protettore di Accettura. La devozione per il santo è molto forte e tutta la festa è a lui dedicata. Quando la processione giunge in piazza, la statua di San Giuliano viene posta su un piedistallo di pietra e i lavoratori dedicano l’innalzamento al Santo protettore ponendolo in verticale. Il rito è compiuto e la sua conclusione vedrà gli “scalatori”  cimentarrsi nella scalata del “maggio”.

Organizzazione del viaggio 

Appuntamento ad Accettura nel tardo pomeriggio del 17 Maggio oppure possibiltià di organizzare insieme il viaggio in macchina da Roma. Il workshop termina la sera del 21 maggio. Accanto alla guida di Fausto Podavini vincitore del World Press Photo 2013 e docente dei laboratori di reportage organizzati dall’Associazione WSP Photography ci sarà il supporto dei fotografi del collettivo WSP.

Costi e modalità di partecipazione

Il workshop è aperto a tutti. Possibilità di partire insieme da Roma oppure appuntamento ad Accettura nel tardo pomeriggio del 17 maggio. Il workshop si conclude la sera del 21 maggio. Costo del workshop: 500 euro – da versare in unica quota o in due quote. La quota di partecipazione comprende:

  • pernotto e prima colazione in appartamento da due persone da venerdì 17 maggio a martedì 21 maggio;
  • cena del 17 maggio
  • guida agli eventi fotografici;
  • sessioni di editing in itinere delle foto realizzate
  • tesseramento annuale WSP card 2013

La quota non comprende il vitto e i costi di trasporto per e da Accettura e tutto quello non precedentemente espresso. Numero minimo di partecipanti 3, numero massimo 6.

Per questioni organizzative si raccomanda di comunicare la propria adesione entro il 15 aprile.

Per info e prenotazione: info@collettivowsp.org o  328 1795463

Presentazione Workshop fotografico e incontro con Paolo Marchetti: 19 settembre ore 19:00 @ WSP Photography

Associazione Culturale WSP Photography

presenta

Photo Reportage
La Costruzione del Progetto Fotografico

Presentazione del Workshop fotografico con Paolo Marchetti
19 settembre ore 19:00

WSP Photography
Via Costanzo Cloro 58 (Metro B San Paolo)

(c) Paolo Marchetti

(c) Paolo Marchetti


Il workshop “PHOTO REPORTAGE”con Paolo Marchetti  ha l’obiettivo di approfondire tutte le fasi necessarie alla costruzione di un reportage. Non una simulazione, ma la realizzazione concreta di un servizio, dalla fase di previsualizzazione al confezionamento di un racconto per immagini. Particolare attenzione verrà dedicata agli aspetti etici del gesto fotografico, alla traducibilità visiva dell’intenzione narrativa fino al cuore della costruzione della propria identità fotografica: l’editing.

Il workshop sarà strutturato su due fondamentali fasi, la sessione fotografica che si svolgerà  realizzando un reportage in Cambogia e la sessione didattica, affrontando l’organizzazione del corpo di lavoro, suddiviso in tutti i passaggi necessari. “PHOTO REPORTAGE” è stato concepito e dedicato a coloro che intendono affrontare la tradizione del racconto fotografico, perdendosi nel viaggio, fuori e dentro la tecnica, tra disciplina e istinto.

LA  LOCATION

Siem Reap è una delle più famose città della Cambogia, capoluogo dell’omonima provincia. La città è ubicata tra le rovine di Angkor Wat ed il grande Lago di Tonle Sap, nel nord-ovest del Paese. Il centro storico è attraversato dal fiume Siem Reap, lungo 83 km, che nasce dall’altopiano collinare di Phnom Kulen posto a 487 mt. e incluso nell’omonimo Parco Nazionale, al cui interno si trovano cascate immerse nella foresta, antichi templi, bassorilievi scolpiti nel fiume e un budda coricato sulla cima della collina più elevata. Siem Reap è spesso la principale attrazione per i visitatori della Cambogia e si è trasformata da una tranquilla cittadina di provincia a vero punto di partenza per respirare il paese e comprenderne il variegato stile di vita, dalla campagna ai villaggi galleggianti.

Nella parte didattica che precede la partenza verrà discussa la storia che fotograferemo e che sarà  il  campo dove applicheremo “Il Metodo”.

