THE DARKROOM PROJECT: LETTURA PORTFOLIO STAMPE DA NEGATIVO, CON LUCIANO CORVAGLIA E ROBERTO CAVALLINI

Nell’ambito di The Darkroom Project, il progetto dedicato alla stampa da negativo in camera oscura, l’8 giugno 2013 dalle ore 16.00 si terrà negli spazi di WSP Photography una giornata dedicata alla lettura portfolio di stampe ai sali d’argento, insieme allo stampatore professionista Luciano Corvaglia e al critico fotografico Roberto Cavallini.

L’iniziativa è rivolta agli amanti della fotografia in camera oscura, come opportunità per far conoscere il proprio lavoro al di fuori di una logica concorsuale e come opportunità di trarre consigli, valutazioni, indicazioni su come migliorare il proprio lavoro, sia rispetto a progetti conclusi sia in fase di realizzazione.

La lettura portfolio è inoltre un’occasione per proporre il proprio lavoro e partecipare alla terza edizione di The Darkroom Project Exhibiton che si terrà nell’ex convento di Muro Leccese il 16, 17 e 18 agosto 2013. In questo caso il lavoro potrà essere presentato in formato digitale o provini a contatto o ovviamente stampe ai sali d’argento, unica clausola l’originale analogico.

Modalità di partecipazione: Le letture portfolio sono gratuite e si terranno l’ 8 giugno 2013 dalle ore 16.00 . Per partecipare è necessario prenotarsi inviando una mail a info@collettivowsp.org. Sarà poi cura dell’organizzazione inviare una mail di conferma con l’orario assegnato per ogni lettura. Ciascun partecipante avrà a disposizione circa 20 minuti per far visionare in privato il proprio lavoro ad entrambi i lettori.

The Darkroom Project : The Darkroom Project è una factory indipendente, uno spazio dedicato alla ricerca artistica dove esplorare sperimentazioni ed esprimere la propria curiosità e la propria passione attraverso il dialogo ed il confronto. La fotografia analogica è stata ed è per noi il punto di partenza di un cammino verso il mondo dell’arte. Il progetto nasce nel 2010 da un’idea dello stampatore professionista Luciano Corvaglia, con la finalità di mantenere viva l’attenzione degli appassionati e dei professionisti sui processi in camera oscura e, soprattutto, far conoscere alle nuove generazioni, o a chi non ne ha mai avuto la possibilità, la magia della stampa ai sali d’argento. Per saperne di più: www.darkroomproject.org

Luciano Corvaglia: Lamberto Pennacchi e Giovanni Costantini, le due persone che mi hanno fatto amare la fotografia e la stampa. Era il 1981. Frequentavo l’istituto Roberto Rossellini di Roma. Uscito da scuola mi chiudo nella camera oscura di Franco Bugionovi per otto anni, dove ho stampato per i più grandi fotografi di moda, reportage, ritratto, nudo, ogni tipo di fotografo di livello internazionale. Ca**o stavo sempre chiuso al buio. Negli ultimi dodici anni la mia attenzione si è spostata sempre di più verso l’allestimento e la cura delle mostre, fino ad approdare ai video. Tutt’ora, ca**o, sto comunque chiuso al buio.

Roberto Cavallini: Nasce a Roma nel 1950. Dal 1982 collabora con le più importanti testate giornalistiche italiane. E’ giornalista pubblicista. E’ docente incaricato presso l’Universtà di Tor Vergata di Roma. E’ fotografo, critico di fotografia e curatore di mostre, ha partecipato a numerose collettive in Italia ed all’estero. Ha al suo attivo numerose personali ed ha esposto nelle edizioni del 2003 e del 2008 del Festival Internazionale FotoGrafia di Roma. Ha pubblicato: PEEP – immagini di un insolubile conflitto –edizioni Mifav, Roma 2000. “Quasi uno sciamano” intervista a Luciano Corvaglia, NegativoPositivo, Edizioni Postcart Roma 2011. Praga 20 agosto 1968 – una storia privata, in Praga 20 agosto 1968 – una storia privata fotografie di Enzo Lattanzio, SEDIT Bari.

