GIOVANNI COZZI: NewYork Miami 1994 1995. Vernissage 18 Aprile ore 18,30 – The Perfect Bun

Frutto di un passato che tra poco compirà 20 anni, queste fotografie riprese nel
1994 e nel 1995 su pellicola negativa bn 135 mm e stampate all’origine dall’autore su
carta fotografica Oriental con sviluppo lith in formato 15×20 cm non sono una
banale ristampa di materiale vintage, ma frutto di una ricerca su immagini che già
all’epoca fossero testimoni del passaggio di ciò che chiamiamo tempo, e che ad un’
ulteriore scorrere, anni dopo la registrazione, rivelassero ancor più la loro
originaria natura di testimoni della memoria insieme del luogo e dell’autore
stesso, immagini di luoghi già visti ed immaginati prima di essere vissuti, la cui
esperienza diventa solo conferma dell’esistenza di un’ archetipo. Si viene così a
creare nel fruitore dell’opera la straniante sensazione di antico, non come
effettivo valore cronologico, ma come fantasma di un elemento presente da sempre:
il Tempo. In questa America ritrovata, che il ragazzo del ’59 già si portava dentro, e
che forse oggi non esiste più, strato disseppellito e nuovamente sepolto di
un’archeologia della memoria, sono presenti i temi classici dell’immaginario mitico
d’oltreoceano: la strada, gli skyline, le scritte, le icone della fama cinematografica
e pop, l’onnipresente bandiera, gli spazi aperti e le lunghe distanze. Rare le presenze
umane, isolate, frequentemente soltanto ombre. A volte esplicito, come in “Dead
End”, “Photoshop”, “MiamiBeach”, altrimenti sotteso, su tutto aleggia il Tempo,
sempre a cavallo tra Eternità ed Oblio.

Giovanni Cozzi nasce a Roma nel 1959. A 18 anni si iscrive alla Facoltà di
Architettura di Roma, dove seguirà i corsi di Storia dell’Arte Moderna e
Contemporanea tenuti da Achille Bonito Oliva. A vent’anni entra a far parte di
un’agenzia d’attualità ed in poco tempo seguendo il jet set internazionale si
afferma come uno dei migliori reporter di quegli anni. In seguito inizia a dedicarsi
alla fotografia di scena ed al ritratto femminile. Nel 1993 vince ad Arles il
prestigioso premio Young European Photographer. Parallelamente all’attività
editoriale come ritrattista, che lo renderà negli anni ampiamente noto come
creatore dell’immagine glamour di modelle e star dello spettacolo, sarà autore di
importanti campagne pubblicitarie e redazionali di moda in Italia ed all’estero
aventi sempre come protagonista l’universo femminile. Negli ultimi anni si è
dedicato prevalentemente alla ricerca esponendo i suoi lavori in musei e gallerie.
Suoi portfolio ed interviste sono stati pubblicati dalla stampa specializzata in
Inghilterra, Germania, Francia, Spagna, Stati Uniti, Australia, Russia e Giappone.
http://www.giovannicozzi.eu
THE PERFECT BUN
LARGO DEL TEATRO VALLE, 4 – ROMA
WWW.THEPERFECTBUN.IT
DAL 18 APRILE AL 19 MAGGIO 2013
VERNISSAGE 18 APRILE ORE 18.30

Immagine

Annunci

Questa sera ore 19,00: “Ritratto di Donna” Conversazioni di fotografia con Giovanni Cozzi

Associazione Culturale WSP Photography

Presenta

“Ritratto di Donna”

Conversazioni di fotografia con Giovanni Cozzi

Venerdì 4 maggio ore 19,00

WSP Photography
Via Costanzo Cloro 56 / 58 Roma (Metro B San Paolo)

Giovanni Cozzi

L’universo femminile nella fotografia di Giovanni Cozzi viene esplorato attraverso il genere del ritratto e del nudo artistico. Sulle orme delle illustrazioni di Vargas, Giovanni Cozzi è l’inventore di un un vero e proprio genere, il “nudo glamour”, dove “glamour” vuol dire “clamore”.

Durante l’incontro Giovanni Cozzi ci racconterà il suo lavoro sul corpo femminile e il movimento: ”nel movimento dei corpi ci sono delle onde: nel muoversi, nello shooting, come nel sentimento e nella vita”.