 

Programma del Workshop

Il workshop si divide in 3 fasi: una prima fase didattica di preparazione al progetto in aula, la fase di realizzazione sul campo in Cambogia della durata di 10 giorni, la fase finale di editing e ultimazione del progetto in aula.

Durante la presentazione vi sarà illustrato il programma completo, le date di svolgimento, i dettagli tecnici e logistici nonché i relativi costi e modalità di partecipazione.

Paolo Marchetti

Paolo Marchetti nasce a Roma nel 1974, lavora come tecnico di ripresa cinematografica, per oltre dodici anni, al fianco di alcuni tra i più autorevoli direttori della fotografia italiani e stranieri, e inizia in contemporanea i suoi studi fotogiornalistici prestando particolare attenzione alle tematiche politiche ed antropologiche. Ha raccontato storie in tutto il mondo  in Brasile, Centro America, Cuba, Haiti, Stati Uniti, Europa dell’est, India, centro Africa, Cina ed ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali come il PDN, Il Best of Photojournsalism, il Grand Prix de Paris noto come PX3, l’IPA, inoltre ha ottenuto un secondo posto al Sony World Photography Award con un reportage  all’interno delle carceri minorili nel Centro America e il prestigioso Getty Images Grant for Editorial Photography con il progetto “Fever – The Awakening of European Fascism”

La partecipazione alla presentazione è gratuita e riservata ai soci ENAL WSP Photography. E’possibile associarsi il giorno della presentazione. Costo della tessera ENAL 2012 3 euro.

 


Sulle orme di Jani: Viaggio fotografico in Lituania e Lettonia 14-19 giugno 2012

Immagine

Viaggio fotografico in Lituania e Lettonia alla scoperta delle Repubbliche Baltiche
Tra modernità e tradizione

Giovedì 14 giugno 2012 – Martedì 19 giugno 2012

(c) Riga - Daniela Silvestri

(c) Riga - Daniela Silvestri

Il viaggio fotografico è rivolto a tutti coloro che vogliano immergersi cinque giorni nell’atmosfera dei Paesi Baltici, assaporandone da una parte la vita moderna e l’atmosfera bohémien e stravagante che contraddistingue la Capitale Lituana, e dall’altra la tradizione e il folclore lettone seguendo i riti e le celebrazioni nei giorni antecedenti Jani,  una delle feste nazionali più importanti della Lettonia che si celebra ogni anno in corrispondenza del Solstizio d’Estate.

Destinatari

Il Viaggio fotografico è rivolto a tutti i viaggiatori fotografi, professionisti e non, amanti del reportage fotografico etnografico e di viaggio. L’impostazione prevede infatti di dedicare molto tempo alla fotografia di strada e d’architettura, alla ricerca di particolari e situazioni insolite e in grado di descrivere le atmosfere e le caratteristiche delle due città e della gente. L’evento scelto, cui ci approcceremo con lo stile e le modalità tipiche del reportage sociale, ci vedrà impegnati a seguire i festeggiamenti dedicati al solstizio d’estate cercando di carpirne sfumature, antiche tradizioni e  il folclore tipico di quelle terre. Il viaggio sarà occasione per affinare la propria tecnica fotografica e, per gli amanti del genere, cimentarsi con l’utilizzo di macchine fotografiche vintage-lomo, per raccontare ancora meglio l’atmosfera retrò del Baltico.
Al rientro a Roma verrà dedicata un’intera giornata all’editing del viaggio, cercando di tirare fuori una selezione che ne racconti i momenti salienti e fornendo supporto per la scansione delle pellicole.

 Programma

Giovedì 14 giugno  – Venerdì 15 giugno
Vilnius: Città Vecchia e Ghetto ebraico

Un paese che colloca in un luogo importante una statua alla memoria di Frank Zappa, per la precisione nel centro di Vilnius, merita di essere visitato.

Il primo giorno quindi ci perderemo tra i vicoli e le tortuose stradine della città Vecchia, tra le botteghe di ambra e lino, cercando di fotografarne la particolare architettura, tra le declinazioni barocche e le influenze sovietiche, mentre il secondo giorno sarà dedicato alla visita al quartiere ebraico, tra la Grande Sinagoga e i viottoli del piccolo Ghetto e le molteplici chiese ortodosse sparse per la città.

