Laboratorio “Dalla Polaroid a Impossible Project” – Domani ore 16.00 @ WSP Photography

WSP Photography e ars – imago

presentano il Laboratorio teorico pratico:

“Dalla Polaroid a Impossible Project: la fotografia istantanea tra passato prossimo e futuro anteriore”

Via Costanzo Cloro 58 (metro B San Paolo) ore 16.00

Il laboratorio è diviso in due parti.

Una breve introduzione sulla storia della fotografia istantanea, con particolare attenzione alla storia della produzione, ai suoi rapporti con il largo consumo e con il mondo della fotografia professionale. La relazione terrà conto della forte traccia che la “forma” Polaroid ha lasciato nella costruzione dell’immaginario collettivo attuale legato alla fotografia analogica e istantanea del secolo scorso; spunti e riflessioni di carattere storico affronteranno il problema a partire dalla ricezione della fotografia istantanea nell’epoca della cultura digitale e del web 2.0.

La seconda parte sarà dedicata alla presentazione delle nuove pellicole a sviluppo istantaneo IMPOSSIBLE e alla sperimentazione delle tecniche di manipolazione analogica possibili con queste nuove emulsioni (film transparency, emulsion lift e altri).

I partecipanti sprovvisti di fotocamera avranno a disposizione macchine fotografiche e apparecchiature originali Polaroid per testare le nuove pellicole e cimentarsi con queste tecniche(fino ad esaurimento disponibilità attrezzatura). I materiale necessari per lo svolgimento del laboratorio sono messi a disposizione gratuita dei partecipanti, all’interno del prezzo dell’iscrizione.

Costi e durata

Il laboratorio è della durata di due ore e trenta e si svolgerà presso WSP Photography in Via Costanzo Cloro 58(Metro B San Paolo) Domenica 17 giugno 2012 dalle 16.00 alle 18,30.

Il costo è di 10 euro comprensivo della tessera associativa annuale ENAL. Per iscriversi è necessario mandare una mail a: info@collettivowsp.org o chiamare il numero +39 328.17.95.463

Numero minimo di iscritti per avviare il corso: 8 – Numero massimo di iscritti: 15

Docente: Francesco Ferrara

Camera Oscura: laboratorio intensivo con Samantha Marenzi – Sabato 24 e Domenica 25 Marzo

Associazione Culturale WSP Photography e Samantha Marenzi

 presentano

Laboratorio intensivo di camera oscura

docente Samantha Marenzi

 Sabato 24 e Domenica 25 marzo 2012  – Via Ostiense 196/A

Il laboratorio è un’idea di lavoro pratico sulle tecniche di stampa in bianco e nero. È un’occasione per condensare un’esperienza di artigianato fotografico, isolarla dalla velocità del mondo che corre fuori dalla camera oscura. È aperta a principianti che vogliono avere un approccio professionale alle pratiche della fotografia analogica e a stampatori o amatori che ciclicamente sentono il bisogno di uno sguardo altro sulle proprie immagini. Il workshop, della durata di 10 ore suddivise nel fine settimana, prevede un numero minimo di tre e un massimo di quattro partecipanti, pari al numero degli ingranditori disponibili. È possibile stampare diversi formati di negativo in bianco e nero (35 mm, 6X6, 4,5X6, 6X9). Il materiale e l’attrezzatura sono messi a disposizione dalla docente, che in questa prospettiva si propone come guida all’alfabetizzazione visiva e pratica della stampa in bianco e nero in percorsi personalizzati sulla base delle conoscenze tecniche di partenza di ciascun partecipante.

Dove: Via Ostiense 196/A Orario: sabato 24 marzo h 16.00/20.00 – domenica 25 marzo h 10.30/13.30 – 14.30/17.30

Costo € 150,00

Samantha Marenzi (Roma, 1975). Fotografa, specializzata in stampa manuale in bianco e nero, realizza mostre in Italia e all’estero e insegna tecniche fotografiche primordiali, tecniche antiche di stampa e pratiche di camera oscura. Si forma come fotografa durante le scuole superiori, diplomandosi all’Istituto di Stato per la Cinematografia e Televisione R. Rossellini. Dal 1992 inizia a specializzarsi nella stampa e nelle tecniche del fotomontaggio. Lavora in diversi studi privilegiando la ritrattistica e la riproduzione di opere d’arte. Dal 1998 si dedica all’insegnamento della tecnica fotografica e della stampa manuale. Organizza rassegne di fotografia e arti visive, e dal 2005 abbandona la professione di fotografa per dedicarsi alla sperimentazione tecnica, alle mostre, all’insegnamento e alla ricerca teorica. Nel 2002 si laurea in Storia del Teatro e dello Spettacolo e nel 2010 consegue il titolo di Dottore di Ricerca (Università Roma Tre) con una tesi su Antonin Artaud. Dal 2009 partecipa a convegni e pubblica saggi sulla fotografia e sul teatro, occupandosi delle tematiche del corpo e dei rapporti tra fotografia e performance. Attualmente collabora come docente con Ars-Imago e con Officine Fotografiche

 info e prenotazioni: info@collettivowsp.org

Laboratorio di fotografia: in partenza a marzo @ WSP Photography. Docente Fausto Podavini