Dopo i primi anni dedicati alla fotografia di attualità, Giovanni Cozzi inizia a dedicarsi alla fotografia di scena ed al ritratto femminile, con una predilezione per un glamour di sapore più anglosassone che italiano. Nel 1995 inizia a collaborare con la catena internazionale di Playboy e con la testata Rizzoli Max, per la quale realizzerà numerosissimi servizi , copertine e calendari . Parallelamente all’attività editoriale come ritrattista, nel corso degli anni sarà autore di importanti campagne pubblicitarie e redazionali di moda in Italia ed all’ estero , aventi sempre come protagonista l’universo femminile. Suoi portfolio ed interviste sono stati pubblicati dalla stampa specializzata in Inghilterra, Germania, Francia, Spagna, Stati Uniti, Australia, Russia e Giappone. Nel 2002 pur continuando la collaborazione con alcune realtà professionali si ritira in una località isolata per dedicarsi alla ricerca artistica ed agli interessi musicali. I suoi lavori sono stati in mostra nei più importanti spazi espositivi nazionali ed internazionali.

Il ciclo “Conversazioni di fotografia” prevede una serie di dibattiti con esponenti del mondo della fotografia, fotografi, docenti, esperti ed artisti emergenti per parlare e discutere di fotografia con contributi audio, video e racconti di esperienze professionali e non solo. Scopo degli incontri è quello di creare gruppi di pensiero e momenti di condivisione che, attraverso il racconto di esperienze e immagini, accrescano la cultura fotografica di ogni partecipante, fornendo spunti di riflessione, idee per nuovi lavori, nonché consigli pratici per tramutare passione in professione.

L’ingresso agli incontri è gratuito e riservato ai soci. Costo della tessera annuale ENAL 3 euro. È possibile associarsi direttamente il giorno dell’evento.

“Ritratto di Donna” Conversazioni di fotografia con Giovanni Cozzi Venerdì 4 maggio ore 19,00

Associazione Culturale WSP Photography

Presenta

“Ritratto di Donna”

Conversazioni di fotografia con Giovanni Cozzi

Venerdì 4 maggio ore 19,00

WSP Photography
Via Costanzo Cloro 56 / 58 Roma (Metro B San Paolo)

Giovanni Cozzi

Giovanni Cozzi

L’universo femminile nella fotografia di Giovanni Cozzi viene esplorato attraverso il genere del ritratto e del nudo artistico. Sulle orme delle illustrazioni di Vargas, Giovanni Cozzi è l’inventore di un un vero e proprio genere, il “nudo glamour”, dove “glamour” vuol dire “clamore”.

Durante l’incontro Giovanni Cozzi ci racconterà il suo lavoro sul corpo femminile e il movimento: ”nel movimento dei corpi ci sono delle onde: nel muoversi, nello shooting, come nel sentimento e nella vita”.

Dopo i primi anni dedicati alla fotografia di attualità, Giovanni Cozzi inizia a dedicarsi alla fotografia di scena ed al ritratto femminile , con una predilezione per un glamour di sapore più anglosassone che italiano. Nel 1995 inizia a collaborare con la catena internazionale di Playboy e con la testata Rizzoli Max , per la quale realizzerà numerosissimi servizi , copertine e calendari . Parallelamente all’attività editoriale come ritrattista , nel corso degli anni sarà autore di importanti campagne pubblicitarie e redazionali di moda in Italia ed all’ estero , aventi sempre come protagonista l’universo femminile . Suoi portfolio ed interviste sono stati pubblicati dalla stampa specializzata in Inghilterra , Germania , Francia , Spagna , Stati Uniti , Australia , Russia e Giappone . Nel 2002 pur continuando la collaborazione con alcune realtà professionali si ritira in una località isolata per dedicarsi alla ricerca artistica ed agli interessi musicali. I suoi lavori sono stati in mostra nei più importanti spazi espositivi nazionali ed internazionali.

Il ciclo “Conversazioni di fotografia” prevede una serie di dibattiti con esponenti del mondo della fotografia, fotografi, docenti, esperti ed artisti emergenti per parlare e discutere di fotografia con contributi audio, video e racconti di esperienze professionali e non solo. Scopo degli incontri è quello di creare gruppi di pensiero e momenti di condivisione che, attraverso il racconto di esperienze e immagini, accrescano la cultura fotografica di ogni partecipante, fornendo spunti di riflessione, idee per nuovi lavori, nonché consigli pratici per tramutare passione in professione.

L’ingresso agli incontri è gratuito e riservato ai soci. Costo della tessera annuale ENAL 3 euro. È possibile associarsi direttamente il giorno dell’evento.

“Ritratto di Donna”: Conversazioni di fotografia con Giovanni Cozzi. Venerdì 4 maggio ore 19,00

Associazione Culturale WSP Photography

Presenta

Ritratto di Donna”

Conversazioni di fotografia con Giovanni Cozzi

Venerdì 4 maggio ore 19,00

WSP Photography
Via Costanzo Cloro 56 / 58 Roma (Metro B San Paolo)

L’universo femminile nella fotografia di Giovanni Cozzi viene esplorato attraverso il genere del ritratto e del nudo artistico. Sulle orme delle illustrazioni di Vargas, Giovanni Cozzi è l’inventore di un un vero e proprio genere, il “nudo glamour”, dove “glamour” vuol dire “clamore”.

