“Storia di un viaggiatore”: incontro con Roberto Salbitani e Annarita Curcio

© Roberto Salbitani

© Roberto Salbitani

L’ Associazione Culturale WSP Photography presenta “Storia di un viaggiatore” di Roberto Salbitani. A cura di Roberta Valtorta. Presentazione del libro, incontro con l’autore e la critica fotografca Annarita Curcio. Venerdì 30 gennaio ore 19,30.

Quando l’immaginazione è guida e maestra di vita.
“Per me il viaggio è un’esperienza globale: esperienza fisica, immaginativa, mentale e metafisica. Il viaggio, in questo senso, è continua scoperta, il terreno su cui si saggia la vera conoscenza. L’esperienza del viaggio aiuta a chiarificare a se stessi la propria individuale identità e la complessità delle implicazioni sociali”.

“Storia di un viaggiatore” racconta la vicenda artistica ed esistenziale di Roberto Salbitani, uno dei maestri della fotografia italiana contemporanea. La sua fotografia, profondamente introspettiva, talvolta visionaria, critica nei riguardi dei valori e dei comportamenti omologati e conformisti che guidano la società contemporanea, indaga il difficile rapporto tra l’uomo e l’ambiente in cui vive.

Roberto Salbitani, insieme alla critica fotografica Annarita Curcio, ci condurrà nel suo percorso artistico e di ricerca caratterizzato da un forte senso di libertà personale e una condizione di “purezza” rispetto alle contaminazioni del mercato.

Roberto Salbitani (Padova, 1945), inizia a fotografare nei primi anni Settanta durante i molti viaggi che compie in Italia, Europa, America come giornalista di fotografia e di cinema. La dimensione del viaggio e delle esplorazioni fuori programma diventa così una costante del suo modo di porsi in rapporto con il mondo. Nel 1980 fonda il Centro Fotografia Giudecca, attivo fino al 1985 con corsi, workshop, iniziative di coinvolgimento dei cittadini. Dalla fne degli anni Novanta vive a Roma.

Annarita Curcio è laureata in discipline delle arti, musica e spettacolo (Università di Roma Tre) e ha un Master of Arts in Critica Fotografica (University of Durham, Inghilterra). Lavora nel campo dell’editoria fotografica. Ha curato mostre e tenuto corsi teorico-pratici per varie scuole di fotografia e ha pubblicato saggi e interviste per numerose riviste, tra le quali: Around Photography, Fotografare, Quaderni Asiatici. Scrive per CultFrame, Arti Visive e Gente di Fotografia. E’ autrice del saggio Le icone di Hiroshima. Fotografie, storia e memoria (Postcart, 2011).

Ingresso riservato ai soli soci ENAL 2015. È possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento. Costo della Tessera ENAL annuale 3 euro.

Questa sera Presentazione “Puglia in Jazz” ore 19.00 @ WSP Photography

Associazione WSP Photography e CaratteriMobili edizioni

presentano

“Puglia in Jazz. Viaggio nella geografia degli incontri”

di Gianni Cataldi

Incontro con l’autore e il critico Roberto Cavallini

Venerdì 25 gennaio ore 19:00  – Via Costanzo Cloro 58, Roma

 Puglia in Jazz - Gianni Cataldi

Una carrellata di ritratti fotografici in b/n che ci invita a conoscere i protagonisti, gli ospiti nazionali ed internazionali, i luoghi incantevoli che hanno caratterizzato e vivacizzato la scena del jazz in Puglia. Arricchito dal contributo di musicisti e giornalisti, “Puglia in jazz” rappresenta la prima opera rivolta ad un pubblico appassionato di fotografi, ai cultori di musica e a tutti colori che ri-scoprono una Puglia che non è solo la “Terra del rimorso” come la definì De Martino.

