Consigli fotografici per il week-end

Si avvicina il lungo week-end pasquale, ecco qualche consiglio per trascorrere il tempo, tra una cioccolata e un pezzo di salame.

La figura nera aspetta il bianco

L’attesissima mostra del grande maestro Mario Giacomelli, a cura di Alessandra Mauro, vi aspetta a Roma, a palazzo Braschi.
Da martedì a domenica dalle 10 alle 19.
Palazzo Braschi – Piazza San Pantaleo, Roma.

Mario-Giacomelli-Io-non-ho-mani-che-mi-accarezzino-il-volto-I-have-no-hand-painting-artwork-print

© Mario Giacomelli

Atlas Italiae

Nella splendida cornice della Galleria del Cembalo, un vero gioiello in pieno centro a Roma, la mostra di Silvia Camporesi propone una raccolta di immagini provenienti da 20 regioni italiane. Una sorta di mappa di una Italia che sta a poco a poco scomparendo.
Galleria del Cembalo, Piazza della fontanella borghese 19, Roma.
martedì – venerdì 16.00-19.00, sabato 10.30-13.00 / 16.00-19.00

Silvia-Camporesi-Atlas-Italiae-01-400x266

© Silvia Camporesi

Herb Ritts

Palazzo della Regione a Milano dedica una retrospettiva al grande fotografo  e ad alcune delle celebrità immortalate dal suo obiettivo come Madonna, Michael Jackson e Richard Gere. Memorabili le campagne patinate e oniriche per stilisti quali Versace, Armani, Valentino, Ferré e Chanel, per citarne alcuni. Notevoli i contributi per riviste storiche fra cui Vogue, Vanity Fair e Rolling Stones.
Palazzo della Ragione Fotografia, Piazza dei mercanti 1, Milano.
martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30 – 20.30
Giovedì e sabato 9.30 – 22.30

herb ritts

© Herb Ritts

Eventi da fotografare

E per quanti invece abbiano voglia di fotografare durante la Pasqua, vi segnaliamo in provincia di Viterbo, a pochi chilometri da Roma, nella splendida cornice di Civita di Bagnoregio, la città che sta scomparendo:

La processione del venerdì santo
Oltre 300 personaggi in costume d’epoca, “sfilano” per le vie cittadine rievocando la Passione di Cristo. La Processione parte nel pomeriggio da Civita di Bagnoregio e “sfila” la sera per le vie del centro storico di Bagnoregio (circa 3 Km.tra andata e ritorno), dove una illuminazione con fiaccole alimentate a cera ed un impianto acustico per la diffusione di musiche sacre, rendono suggestiva ed unica la rievocazione.
Trovate maggiori informazioni sulla pagina dell’evento.

pasquabagnoregio

Annunci

OBBIETTIVO DONNA 2012 – VII edizione: La fotografia vista attraverso gli occhi delle donne

OBBIETTIVO DONNA 2012 – VII edizione
Una rassegna ideata e prodotta da Officine Fotografiche

Dal 2 al 25 marzo 2012

(c) Silvia Camporesi - Rumore Bianco

Documentare e immaginare. La fotografia attraverso gli occhi delle donne.

Obbiettivo Donna, rassegna di fotografia al femminile, dal 2 al 25 marzo accende i riflettori sul confine tra documentazione e visione immaginifica.
Spazio di confronto per donne che hanno scelto di esprimere, attraverso il linguaggio fotografico, un punto di vista sui fenomeni del nostro tempo, i sentimenti e la società. Prodotto e organizzato da Officine Fotografiche, con il contributo e il patrocinio del Municipio Roma XI, Assessorato alle Politiche Culturali e della Memoria, è alla sua settima edizione. Le giovani autrici in mostra, Silvia Camporesi, Veronica Daltri e Stephanie Gengotti, con Rumore Bianco, Amore mio di provincia e Nine months, segnano il confine tra genere documentario e ricerca artistica, una visione intima che esplora altre vie espressive.  Da La Terza Venezia di Silvia Camporesi, in bilico tra il minimalismo e l’astrazione, a Nine Months di Stephanie Gengotti, sulla maternità a Napoli, fino al più intimistico Amore mio di Provincia di Veronica D’Altri, che unisce la quotidiana agli elementi onirici e surreali.
In chiusura, il 23, 24 e 25 marzo, Silvia Camporesi terrà un workshop sulla creatività e la progettualità nella fotografia contemporanea. Il 23 marzo, dopo la prima tappa del workshop, booksigning del suo nuovo libro, La terza Venezia.

