Ricominciamo dalla fotografia?

ceciliamangini mostra“Cosa significa ‘essere una fotografa’? Significa spogliarsi di tutte quelle che sono le nostre idee preconcette e andare in cerca… non della verità, la verità non esiste. È andare in cerca di qualcosa di molto più profondo della verità, qualcosa di assolutamente nascosto… e la fotografia, come tutto ciò che è un’icona, lo rivela.”
Cecilia Mangini

Agosto sta per finire, così come le nostre vacanze. I rientri sono sempre un po’ traumatici, dopo lo stacco non è sempre semplice tornare alla vita di tutti i giorni.

Ricominciare con calma.
Per evitare di accumulare subito stress e tensioni, riprendiamo le nostre abitudini con calma e soprattutto ricominciamo con le abitudini più sane e circondiamoci di ciò che ci fa stare meglio. La fotografia, ovviamente.

Eventi fotografici di fine estate 2017.

Se avete ancora a disposizione qualche giorno libero, non avete ancora fatto ferie o avete voglia di divagarvi nei week-end, ecco alcuni eventi che vi consigliamo di non perdere:

Cortona: Festival On the Move
Nella splendida cornice toscana, tra valli, colline, vino rosso e buon cibo, questo festival diventa migliore ogni anno che passa e offre l’occasione di conoscere autori nuovi e riscoprire grandi autori, tra cui quest’anno: Donna Ferrato, Donald Weber, Peter Souza, Matt Black, Andrea Frazzetta, Francesco Comello, Simone Donati. Avete ancora poco tempo per visitarlo, il Festival infatti chiuderà il prossimo 4 settembre.

Genova: Vivian Maier, una fotografa ritrovata. Palazzo Ducale
La celebre tata fotografa arriva anche a Genova. Per chi fosse da quelle parti o avesse perso la mostra a Milano o Roma, può visitarla al Palazzo Ducale fino all’8 ottobre 2017.

Genova: Elliot Erwitt. Color. Palazzo Ducale
Già che vi trovate a visitare la mostra di Vivian Maier, non perdetevi anche questa chicca, un insolito Elliot Erwitt a colori, nel sotto porticato del Palazzo Ducale, solo fino al 3 settembre.

Roma: Cecilia Mangini. Visioni e Passioni. Museo delle Civiltà – Museo delle Arti e Tradizioni Popolari 
Non è la prima volta che questo museo, ai più poco conosciuto, ci offre bellissime mostre alla scoperta della storia italiana attraverso la fotografia. Qui si possono ammirare per la prima volta alcune fotografie degli anni 1952-1965 della celebre documentarista Cecilia Mangini. Finisce il 10 settembre, affrettatevi!

Milano: Sea (E) Scapes. Visioni di mare. Galleria Contrasto.
Per gli amanti e nostalgici del mare, fotografie di bill armstrong, irene kung, sebastião salgado, gianni berengo gardin, ferdinando scianna, massimo siragusa e mario giacomelli. Fino all’8 settembre, ingresso gratuito.

Corsi di fotografia 2017-2018

corsi di fotografia roma
E per l’autunno perché non regalarvi un corso di fotografia? Quante fotografie avete realizzato durante questa estate 2017, quante ora avete voglia di rendere ancora più belle, magari con un corso di photoshop, oppure quante volte vi siete detti che avreste voluto farla in modo diverso, magari conoscendo meglio la tecnica fotografica con un corso base o un corso avanzato di fotografia. Oppure, se vi è capitato di fotografare eventi o avete scoperto popoli e paesi nuovi, perché non valutare un corso di fotografia di reportage, un corso di ritratto o un corso di paesaggio e architettura?
Le iscrizioni ai nostri corsi sono già aperte e a fine mese terremo una serata di presentazione, per cui… restate sintonizzati!

Sarà un autunno meraviglioso, ne siamo certi!

Annunci

Genesi. Fotografie di Sebastiao Salgado all’Ara Pacis, Roma.

Domani 14 maggio verrà inaugurata la mostra. Sulla pagina Facebook Contrasto è disponibile l’invito per partecipare.

Invito inaugurazione mostra di Salgado

Promossa da Roma Capitale, Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico – Sovrintendenza Capitolina e dalla Camera di Commercio di Roma con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, realizzata da Amazonas Images e prodotta da Contrasto e Zètema Progetto Cultura, a cura di Lélia Wanick Salgado, Genesi sarà presentata in prima mondiale a Roma e si svolgerà in contemporanea con altre grandi capitali (Londra, Rio De Janeiro e Toronto). Da queste città proseguirà il suo cammino attraverso altre tappe che la porteranno a raggiungere tutte le maggiori metropoli del mondo.
Genesi è presentata grazie al sostegno di Vale, Brasile.