L’impatto cromatico del suo nero notte viaggia come un glissato infinito verso il bianco accecante del sole, e penetra nei ritratti e nelle scene contenute nelle sue immagini, quasi a dargli una dimensionalità palpitante, quasi a infondere quella vitalità contenuta nelle variabili ritmiche di questa musica. Le sue foto generano quel sound attuale che ritroviamo nel gergo jazzistico di oggi, un legame indissolubile con la tradizione e, tuttavia, con l’attenzione al “tempo reale” delle mescolanze etniche, che dialogano fra di loro nei suoni di frontiera prodotti nei festival di questa nostra finisterrae che Cataldi sa come far swingare. (Roberto Ottaviano).

All’incontro sarà presente l’autore Gianni Cataldi, il critico Roberto Cavallini e il fotografo Andrea Boccalini.

Gianni Cataldi è nato a Bari dove vive e lavora. Inizia la pratica fotografica alla fine degli anni Ottanta.  Collabora con la rivista «Musica Jazz» e con il MIA (Musicisti Italiani Associati Jazz) e cura l’immagine della Dolmen Orchestra. Sviluppa progetti legati allo spettacolo e al reportage: nella musica e nel sociale ha intensificato la sua ricerca personale, attraverso progetti di ampio respiro.

Roberto Cavallini nasce a Roma nel 1950. Dal 1982 collabora con le più importanti testate giornalistiche italiane. E’ giornalista pubblicista. E’ docente incaricato presso l’Universtà di Tor Vergata di Roma. E’ fotografo, critico di fotografia e curatore di mostre, ha partecipato a numerose collettive in Italia ed all’estero. Ha al suo attivo numerose personali ed ha esposto nelle edizioni del 2003 e del 2008 del Festival Internazionale FotoGrafia di Roma.

“Puglia in Jazz” è distribuito in tutta Italia da NdA (http://www.ndanet.it.)  Per maggiori info:www.caratterimobili.it o info@caratterimobili.it CaratteriMobili è presente anche su facebook.

Ingresso riservato ai soli soci ENAL 2013. È possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento. Tessera ENAL 2013 3 euro.

Questa sera Ecuador: il Piccolo Gigante Presentazione libro e incontro @ WSP Photography

Associazione Culturale WSP Photography
presenta

Ecuador: il piccolo gigante
di Loredana De Pace
Presentazione del libro e Incontro

Intervengono Loredana De Pace e Salvatore Sanna
Venerdì 26 ottobre ore 19:00 Via Costanzo Cloro 58, Roma

Cover_Ecuador_il_piccolo_gigante_Loredana_DePace

Ecuador_il_piccolo_gigante_Loredana_DePace

In Ecuador l’identità nazionale è variegata e multietnica. Questa piccola grande nazione sudamericana ha
molto da offrire in termini di meraviglie naturali, cultura culinaria, tradizioni popolari e musica. Con la
mostra e l’omonimo catalogo Ecuador: il piccolo gigante, l’autrice Loredana De Pace vuole valorizzare le
caratteristiche culturali spesso contraddittorie, proprie del Paese, dalle quali questo trae energia, ricava il
suo vigore evolutivo e cresce. Tale contrasto si palesa nelle immagini – in forma di dittici, venti in tutto –
giocate fra architettura e natura, ma sempre messe in relazione con la presenza umana: questa si mostra
solo marginalmente, lasciandosi rappresentare più che altro dal suo stesso operato. Negli scatti di Loredana
De Pace è tangibile l’esperienza fotografica, ma l’approccio all’Ecuador va oltre e coinvolge l’aspetto
esistenziale: l’autrice ha sposato un cittadino ecuadoriano e, anche per questa ragione, ha avuto occasione
di vivere il Paese da dentro.
“L’Ecuador rappresenta molto più della mostra fotografica e del catalogo che la accompagna – dichiara
l’autrice. È un progetto di vita in divenire dove la fotografia si interseca con la quotidianità. Il mio primo
soggiorno in Ecuador risale al 2004. Tornata in Italia, la relazione con il Sud America è evoluta al punto da
diventare parte integrante della mia vita. L’Ecuador è un Paese che ho imparato a conoscere, apprezzare e,
per questo, a fotografare”.
L’incontro di presentazione del libro si terrà il 26 ottobre dalle ore 19:00 presso la sede dell’Associazione
Culturale WSP Photography. Interverranno l’autrice, Loredana De Pace e Salvatore Sanna, docente di
fotografia e curatore editoriale.
Loredana De Pace
Giornalista. Scrive per la testata FOTO Cult – Tecnica e Cultura della Fotografia. Membro di giurie di premi
nazionali, partecipa alle letture di portfolio, cura progetti fotografici ed espositivi oltre a seguire un filone di
ricerca personale. Collabora con associazioni culturali nell’organizzazione di eventi e conferenze sulla
fotografia. Partecipa alla realizzazione di vari progetti editoriali. Ha realizzato aste e progetti fotografici per
raccolta fondi a scopo benefico. Al suo attivo, esposizioni collettive e personali. Fra queste, il reportage El
pueblo de Salinas, esposto in forma itinerante. Originaria del tarantino, vive e lavora a Roma.