Silvia Camporesi – Sink or float: Mostra fotografica

censimento in immagini 2011
Silvia Camporesi_ Sink or float

a cura di Giulia Zorzi/MiCamera

Silvia Camporesi

Immersi nell’acqua o sospesi a mezz’aria, i ritratti di Silvia Camporesi esprimono l’essenza di un’arte leggera.

C’è silenzio, in queste foto, e attesa. L’assenza di gravità dei corpi sospesi dona armonia. Nell’acqua, è come se si stessero preparando a qualcosa. Sembrano essersi appena svegliati da un lungo sonno, qualcuno si stropiccia gli occhi, qualcuno ha dei fiori in mano, altri non riescono ancora a guardare. Senza punti di riferimento, dispersi nel nulla del mare o del cielo, non sembrano preoccupati. Sono in trasformazione. Nell’acqua, esprimono consapevolezza del proprio corpo; stanno approfittando di questo limbo che li tiene sospesi, perché l’acqua li protegge. Nell’aria, sembrano pronti a prendere il volo, con il passo sospeso e diretto verso l’infinito.

Con questo lavoro, dedicato agli adolescenti, prosegue il percorso del censimento della popolazione intrapreso qualche anno fa dal comune di Savignano sul Rubicone.
Un percorso che per i cittadini è iniziato con Malick Sidibé, autore originario del Mali, celebre per la sua fotografia autentica e diretta, la sobrietà dell’inquadratura, la forte complicità con chi viene ritratto, sempre a proprio agio e spesso sorridente. La semplicità degli sfondi.
Nel lavoro di Silvia Camporesi (che segue anche i censimenti realizzati da Mario Cresci e Marina Alessi), i ragazzi non sono identificati da oggetti o ambienti che riconducono alla loro storia individuale. Sono trasfigurati nel simbolo di un’età. Lo sfondo, qui, avvolge l’immagine, è trasparente, è l’acqua o l’aria in cui il corpo fluttua leggero. Se l’acqua è un elemento che attraversa tutta la produzione dell’artista, diventando un vero e proprio segno identitario, e l’aria ne è la naturale compagna, entrambi sono elementi ideali per rappresentare il passaggio dall’infanzia all’età adulta.

Questo progetto è iniziato in occasione della precedente edizione del Festival. Un lavoro supportato dal Comune e dalla città, che in questa occasione hanno affidato il compito di rappresentarli, più che a una fotografa, a un’artista che usa la fotografia. Una scelta significativa e aderente alla tendenza ormai diffusa di aprire i confini della fotografia all’arte contemporanea.

Leggera è la bellezza. Kafka diceva “La giovinezza è felice perché ha la capacità di vedere la bellezza. Chiunque sia in grado di mantenere la capacità di vedere la bellezza non diventerà mai vecchio”.
Silvia Camporesi non solo ha immortalato la bellezza di questi ragazzi, ma, per un attimo, fa sentire giovani tutti noi.

SI FEST-Savignano Immagini Festival
http://www.savignanoimmagini.it
Casina di piazza Castello, 1
9 settembre: ore 20-24; 10 settembre: ore 9-24; 11 settembre: ore 9-19
sabato e domenica fino al 25 settembre: ore 10-13 e 15-19

conferenza di presentazione domenica 11 settembre alle ore 12.30 presso lo spazio incontri in Sala Galeffi.

Le Immagini di Mark Steinmetz da MiCamera

MiCamera festeggia la fine della stagione
mercoledì 21 luglio a partire dalle ore 19
Immagini di Mark Steinmetz | Live set di Angelo Albani (chitarra e voce)
Reading letterario di Karin Freschi

(c) Mark Steinmetz

Aperitivo e sconto del 20% su tutti i libri nuovi solo per questa sera. MiCamera chiude il 31 luglio e riapre il primo settembre.
A settembre saranno al SI FEST di Savignano sul Rubicone con due mostre South di Mark Steinmetz
Down By The Water di Silvia Camporesi.
A Milano riparte con una nuova mostra e un imperdibile workshop con Mark Steinmetz
Ma per saperne di più venite mercoledì 21 luglio a partire dalle 19.00 o andate su http://www.micamera.it

(c) Marke Steinmetz

MiCamera – photography and lens-based arts
Via Medardo Rosso 19 | 20159 Milano | t 02.45481569