Sabato 16  – Domenica 17 Giugno
Riga (JĀŅU IELĪGOŠANA)

Partenza in Pullman da Vilnius destinazione Riga.
Riga è da sempre considerata la “grande città” dei Paesi Baltici: dinamica e vivace, caratterizzata da una particolare architettura art nouveau e da un centro storico dichiarato patrimonio UNESCO, Riga vanta un’elegante e stravagante bellezza senza tempo, sospesa tra nuovo e moderno.

Una volta sistemati è possibile raggiungere il Museo Etnografico Lettone all’aperto ed iniziare a seguire i festeggiamenti in onore di Jani che occuperanno tutto il week end.

Lunedì 18 giugno – L’antico mercato di Riga

Probabilmente in ogni grande città il mercato centrale rappresenta uno dei luoghi più affascinanti e pittoreschi. A questa regola non fa eccezione Riga, il cui mercato centrale, Centrāltirgus, è uno dei più originali e caratteristici in Europa. Il mercato centrale di Riga ha una storia antichissima.

Martedì 19 giugno
Partenza per Roma

Editing
Al rientro a Roma saranno dedicate giornate all’editing delle foto scattate con selezione finalizzata alla creazione di un racconto fotografico che narri le caratteristiche principali delle due città e gli aspetti salienti del viaggio. L’editing si svolgerà presso la sede dell’associazione WSP Photography con giorni e orari da concordare con i partecipanti.

Informazioni Pratiche

Il programma, per quanto stabilito, può subire leggere modifiche in itinere.

Documenti necessari: Entrambi i paesi fanno parte dell’Unione Europea per cui come documento è sufficiente la carta d’identità valida per l’espatrio o il Passaporto.

Cambio: Entrambe le Repubbliche non hanno ancora aderito all’Euro. La moneta nazionale lituana resta il litas (LTL), con un rapporto di cambio fisso con l’euro. 1 LTL = 0,30 EUR; 1 EUR = 3,45 LTL mentre quella lettone resta il lats, a parità fissa. 1 lats = 1,45 euro; 1 euro = 0,70 lati. E’ consigliabile Portare con sé una (o più) carta di credito internazionale o ricaricabiel per pagare i conti degli alberghi e dei ristoranti e gli acquisti nei grandi negozi. Per prelevare contanti, vi sono bancomat sparsi per le città.

Il viaggio è organizzato dall’associazione culturale WSP Photography.

Per informazioni su costi e modalità di partecipazione e per ricevere il programma completo inviare una mail a info@collettivowsp.org

Questo slideshow richiede JavaScript.

La settimana Santa in Puglia: Workshop e Viaggio fotografico dal 5 all’8 Aprile 2012

Associazione Culturale WSP Photography

presenta

La settimana Santa in Puglia

Workshop e Viaggio fotografico dal 5 all’8 Aprile 2012

L’Associazione Culturale WSP Photography propone per il secondo anno un viaggio fotografico alla scoperta degli antichi riti quaresimali della Puglia, dove tutti gli anni la sacra liturgia rivive nelle tradizionali processioni della Settimana Santa. Per la settimana Santa del 2012 abbiamo scelto Noicattaro, tranquilla cittadina a sud di Bari le cui origini risalgono al periodo neolitico. Assisteremo alle accensioni dei falò sui sagrati delle chiese, simbolo e rito propiziatorio per il raccolto nei campi. Seguiremo la processione dei crociferi del giovedì santo e le suggestive processioni notturne del Naka, dell’Addolorata e dei Misteri, in un percorso di religiosità e misticismo, fede e ritualità, carico di emozioni, legato ad un patrimonio di tradizioni gelosamente conservato dalle confraternite locali. Accanto alla guida del fotografo Fausto Podavini, docente dei corsi organizzati dall’Associazione WSP Photography e dei fotografi del Collettivo WSP fotograferemo e condivideremo le immagini alternando le fasi di scatto a quelle di editing collettivo.

Programma*

Giovedì 5 Aprile

Accensione del falò Sul sagrato della chiesa della Madonna della Lama bruceranno nella notte ceppi secchi depositatidai cittadini durante la quaresima a propiziare il raccolto nei campi.

Processione del primo crocifero “Craocia Vecchie” il crocifero più anziano detiene il privilegio di essere accompagnato da una piccola folla,circondato da fiaccole e da “trozzue” (dalle raganelle di legno) trascinate dai bambini.

Pellegrinaggio dei crociferi per gli altari della “Reposizione”. Raggiungono i “S-bbulcr”(i sepolcri, gli altari delle varie chiese), attraversano in ginocchio la navata della chiesa, dopo aver deposto sul portale la croce e si danno “La disciplina”,fustigando gli omeri con la catena di ferro, che per strada portano alla caviglia.