Ingresso riservato ai soli soci ENAL 2012. È possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento. Tessera ENAL
2012 gratuita.

Buenos Aires cafè. Presentazione del libro di Lucia Baldini e Michela Fregona

Dalle stesse autrici di Tangomalia un viaggio a quattro mani lungo le “Avenidas” di Buenos Aires: tra taxi, vecchi caffè e ovviamente, tango. Una città dai mille volti, tra cui quello dei barrios tradizionali nella metropoli più occidentale del sud.

Il suo nome evoca immediatamente all’appassionato tango argentino, alla gloriosa fama di Evita e al poeta Borges. Stiamo parlando di Buenos Aires, una metropoli immensa che affascina per il suo tipico ritmo latino sudamericano. Buenos Aires purtroppo non è solo Tango e diverse culture che convivono. La sua storia è trafitta dalla povertà ma anche dai colpi di stato, dalla storia dei desaparecidos e da una sfrenata inflazione. La pluridimensionalità di questo luogo è stato interpretato tra immagini e parole da Lucia Baldini e Michela Fregona: un sapiente mix di linguaggi diversi in cui sono state catturate le emozioni dei luoghi e degli abitanti, attraverso la travolgente passione del tango. Le autrici avevano già esplorato insieme, con “Anime Altrove”, il clamore che aveva portato in Italia l’ultima ondata di tango argentino. Una ricerca proseguita poi con “Tangomalìa” immergendosi nelle calde notti della nostra Penisola e nei suoi protagonisti: una nuova generazione di entusiasmati tangueros. Ora completa l’analisi questo nuovo racconto: Buenos Aires Cafè.

Buenos Aires Cafè - di Lucia Baldini e Michela Fregona

La città, sin dalla sua nascita, è stata il risultato della stratificazione e dell’imitazione. Proprio per questo è molto difficile interpretarla. Per farlo è necessario ricorrere a diverse forme di espressione. Attraverso l’ibridazione, le autrici hanno realizzato un diario di viaggio che, nel suo insieme, è allo stesso tempo, guida sentimentale e romanzo fotografico. Il libro, Buenos Aires cafè, alterna immagini in bianco e nero alle polaroid a colori, da cui spiccano la cultura e i sentimenti legati al tango. Gli scatti di Lucia Baldini sono chiari e mai scontati. Attenta ai particolari, rapisce con lo sguardo uno stile di vita e fissa nelle immagini le storie, inquietando fino all’angoscia. Dal canto suo Michela Fregona riordina i personaggi e i caratteri, creando un singolare mosaico di parole, modi e ritmi. Così, il diario di viaggio delle due, diventa in un unico tempo, il racconto dell’amicizia instaurata con la vita e gli incontri inaspettati delle “avenidas” di Buenos Aires. Lucia Baldini e Michela Fregona, con questo personale esperimento riescono a riportare alla memoria la città, quasi come se fosse una diretta sul suo passato vicino e lontano. Mescolano il ritmo espressivo, al volto mitico e quotidiano: essenza di cui Buenos Aires, da sempre, si nutre.