Durante l’incontro Giovanni Cozzi ci racconterà il suo lavoro sul corpo femminile e il movimento: ”nel movimento dei corpi ci sono delle onde: nel muoversi, nello shooting, come nel sentimento e nella vita”.

Dopo i primi anni dedicati alla fotografia di attualità, Giovanni Cozzi inizia a dedicarsi alla fotografia di scena ed al ritratto femminile , con una predilezione per un glamour di sapore più anglosassone che italiano.  Nel 1995 inizia a collaborare con la catena internazionale di Playboy e con la testata Rizzoli Max , per la quale realizzerà numerosissimi servizi , copertine e calendari . Parallelamente all’attività editoriale come ritrattista , nel corso degli anni sarà autore di importanti  campagne pubblicitarie e redazionali di moda in Italia ed all’ estero , aventi sempre come protagonista l’universo femminile . Suoi portfolio ed interviste sono stati pubblicati dalla stampa specializzata in Inghilterra , Germania , Francia , Spagna , Stati Uniti , Australia , Russia e Giappone . Nel 2002  pur continuando la collaborazione con alcune realtà professionali si ritira in una località isolata per dedicarsi alla ricerca artistica ed agli interessi musicali. I suoi lavori sono stati in mostra nei più importanti spazi espositivi nazionali ed internazionali.

Il ciclo “Conversazioni di fotografia” prevede una serie di dibattiti con esponenti del mondo della fotografia, fotografi, docenti, esperti ed artisti emergenti per parlare e discutere di fotografia con contributi audio, video e racconti di esperienze professionali e non solo. Scopo degli incontri è quello di creare gruppi di pensiero e momenti di condivisione che, attraverso il racconto di esperienze e immagini, accrescano la cultura fotografica di ogni partecipante, fornendo spunti di riflessione, idee per nuovi lavori, nonché consigli pratici per tramutare passione in professione.

L’ingresso agli incontri è gratuito e riservato ai soci. Costo della tessera annuale ENAL 3 euro. È possibile associarsi direttamente il giorno dell’evento.

The Darkroom Project: ultimi giorni per partecipare alle selezioni della rassegna di stampa fotografica da negativo

Il 15 giugno scadono i termini per partecipare alle selezioni di  The Darkroom Project.

The Darkroom Project è un’iniziativa dedicata alla stampa del negativo in camera oscura che mira a condurre oltre la semplice visione della stampa fotografica, un percorso che attraverso le testimonianze di fotografi e stampatori permetterà di conoscere il negativo delle fotografie esposte in mostra e scoprire quali sono state le scelte e le intuizioni dello stampatore in camera oscura.

The Darkroom Project un’iniziativa unica nel suo genere, un’occasione di incontro e di confronto tra gli appassionati, gli amanti, i professionisti del mondo della camera oscura e anche di chi è tanto folle da restare chiuso la notte nel bagno di casa, tra i miasmi dell’idrochinone e dell’iposolfito, alla ricerca della stampa considerata perfetta.

La Rassegna si svolgerà dal 13 al 15 agosto 2011, nella straordinaria cornice del convento dei domenicani di  Muro Leccese, con il patrocinio dell’Assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia.

Esporranno una selezione dei loro lavori, racconteranno attraverso video interviste e racconti scritti le loro storie di camera oscura e il loro rapporto con lo stampatore:

Giovanni Canitano, Dario Coletti, Claudio Corrivetti, Giovanni Cozzi, Dario De Dominicis, Luigi Filetici, Fabio Lovino, Piero Marsili Libelli, Lia Pasqualino, Mario Peliti, Andrea Pizzi, Paolo Porto, Laura Salvinelli, Angelo Turetta, Luciano Viti, Francesco Zizola.

Accanto ai grandi nomi della fotografia, nella suggestiva cornice salentina, verranno esposte le opere degli autori selezionati dallo stampatore professionista Luciano Corvaglia, autore delle stampe dei più grandi fotografi a livello internazionale di moda, reportage e ritratto.

Una camera oscura sarà allestita nelle stanze dell’ex convento e verrà data la possibilità ai visitatori di conoscere la magia del processo di stampa dai propri negativi guidati dallo staff di Darkroom Project. Nel corso delle tre serate sarà portata in scena “Camera Chiara” la performance di Piero Marsili Libelli.

The Darkroom Project nasce da un’idea di Luciano Corvaglia ed è realizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale Wide Shut Photography.

Info: http://www.darkroomproject.orginfo@darkroomproject.org

Convento dei Domenicani di Muro Leccese

The Darkroom Project: sempre più fotografi aderiscono al progetto

Darkroom Project - Ex convento Muro Leccese

The Darkroom Project, la prima rassegna fotografica dedicata alla stampa del negativo in camera oscura, organizzata dal Laboratorio Fotografico Luciano Corvaglia e dal Collettivo WSP, riscuote sempre più adesioni!

