La Rimini di Marco Vincenzi: presentazione del libro e incontro con Roberto Salbitani

Nuova presentazione editoriale al WSP il prossimo 23 ottobre dalle ore 19:30.

Presenti il fotografo Marco Vincenzi, autore del libro in presentazione “Id.Rimini” e il fotografo Roberto Salbitani.

Le immagini fotografiche di Marco Vincenzi ambiscono ad esplorare la relazione che s’instaura tra la strada, spazio pubblico per eccellenza, e la casa, il luogo in cui si dimora. Uno spazio che, passo dopo passo, viene scoperto e svelato dallo sguardo attento e distaccato del fotografo.

Insieme ai due fotografi, saremo coinvolti in un vero e proprio percorso di ricerca sul contesto urbano e l’abitare, nel suo indagare l’architettura tra lo spazio pubblico e quello privato, che parte dalla città di Rimini ma può riguardare qualsiasi altra città.

Per maggiori informazioni, visita il sito del WSP. 

“Storia di un viaggiatore”: incontro con Roberto Salbitani e Annarita Curcio

© Roberto Salbitani

© Roberto Salbitani

L’ Associazione Culturale WSP Photography presenta “Storia di un viaggiatore” di Roberto Salbitani. A cura di Roberta Valtorta. Presentazione del libro, incontro con l’autore e la critica fotografca Annarita Curcio. Venerdì 30 gennaio ore 19,30.

Quando l’immaginazione è guida e maestra di vita.
“Per me il viaggio è un’esperienza globale: esperienza fisica, immaginativa, mentale e metafisica. Il viaggio, in questo senso, è continua scoperta, il terreno su cui si saggia la vera conoscenza. L’esperienza del viaggio aiuta a chiarificare a se stessi la propria individuale identità e la complessità delle implicazioni sociali”.

“Storia di un viaggiatore” racconta la vicenda artistica ed esistenziale di Roberto Salbitani, uno dei maestri della fotografia italiana contemporanea. La sua fotografia, profondamente introspettiva, talvolta visionaria, critica nei riguardi dei valori e dei comportamenti omologati e conformisti che guidano la società contemporanea, indaga il difficile rapporto tra l’uomo e l’ambiente in cui vive.

Roberto Salbitani, insieme alla critica fotografica Annarita Curcio, ci condurrà nel suo percorso artistico e di ricerca caratterizzato da un forte senso di libertà personale e una condizione di “purezza” rispetto alle contaminazioni del mercato.

Roberto Salbitani (Padova, 1945), inizia a fotografare nei primi anni Settanta durante i molti viaggi che compie in Italia, Europa, America come giornalista di fotografia e di cinema. La dimensione del viaggio e delle esplorazioni fuori programma diventa così una costante del suo modo di porsi in rapporto con il mondo. Nel 1980 fonda il Centro Fotografia Giudecca, attivo fino al 1985 con corsi, workshop, iniziative di coinvolgimento dei cittadini. Dalla fne degli anni Novanta vive a Roma.

Annarita Curcio è laureata in discipline delle arti, musica e spettacolo (Università di Roma Tre) e ha un Master of Arts in Critica Fotografica (University of Durham, Inghilterra). Lavora nel campo dell’editoria fotografica. Ha curato mostre e tenuto corsi teorico-pratici per varie scuole di fotografia e ha pubblicato saggi e interviste per numerose riviste, tra le quali: Around Photography, Fotografare, Quaderni Asiatici. Scrive per CultFrame, Arti Visive e Gente di Fotografia. E’ autrice del saggio Le icone di Hiroshima. Fotografie, storia e memoria (Postcart, 2011).

Ingresso riservato ai soli soci ENAL 2015. È possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento. Costo della Tessera ENAL annuale 3 euro.

Presentazione del libro MONGIBEL

MONGIBEL
di Roberto Salbitani
sabato 23 gennaio 2010, ore 19, incontro con l’autore

Mongibel

Mongibello è il nome scientifico del punto più alto dell’Etna, il grande vulcano europeo, luogo per sua natura volubile e inafferrabile ma di grande bellezza e complessità formale. Da qui il nome del libro Mongibel di Roberto Salbitani. Il lavoro è frutto di numerosi viaggi e avventure sulle pendici del vulcano. Le immagini, molto evocative, sono state raccolte con l’ausilio di altri cinque fotografi, il cui sguardo si è soffermato sui tratti forse meno evidenti ma certo più caratterizzanti del paesaggio: la compenetrazione spettacolare di elementi tra loro opposti, lave e ghiacci, fuoco e vegetazione, luci e ombre che costituiscono l’ossatura della natura segreta di questo luogo. Brevi testi di viaggiatori e scrittori, accompagnati da acquarelli dalle tonalità laviche, concludono il volume. Il libro è al tempo stesso un invito alla scoperta del fascino sublime dell’Etna e una piccola antologia di immagini e di voci suscitate dalla suggestione dell’incontro con il vulcano ed i suoi elementi.

Al volume hanno collaborato: Arnaldo Agugiaro; Andrea Buffolo; Maria Letizia Gabriele; Maria Paola Valente; Stefano Parisini.

Alla presentazione interverrà l’autore Roberto Salbitani
Il volume mongibel è una pubblicazione L’orecchio di Van Gogh, 2009

Roberto Salbitani, nato a Padova nel 1945, inizia a fotografare nel 1971. Durante gli anni ’70 accompagna con la fotografia le sue scoperte di vita in giro per l’Italia e per molti paesi stranieri e fin dall’inizio veicola le sue scritture fotografiche in sequenze, da “Viaggio” ( 1974-1982 ) a “Dalle mille e una notte ( passate al cinema )”(1973-1982). Nel 1980 fonda il Centro Fotografia Giudecca nell’omonima isola veneziana dove, fino al 1985, organizza programmi integrati di fotografia comprendenti corsi, esposizioni, incontri, lavori sul territorio ed archivi storici. Nel 1986 dà vita a Mogginano, in provincia di Arezzo, alla Scuola di Fotografia nella Natura per la quale, in varie località italiane, conduce stages sull’espressione e sulle scritture fotografiche. Nel 1993 riceve il “Premio Friuli-Venezia Giulia” per la fotografia. Tra le sue pubblicazioni “Immaginesimo”, Modena, 1974; “La Città Invasa”, Modena, 1978; “Incontri con animali straordinari”, Bologna ,1992; “Roberto Salbitani”, Casarsa, 1994; “Ritratti a Bologna”(1999-2000). I suoi lavori fanno parte delle collezioni dei seguenti musei: Biblioteque Nationale di Parigi, al Museum of Modern Art di New York, nell’University of New Mexico di Albuquerque, all’University of Wales di Aberystwyth, al Museo della fotografia di Cinisello Balsamo, al Centro studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma.

Presso:
Officine Fotografiche Ass.ne Culturale
Via Casale de Merode 17/a – 00147 Roma
Tel. +39 06 512501