Ingresso gratuito riservato ai soci ENAL. È possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento. Costo della tessera annuale 2013 3 euro

 

Lettura Portfolio con Giancarlo Ceraudo e Marco Pinna @ WSP: 12 maggio 2102

Associazione Culturale WSP Photography
presenta


Lettura Portfolio
Marco Pinna – Photoeditor National Geographic
Giancarlo Ceraudo – Fotografo Noor Images
Sabato 12 maggio 2012 dalle ore 16
WSP Photography
Via Costanzo Cloro 58 Roma (Metro B San Paolo)

L’Associazione Culturale WSP Photography propone un intero pomeriggio dedicato alla lettura portfolio insieme a due grandi professionisti: Marco Pinna e Giancarlo Ceraudo.
Obiettivo dell’incontro è quello di creare un’occasione pura di confronto e discussione con professionisti e altri colleghi fotografi, al di fuori di una logica concorsuale ma col solo intento di trarre consigli, valutazioni, indicazioni su come correggere il tiro o su come migliorare o proporre il proprio lavoro all’interno del mercato editoriale.
Molti fotografi sanno bene quanto possa essere difficile fare l’editing del proprio lavoro o di progetti che si portano avanti da diverso tempo. La lettura portfolio diventa quindi un’occasione importante di confronto da cui trarre suggerimenti preziosi e indicazioni utili da parte di professionisti sia per progetti “finiti”, sia per progetti ancora nel vivo della realizzazione e per i quali si necessitano suggerimenti.
Ciascun partecipante avrà a disposizione circa 20 minuti per far visionare il proprio lavoro ad entrambi i lettori (per un totale di 40 minuti di lettura) che sapranno fornire indicazioni utili e consigli attraverso la loro esperienza e le loro diverse seppur complementari professioni: quella di Fotografo Ceraudo e di Photoeditor Pinna.
L’Associazione Culturale WSP inoltre valuterà la possibilità di proporre ai lavori che riterranno più interessanti e meritevoli di essere esposti presso la propria galleria secondo tempi e modalità da concordarsi con l’autore.

Note sui lettori
Marco Pinna
Redattore di National Geographic Italia dal 1998, Marco Pinna svolge il compito di photoeditor e ricercatore iconografico per il magazine italiano, mantenendo inoltre i rapporti con i fotografi e le agenzie fotografiche. Ha partecipato a numerose giurie di premi fotografici e letture portfolio per manifestazioni nazionali e internazionali, cura mostre di fotografia, svolge lavoro di docenza in corsi e seminari e di consulenza per fotografi professionisti e ha tenuto con l’Associazione WSP Photography il corso di introduzione al mestiere di Photoeditor.
Giancarlo Ceraudo
Giancarlo Ceraudo inizia a lavorare come fotoreporter freelance unendo gli studi antropologici e la passione per il viaggio. Nel 2003 entra nell’Agenzia Grazia Neri. Pubblica sui più importanti magazine italiani e stranieri ( “D” La Repubblica delle Donne, Internazionale, Vogue UK, Espresso, El Pais…). Ha insegnato Reportage all’Accademia Cromatica di Roma. Lavora in Medio Oriente e in Europa ma la sua produzione si concentra maggiormente in Sud America. I reportage di viaggio e d’inchiesta vanno ricondotti alla sua attrazione per il concetto di frontiera e all’attuale ricerca sulla società, la politica e la cultura del Cono Sur di cui racconta, in particolare, il tracollo dell’Argentina dopo la crisi del 2001 e le vicende politiche degli ultimi anni in Cile, Uruguay, Paraguay, Brasile e Bolivia. Nel 2003 partecipa alla collettiva Atlante Italiano 003 insieme a Basilico, Berengo Gardin, Iodice, organizzata dalla Darc per costituire il primo nucleo della collezione di fotografia contemporanea per il Museo di Architettura del Centro Nazionale per le Arti Contemporanee (MAXXI, Roma). È attualmente rappresentato dall’Agenzia Noor.
Modalità di partecipazione
L’incontro si terrà Sabato 12 maggio a partire dalle ore 16. Per partecipare alla lettura portfolio è obbligatorio prenotarsi inviando una mail a info@collettivowsp.org. Sarà poi cura dell’organizzazione inviare una mail di conferma con l’orario assegnato per la lettura.
È vivamente consigliata la partecipazione portando progetti stampati. È tuttavia possibile anche presentare portfoli digitali su PC portatile o iPad.
Il costo della lettura è di 15 euro (10 euro per i corsisti WSP Photography) ed è riservato ai soci ENAL. È anche possibile assistere gratuitamente alla lettura come osservatori.

È possibile associarsi il giorno stesso. Il costo della tessera obbligatoria 2012 è di 3 euro.