L’Associazione Culturale WSP presenta una nuova edizione del  laboratorio di fotografia che partirà il prossimo marzo presso la nuova sede in Via Costanzo Cloro 56/58 (Metro San Paolo). Il corso avrà la durata di 16 lezioni, comprensive di due uscite fotografiche.

Il laboratorio fotografico è dedicato in particolare a tutti i fotografi che hanno  già acquisito una conoscenza delle tecniche base e desiderano affinare le proprie conoscenze attraverso un approccio maggiormente pratico e sul campo, volto alla realizzazione di un progetto fotografico completo. Il tema del Laboratorio Fotografico è quello del racconto per immagini. La finalità è quella di portare il partecipante a leggere la fotografia intesa non solo come singolo scatto ma come un insieme di fotogrammi. Il laboratorio, pertanto, è incentrato sulla realizzazione di un racconto fotografico, o di un portfolio in maniera graduale, affiancando alla teoria la pratica: sia mediante uscite fotografiche sia realizzando progetti comuni e/o individuali. Particolare attenzione sarà rivolta all’editing di tutte le foto che verranno prodotte durante il laboratorio fotografico. E’ durante l’editing che saranno, inoltre, affrontate alcune elementari tecniche di sviluppo del file Raw, così da poter curare il proprio lavoro non solo durante la progettualità e lo scatto ma anche successivamente mediante software di sviluppo (Lightroom – Photoshop). Per partecipare al laboratorio fotografico, è richiesta una conoscenza base. Al fine di acquisire quante più nozioni, si richiede un impegno minimo necessario a realizzare almeno uno dei due progetti previsti.

Programma

  • Raccontare per immagini.
  • Cos’è un portfolio
  • Analisi e discussione di lavori conclusi o in lavorazione di alcuni fotografi emergenti
  • Primo progetto individuale: è suddiviso in tre/quattro applicazioni pratiche che ogni partecipante dovrà realizzare nel corso del Laboratorio. Tra una sezione e l’altra, verrà dedicato particolare attenzione all’editing e alla selezione delle immagini
  • Prima uscita fotografica
  • Secondo progetto individuale: la produzione del materiale avverrà in maniera continuativa, senza step da rispettare. A seguito dell’editing il partecipante verrà orientato nella realizzazione del lavoro là dove necessiterà maggiore attenzione.
  • Seconda uscita fotografica
  • Sviluppo del Raw
  • Lavorazione e stampa dei progetti realizzati

Durante il Laboratorio è prevista la visioni di libri fotografici e documentari.

Costi e Durata
Il corso ha la durata di 14 lezioni di due ore ciascuna più due uscite fotografiche che verranno concordate con il docente.

Inizio del corso: a partire dal 12 marzo 2012, ogni giovedì dalle 21 alle 23. Il corso si svolgerà presso  la nuova sede in Via Costanzo Cloro 56/58 – Roma (metro B San Paolo)
Numero minimo di iscritti per avviare il corso: 6 – Numero massimo di iscritti:11
Costo: 300 euro  rateizzabili

È necessario prenotarsi inviando una mail a: info@collettivowsp.org
Per informazioni sulle modalità e i tempi di pagamento contattaci telefonicamente o mandando una mail a info@collettivowsp.org o +39 328.17.95.463

Docente di entrambi corsi è il fotografo Fausto Podavini

Nato a Roma, si dedica principalmente alla fotografia di reportage dopo aver partecipato ad un corso tenuto dal fotografo Dario De Dominicis, a cui sono seguiti vari workshop tra cui quello con Francesco Cito. Inizialmente fotografo di studio, in collaborazione con Antonio Arminio, si avvicina sempre di più al reportage di stampo sociale, anche grazie alla frequentazione di Officine Fotografiche.

Ha conseguito il Master di Reportage presso l’accademia di fotografia John Kaverdash di Milano.
Con Ostiense25 e [IM]POSSIBILE, che l’ha visto impegnato in prima persona, ha esposto a Fotoleggendo 2006 e 2008. Nel 2007 Ostiense25 è entrato a far parte del Festival Internazionale della Fotografia di Roma2007. Ha esposto inoltre a Caracalla in occasione della manifestazione Sport Against Violence,  al Festival della Fotografia Etica di Lodi e al Festival di Fotogiornalismo a Jesi.