Venerdì 6 Aprile

Processione della Naka Viene chiamata “processione della Naka” quella del Cristo morto e deposto dallaCroce la quale viene portata a passo alternato e lento in modo da creare un andatura cullante.

Sabato 7 Aprile

Processione dell’Addolorata Alle due di notte del sabato, spenta l’illuminazione con le strade immerse nel chiarore della notte e delfioco riverbero dei ceri rossi, accesi su tutti i balconi, dalla chiesa Madre parte la seconda processione. E’ l’Addolorata, circondata dalle donne velate di lutto e dai crociferi, attraversa tutte le strade, da una chiesa all’altra, in cerca del Figlio. Il sole e’ gia’ alto nel cielo, quando dopo un percorso davvero faticoso sul sagrato della chiesa Madre “I viacroci” vanno a baciare il manto della Madonna, concludendo il percorso penitenziale.

Processione dei misteri

E’ l’ultima processione, quella dei misteri, nel pomeriggio del sabato. Tutta la passione di cristo con i personaggi che lo seguirono sul gogota sfila in una composta e lunghissima rappresentazione.

Domenica 8 Aprile

Sessione di Editing finale

* Info da www.settimanasantainpuglia.it.Il programma può subire delle variazioni e non si esclude la possibiltà di fotografare uteriori eventi e manifestazioni nei dintorni di Noicattaro.

Costi e modalità di partecipazione

 Il viaggio è aperto a tutti. Possibilità di partire insieme da Roma oppure appuntamento a Noicattaro nel primo pomeriggio del 5 Aprile. Saremo insieme fino alla mattinata di domenica 8 aprile.

 Costo del viaggio: 300 euro – da versare in unica quota o rateizzabili.  La quota comprende:

  • pernotto e prima colazione in b&b oppure hotel a tre stelle in camera doppia da giovedì 5 a domenica 8 Aprile;

  • guida agli eventi fotografici;

  • sessioni di editing in itinere delle foto realizzate

  • sessione di editing finale a Roma.

La quota non comprende il vitto e i costi di trasporto per e dalla Puglia. Per chi vorrà restare anche la giornata di domenica 8 proseguiremo le sessioni di editing delle foto realizzate.

Come arrivare a Noicattaro

IN AUTOMOBILE
 da Foggia:tangenziale-Bari, s.s. 16 uscita Noicattaro;
 da Bari-Taranto: s.s. 100, uscita Capurso, s.s. 634;

IN PULLMAN DA BARI
 Autolinee del Sud-Est con partenza da Largo Ciaia, 24
ang. Viale Conte di Cavour.

IN TRENO DA BARI
  Ferrovie del Sud-Est (dalla Stazione Centrale FS di Bari):
”direzione Martina Franca, Via Conversano”.

IN AEREO
 Aeroporto di Bari – Palese (Km.25).

Maggiori info e prenotazioni

e-mail: info@collettivowsp.org     cell: 328/1795463

Pellegrinaggio dei crociferi – Noicattaro 2011 (c) Lucia Perrotta

Pasqua 2011: Viaggio fotografico in Puglia

Collettivo WSP presenta
La Settimana Santa a Molfetta dal 21 al 24 Aprile 2011

L’Associazione Culturale Wide Shut Photography – WSP propone un viaggio fotografico alla scoperta degli antichi riti quaresimali di Molfetta, cittadina situata sull’incantevole costa adriatica dove, tra le suggestive architetture del centro storico, tutti gli anni la sacra liturgia rivive nelle tradizionali processioni della Settimana Santa.

Seguiremo le Processioni dei Misteri e della Pietà, nella notte del venerdì Santo e nella giornata del Sabato Santo, in un percorso di religiosità e misticismo, fede e ritualità, carico di emozioni, legato ad un patrimonio di tradizioni gelosamente conservato dalle confraternite locali: l’arciconfratenita della Morte o dal Sacco Nero e l’arciconfraternita di Santo Spirito o dal Sacco Rosso.

Programma degli eventi

Venerdì Santo

Nella notte del Venerdì Santo, la Processione dei Cinque Misteri della passione di Cristo Gesù parte alle tre, nel cuore della notte che per Cristo fu di passione. Le statue dei misteri si accompagnano per le vie cittadine fino alle ore tredici dello stesso giorno.