Genesi è l’ultimo grande lavoro di Sebastião Salgado, il più importante fotografo documentario del nostro tempo: uno sguardo appassionato, teso a sottolineare la necessità di salvaguardare il nostro pianeta, di cambiare il nostro stile di vita, di assumere nuovi comportamenti più rispettosi della natura e di quanto ci circonda, di conquistare una nuova armonia.
Il mondo come era, il mondo come è; la terra come risorsa magnifica da contemplare, conoscere, amare. Questo è lo scopo e il valore dell’ultimo straordinario progetto di Sebastião Salgado.
In mostra oltre 200 fotografie eccezionali: dalle foreste tropicali dell’Amazzonia, del Congo, dell’Indonesia e della Nuova Guinea ai ghiacciai dell’Antartide, dalla taiga dell’Alaska ai deserti dell’America e dell’Africa fino ad arrivare alle montagne dell’America, del Cile e della Siberia. Genesi di Sebastão Salgado è un viaggio fotografico nei cinque continenti per documentare, con immagini in un bianco e nero di grande incanto, la rara bellezza del nostro principale patrimonio, unico e prezioso: il nostro pianeta.
Salgado ha realizzato le fotografie che saranno esposte all’Ara Pacis andando alla ricerca di quelle parti del mondo ancora incontaminate, di quei segmenti di vita ancora intatta, in cui il nostro pianeta appare ancora nella sua grandiosa bellezza e dove gli elementi, la terra, la flora, gli animali e l’uomo, vivono in un’armonia miracolosa, come in una perfetta sinfonia della natura.
La mostra è suddivisa in cinque sezioni che ricalcano le zone geografiche in cui Salgado ha realizzato le fotografie: Il Pianeta Sud, I Santuari della Natura, l’Africa, Il grande Nord, l’Amazzonia e il Pantanàl.

Curatore/i

Lélia Wanick Salgado
Catalogo
Taschen

Luogo

Museo dell’Ara Pacis, Nuovo spazio espositivo Ara Pacis

Orario

Dal 15 maggio al 15 settembre 2013
Martedì-domenica 9.00-19.00 (la biglietteria chiude un’ora prima)
Chiuso il lunedì

Mercoledì 15 maggio possibili disagi nei Musei Civici, dalle ore 12.30 alle ore 16.30, per assemblea sindacale.
In occasione de “La Notte dei Musei”, sabato 18 maggio 2013, apertura straordinaria dalle 20.00-02.00 (ultimo ingresso ore 01.00) con ingresso gratuito.

SPILIMBERGO FOTOGRAFIA 2010

La mostra Sguardi sull’Africa (San Vito al Tagliamento, Italia, 1 luglio – 31 ottobre 2010 presso la Chiesa di San Lorenzo) a cura di Walter Liva, privilegia la lettura sociale, antropologica e storica che l’Occidente con le sue diverse culture della rappresentazione visiva ha espresso nei confronti di questo grande continente, dall’800 ad oggi. Presenta fotografie originali e oggetti originali d’epoca provenienti dalle collezioni dello Slovenski Etnografkij Muzej di Lubiana, National Army Museum di Londra, Pitts River Museum di Oxford, Museo Nazionale Preistorico ed Etnografico L. Pigorini, Archivio Capitolino del Comune di Roma, Musée dell’Elisée di Losanna, Musei Civici di Reggio Emilia ed inoltre l’Agenzia Contrasto di Roma, le Gallerie Atlas di Londra e Paci Arte di Brescia.Tra le esclusive della mostra, le fotografie inedite originali realizzate da Giacomo Savorgnan Di Brazzà, il fratello del grande esploratore Pietro ( ma anche i ritratti di Stanley e Livingstone), i campi di battaglia delle guerre Zulu di Rorke Drifts e Isandlwana, fotografie inedite di Entotto, futura Addis Abeba del 1880, quindi gli italiani in Congo all’inizio del 900, Lehner & Landrock, le fotografie degli antropologi Lidio Cipriani e Raimondo Franchetti, Charles Kinsley Meek, Wilfred Patrick Thesinger, Issa e Abdallah Ommidvar, Giuliano Borghesan, i fotogiornalisti Uliano Lucas, Romano Cagnoni, Augusta Conchiglia…sino a Maurizio Frullani, Riccardo Venturi, Shoba, Sebastiao Salgado, Phil Borges e Nick Brandt. Il catalogo, che conterrà tutte le 140 fotografie presentate in mostra, oltre all’introduzione del curatore Walter Liva, propone brevi testi di: Elisabetta Mori, Archivio Capitolino di Roma, Mario Mineo, Museo Nazionale Preistorico ed Etnografico L.Pigorini di Roma; Marko Frelih, Slovenski Etnografski Muzej di Lubiana; Chris Morton, Pitts River Museum, Oxford Oriana Goti, Archivio Fotografico Toscano, Prato; Elisabetta Farioli, Musei Civici di Reggio Emilia.

Lehner & Landrock., Danseuse de la tribu des Ouled Nail, 1904 - 1914

Per info: www.craf-fvg.it