Il prossimo laboratorio partirà il 12 marzo 2012.
Da quest’anno verranno attivati due corsi. Al momento dell’iscrizione lo studente dovrà indicare precisamente a quale corso vorrà partecipare. Non è possibile frequentare entrambi i corsi. Il programma didattico è identico per entrambi.

1 Corso
Da lunedì 12 marzo 2012
Orario: 19-21
2 Corso
Da giovedì  15 marzo 2012
Orario: 21-23

(c) Fausto Podavini

Camera Oscura: laboratorio intensivo con Samantha Marenzi

Associazione Culturale WSP Photography e Samantha Marenzi

presentano

Laboratorio intensivo di camera oscura
docente Samantha Marenzi

Sabato 24 e Domenica 25 marzo 2012
Via Ostiense 196/A

 Il laboratorio è un’idea di lavoro pratico sulle tecniche di stampa in bianco e nero. È un’occasione per condensare un’esperienza di artigianato fotografico, isolarla dalla velocità del mondo che corre fuori dalla camera oscura. È aperta a principianti che vogliono avere un approccio professionale alle pratiche della fotografia analogica e a stampatori o amatori che ciclicamente sentono il bisogno di uno sguardo altro sulle proprie immagini. Il workshop, della durata di 10 ore suddivise nel fine settimana, prevede un numero minimo di tre e un massimo di quattro partecipanti, pari al numero degli ingranditori disponibili.

È possibile stampare diversi formati di negativo in bianco e nero (35 mm, 6X6, 4,5X6, 6X9). Il materiale e l’attrezzatura sono messi a disposizione dalla docente, che in questa prospettiva si propone come guida all’alfabetizzazione visiva e pratica della stampa in bianco e nero in percorsi personalizzati sulla base delle conoscenze tecniche di partenza di ciascun partecipante.

Dove: Via Ostiense 196/A   Orario: sabato 24 marzo h 16.00/20.00 – domenica 25 marzo h 10.30/13.30 – 14.30/17.30  Costo € 150,00

Samantha Marenzi (Roma, 1975). Fotografa, specializzata in stampa manuale in bianco e nero, realizza mostre in Italia e all’estero e insegna tecniche fotografiche primordiali, tecniche antiche di stampa e pratiche di camera oscura. Si forma come fotografa durante le scuole superiori, diplomandosi all’Istituto di Stato per la Cinematografia e Televisione R. Rossellini. Dal 1992 inizia a specializzarsi nella stampa e nelle tecniche del fotomontaggio. Lavora in diversi studi privilegiando la ritrattistica e la riproduzione di opere d’arte. Dal 1998 si dedica all’insegnamento della tecnica fotografica e della stampa manuale. Organizza rassegne di fotografia e arti visive, e dal 2005 abbandona la professione di fotografa per dedicarsi alla sperimentazione tecnica, alle mostre, all’insegnamento e alla ricerca teorica. Nel 2002 si laurea in Storia del Teatro e dello Spettacolo e nel 2010 consegue il titolo di Dottore di Ricerca (Università Roma Tre) con una tesi su Antonin Artaud. Dal 2009 partecipa a convegni e pubblica saggi sulla fotografia e sul teatro, occupandosi delle tematiche del corpo e dei rapporti tra fotografia e performance. Attualmente collabora come docente con Ars-Imago e con Officine Fotografiche

 info e prenotazioni: info@collettivowsp.org

corsi di camera oscura roma

(c) Samantha Marenzi

Free festival dei bambini: Laboratorio fotografico il 12 maggio alla Villetta

L’Associazione Culturale Wide Shut Photography in collaborazione con Marco Caputi – Cooperativa Diversamente – presenta il Laboratorio per bambini “La Fotografia come gioco, fantasia e partecipazione” che si terrà giovedì 12 Maggio dalle 16,30 alle 18,30 presso La Villetta di Garbatella – Via Degli Armatori,3.

Il Laboratorio è parte del Free festival dei bambini e delle bambine che dal 9 al 15 Maggio avrà luogo tra le strade di Garbatella in difesa della Scuola come bene comune.

Vi aspettiamo!

Dal 2003 genitori, studenti e insegnanti resistono contro le cosiddette riforme scolastiche, la Riforma Moratti prima e la Gelmini ora.  Anni passati a contrastare la volontà di disfare la scuola pubblica e a difenderla come patrimonio della collettività: un servizio per tutti, capace di accogliere e aiutare chi ha più bisogno. In ogni ordine e grado del sistema scolastico ci si è sbracciati per difendere risorse, personale, tempo ed attenzione, premesse di un servizio di qualità.