VENERDÌ 4 DICEMBRE ORE 19:00
Officine Fotografiche. incontro con Lucia Baldini e Claudio Corrivetti
Info: www.officinefotografiche.org

WSP segnala: incontro con Carlo Gianferro e Giorgio De Finis

Zone d’Ombra presenta “Serata Postcart
Un incontro con i fotografi Carlo Gianferro e Giorgio De Finis

Carlo Gianferro
Gypsy Interiors

Carlo Gianferro - Gipsy interiors
Una collezione di ritratti che catturano la tranquilla e decorosa intimità di un popolo esternamente rumoroso e socievole. Carlo Gianferro ha colto una profonda rappresentazione etnica, messa in atto da un popolo Rom orgoglioso e benestante, all’interno delle proprie abitazioni private; una messa in scena in mezzo a mobili antichi, tappeti, dipinti, porcellane, scale, ed altro ancora. Sono ritratti senza precedenti di una società sviluppatasi in segreto ed ora, all’improvviso, desiderosa di mostrarsi per fare uno stravagante annuncio al mondo del raggiunto benessere.

Giorgio De Finis
Umani Urbani & Marziani

“Non credo che l’estraneità possa rientrare nei piani degli architetti – affermava Jean Baudrillard – ma ci sono oggetti architettonici contemporanei che hanno questa qualità, una forma di estraneità. quasi extraterrestre”. Umani Urbani & Marziani è un viaggio alla scoperta degli oggetti non identificati che l’architettura del Terzo Millennio (ma non solo) ci propone. I miei, scrive l’Autore, sono avvistamenti nello spirito di Arthur C. Clarke: “Guarda-la-luna venne a trovarsi con la Nuova Pietra quando guidò la tribù giù al fiume nella prima luce dell’alba. non esistevano oggetti naturali ai quali egli potesse paragonare questa apparizione”.

Entrambi i libri sono pubblicati da Postcart editore

Giovedì 29 ottobre 2009
Roma – Zone d’Ombra
ore 20:45, via Bari 22

WSP segnala: “Body and Soul” di Giorgio Palmera

Giovedì 29 ottobre presso Officine Fotografiche sarà presentato il libro di Giorgio Palmera “Body and soul”

Questa serie di ritratti di giovani prostitute provenienti da villaggi diversi dell’Uganda e riunite a Kampala, realizzata dal fotografo Giorgio Palmera con l’abituale stile limpido e diretto, evoca un clima di calda intimità, atmosfere avvolgenti, un misto di disinibizione e ingenuità. I ritratti colpiscono per il loro essere così lontani dai cliché. C’è rispetto, amore,voler capire. Da qui, le interviste finemente riportate dall’antropologo Gino Bianchi, come nella tipica prassi delle inchieste di Fotografi Senza Frontiere. E le ragazze mostrano di fidarsi, si rilassano, raccontano le proprie storie di donne guerriere. Fotografie che esprimono la forza di carezze che consolano.
Fonte: www.rivistaonline.com

Info
Giovedì 29 ottobre 2009
Ore 18
Via Casale De Merode 17/a

Interverranno Giorgio Palmera e Gino Bianchi

Giorgio Palmera - Body and soul

Alla corte del Principe di Persia

Si svolgerà domani, 23 ottobre ore 21,30 all’Altroquando, in Via del Governo Vecchio, la presentazione del libro “Il Principe di Persia”, terzo tassello della trilogia sulla follia di Angelo Calvisi, scrittore genovese.

Interverranno:
>> Angelo Calvisi (autore)
>> Romana Ranucci (giornalista – Italpress)
>> Prince of Persia (l’eroe del videogioco)

Chi è il principe di Persia? Un cacciatore di dote oppure un uomo innamorato? È un eroe, un patriota? Oppure è soltanto un avventuriero privo di scrupoli? E soprattutto: cosa succederà nella sua vita quando sullo schermo comparirà la scritta Game Over?

Non mancate!
venerdì 23 ottobre 2009
Altroquando
Via del governo vecchio 80 (p.za Pasquino)

more info:
www.roundrobineditrice.it
www.roundrobineditrice.wordpress.com

Principe di Persia - Angelo Calvisi

Principe di Persia - Angelo Calvisi