Sabato Santo

Durante il Sabato Santo, di silenzio e attesa, è la Processione della Pietà a dare rilievo all’ultimo giorno di Quaresima. La celebrazione religiosa ebbe origine nella seconda metà del XVIII secolo, quando per la prima volta la Confraternita della Morte portò in processione il simulacro della Pietà. La processione parte e termina dalla Chiesa del Purgatorio e mostra ai fedeli le sette statue dei Santi. Vengono portate in spalla per ricordare la passione e morte di Cristo. Si tratta dei sette santi che hanno assistito alla reposizione del corpo di Gesù nel sepolcro.

Maggiori info: http://www.settimanasantamolfetta.it

Organizzazione del viaggio

Accanto alla guida di Fausto Podavini, docente dei corsi organizzati dall’Associazione Wide Shut Photography e nominato fotografo FIOF dell’anno 2011, ci sarà il supporto dei fotografi del Collettivo WSP. Ci si ritroverà a Molfetta nel primo pomeriggio del 21 Aprile e saremo insieme fino alla mattinata di domenica 24.

Costi e modalità di partecipazione

Costo del viaggio: 300 euro – da versare in unica quota o rateizzabili.

La quota comprende pernotto e prima colazione in b&b in camera doppia dal 21 al 24 Aprile, guida agli eventi fotografici, sessioni di editing in itinere delle foto realizzate, sessione di editing finale a Roma. La quota non comprende il vitto e i costi di trasporto per e da Molfetta.

Per info e prenotazioni : info@collettivowsp.org

(c) Lucia Perrotta

 

Viaggi Fotografici 2010-2011: Cominciamo con Lucca Digital Photo Festival

Il viaggio come occasione per vivere insieme la fotografia: partecipare ad eventi e festival, visitare e fotografare condividendo esperienze, punti di vista, emozioni. Partiremo insieme verso appuntamenti fotografici nei quali tuffarsi con la libertà di osservare, fotografare e condividere le proprie immagini. I festival saranno occasione per visitare le mostre, partecipare ad incontri e workshop, con un calendario flessibile alle esigenze dei partecipanti. I viaggi saranno occasione per conoscere i luoghi, le persone, le festività, fotografare e rivedere insieme le immagini. Il fotografo sarà un compagno di viaggio, partecipe alle attività ma anche disponibile al confronto. Affronteremo il viaggio e conosceremo i luoghi attraverso la macchina fotografica, imparando a confrontarci con la fotografia, con la realtà, le situazioni e gli attimi che di volta in volta vorremo cogliere o semplicemente ricordare con i nostri scatti.

Programma

03-05 Dicembre 2010 Lucca Digital Photo Festival. Un fine settimana alla scoperta di uno dei festival fotografici più interessanti nel panorama nazionale. Un’occasione per conoscere nuovi autori e riscoprirne di noti attraverso il tema scelto per questa attesissima sesta edizione: “La donna. Fotografa e artista, soggetto o musa ispiratrice”. 17 mostre di cui alcune in anteprima assoluta: grandi nomi come Sandy Skoglund, eclettica artista statunitense, Francesca Woodman, Donna Ferrato, Giorgia Fiorio. In programma inoltre incontri, proiezioni e la possibilità di partecipare a workshop. Partenza nel pomeriggio di venerdì 3 dicembre, ritorno domenica 05 dicembre in serata.

Quota per persona € 225,00 (fino a 14 pax) La quota comprende il trasporto A/R treno, pernotto e prima colazione in hotel 3 stelle in camera doppia, biglietto cumulativo ingresso mostre del circuito, accompagnatore membro del collettivo wsp. La quota non comprende l’eventuale partecipazione ai workshop in programma. PRENOTAZIONI ENTRO IL 15 NOVEMBRE 2010. DOPO QUESTA DATA IL PREZZO POTREBBE SUBIRE DELLE PICCOLE VARIAZIONI –info e prenotazioni: BM tour di INSEPARABILE TOUR s.r.l. Tel/fax. 06.88920204 – E-mail: info@bmtour.it

(c) Francesca Woodman - In mostra a Lucca Digital Photo Festival

(c) Francesca Woodman - In mostra a Lucca Digital Photo Festival

per info e prenotazioni: BM tour di INSEPARABILE TOUR s.r.l. Tel/fax. 06.88920204 – E-mail:info@bmtour.it

Visita il programma completo sul nostro sito.