La spinta verso la privatizzazione e la differenziazione (per censo, cultura, religione) dei servizi scolastici ha fatto comunque passi da gigante.  Noi però non ci arrendiamo e non ci vogliamo fermare.
Vogliamo riflettere sul senso complessivo del fare scuola, ragionare sui modelli educativi e trovare ragioni e strumenti per continuare il cammino fatto insieme.  Vorremmo trovare uno spazio giusto per tutti, per i bambini e per i grandi, libero dai vincoli del mercato e dalla necessità di produrre performance, risultati, profitti. Vorremmo dare spazio alla libera creatività di bambini e bambine.

Nel nostro quartiere la battaglia contro la riforma Gelmini ha coinvolto mamme, papà, maestre e maestri, bambine e bambini. Vogliamo ripartire da qui, da un territorio dove già tante realtà sperimentano modelli di vita alternativi e gioiosi.

Laboratoro pratico di camera oscura con Samantha Marenzi

 Il laboratorio è un’idea di lavoro continuativo e intensivo sulle tecniche di sviluppo e stampa in bianco e nero. Gli incontri proposti sono costituiti da sessioni di stampa di tre ore a cadenza settimanale e si svolgono nella sede dell’Ass. Cult. Massagrigia in Via degli Zingari 33 (Rione Monti). Il primo ciclo di lavoro si svolgerà nel periodo che va dall’inizio di Novembre fino alla terza settimana di Dicembre, per un totale di sette incontri, e non prevede distinzioni di livello. Il numero è chiuso a tre partecipanti per ogni sessione, pari al numero di ingranditori disponibili.

Il materiale e l’attrezzatura sono messi a disposizione dalla docente, che in questa prospettiva si propone come guida all’alfabetizzazione visiva e pratica della stampa in bianco e nero in percorsi personalizzati sulla base delle conoscenze tecniche di partenza di ciascun partecipante. Per i partecipanti più esperti è prevista la possibilità di lavorare a un progetto unico e organico su immagini scelte a inizio laboratorio.

Info e prenotazioni: samanthamarenzi@gmail.com



Laboratorio pratico di camera oscura – Samantha Marenzi

Apre i battenti a giugno con un mese di pratica in camera oscura in due differenti sedi e si propone di costituirsi come appuntamento stabile nell’arco dell’anno dal mese di ottobre 2010.

Il laboratorio è un’idea di lavoro continuativo e intensivo sulle tecniche di sviluppo e stampa manuali in bianco e nero.

Gli incontri proposti variano da sessioni di stampa di due, tre o quattro ore e sono chiusi ad un numero di partecipanti pari al numero di ingranditori disponibili (due o tre in base alla sede scelta).

Il materiale e l’attrezzatura sono messi a disposizione dalla docente, che in questa prospettiva si propone come guida all’alfabetizzazione visiva e pratica della stampa in bianco e nero in percorsi individuali e personalizzati sulla base delle conoscenze tecniche di partenza di ciascun partecipante.

(c) Samantha Marenzi

Samantha Marenzi ha frequentato l’Istituto statale per la Cinematografia e la televisione “Roberto Rosellini”, una scuola professionale che tra i vari indirizzi formativi ha la sezione fotografia. Diplomata come fotografa nel 1994,  ha lavorato a lungo come stampatrice, organizzato e realizzato mostre in Italia e all’estero. Insegna tecnica fotografica e pratiche di camera oscura.

Da poco Samantha Marenzi ha concluso il ciclo di laboratori di pratiche fotografiche manuali  “L’impronta della luce” organizzati insieme al Collettivo WSP

https://collettivowsp.wordpress.com/workshop-e-seminari/

Laboratorio di stampa manuale per ingrandimento in bianco e nero

Domenica 9 maggio alle ore 15 il nuovo incontro del ciclo di laboratori “L’impronta della Luce” oad Oblomov in Via Macerata 58.



La stampa manuale in bianco e nero è un territorio vasto composto da elementi tecnici, pratici, manuali ed estetici. L’incontro, della durata di tre ore, si propone di costituire una piccola guida pratica e teorica sui parametri principali della stampa e dell’immagine in bianco e nero e di diffondere le pratiche artigianali di camera oscura attraverso la realizzazione collettiva di uno o più ingrandimenti. Il contrasto, la scala dei grigi, l’inquadratura, l’esposizione totale e parziale del materiale fotosensibile, sono gli elementi che permettono ai nostri occhi e alle nostre mani di disegnare la nostra visione del mondo attraverso la luce.

info e prenotazioni: info@collettivowsp.org