La lista dei fotografi professionisti che hanno deciso di aderire al progetto, raccontando i propri aneddoti di camera oscura e mettendo a disposizione la propria esperienza e i “propri negativi”, si fa sempre più ricca e corposa.
Oltre a Francesco Zizola, Laura Salvinelli, Dario De Dominicis e Giovanni Cozzi, ci saranno:

Giovanni Canitano
Dario Coletti

Luigi Filetici

Fabio Lovino
Lia Pasqualino
Mario Peliti
Andrea Pizzi
Paolo Porto

Angelo Turetta

Luciano Viti
The Darkroom Project sarà un’occasione di incontro e di confronto tra gli appassionati, gli amanti, i professionisti del mondo della camera oscura e anche di chi è tanto folle da restare chiuso lanotte nel bagno di casa, tra i miasmi dell’idrochinone e dell’iposolfito, alla ricerca della stampa considerata perfetta. L’iniziativa è promossa dal Laboratorio Fotografico Professionale di Luciano Corvaglia e dall’Associazione Culturale Wide Shut Photography, con il patrocinio del Comune di Muro Leccese e si svolgerà dal 13 al 15 agosto 2011, nella straordinaria cornice dell’Ex Convento di Muro Leccese.
La partecipazione è aperta a tutti: accanto ai grandi nomi della fotografia, nella suggestiva cornice salentina, verranno esposte le opere degli autori selezionati dallo stampatore professionista Luciano Corvaglia, autore delle stampe dei più grandi fotografi a livello internazionale di moda, reportage e ritratto. Le fotografie dovranno essere stampate su carta baritata ai sali d’argento e potranno essere presentate in qualsiasi formato entro il 15 giugno 2011.
Per maggiori informazioni:

The Darkroom Project: partecipa alla prima rassegna di stampa fotografica del negativo

The Darkroom Project

Il Laboratorio Fotografico Professionale Luciano Corvaglia
e
L’Associazione Culturale Wide Shut Photography presentano “The Darkroom Project” Rassegna di stampa fotografica del negativo 13-14-15 Agosto 2011 Ex Convento di Muro Leccese

Darkroom Project

The Darkroom Project è un progetto dedicato alla stampa del negativo in camera oscura che mira a condurre oltre la semplice visione della stampa fotografica. The Darkroom Project è un vero e proprio percorso che attraverso le testimonianze di fotografi e stampatori permetterà di conoscere il negativo delle fotografie esposte in mostra, scoprire quali sono state le scelte, le intuizioni ma anche le difficoltà dello stampatore in camera oscura. Professionisti come Giovanni Cozzi, Francesco Zizola, Fabio Lovino, Laura Salvinelli, Andrea Pizzi e molti altri esporranno una selezione dei loro lavori, racconteranno le loro storie di camera oscura e il loro rapporto con lo stampatore. The Darkroom Project sarà un’occasione di incontro e di confronto tra gli appassionati, gli amanti, i professionisti del mondo della camera oscura e anche di chi è tanto folle da restare chiuso la notte nel bagno di casa, tra i miasmi dell’idrochinone e dell’iposolfito, alla ricerca della stampa considerata perfetta. L’iniziativa è promossa dal Laboratorio Fotografico Professionale di Luciano Corvaglia e dall’Associazione Culturale Wide Shut Photography, con il patrocinio del Comune di Muro Leccese e si svolgerà dal 13 al 15 agosto 2011, nella straordinaria cornice dell’Ex Convento di Muro Leccese. La partecipazione è aperta a tutti: accanto ai grandi nomi della fotografia, nella suggestiva cornice salentina, verranno esposte le opere degli autori selezionati dallo stampatore professionista Luciano Corvaglia, autore delle stampe dei più grandi fotografi a livello internazionale di moda, reportage e ritratto.

Le fotografie dovranno essere stampate su carta baritata ai sali d’argento e potranno essere presentate in qualsiasi formato entro il 15 giugno 2011.

Per ulteriori informazioni: www.darkroomproject.org

THE DARKROOM PROJECT: RASSEGNA DI STAMPA FOTOGRAFICA DEL NEGATIVO – Aperte le selezioni

Il Laboratorio Fotografico Professionale Luciano Corvaglia e L’Associazione Culturale Wide Shut Photography

presentano

“The Darkroom Project”

Rassegna di stampa fotografica del negativo

13-14-15 Agosto 2011

Ex Convento di Muro Leccese

Sono aperte le selezioni per partecipare a The Darkroom Project, un progetto dedicato alla stampa del negativo in camera oscura che mira a condurre oltre la semplice visione della stampa fotografica.

The Darkroom Project è un vero e proprio percorso che attraverso le testimonianze di fotografi e stampatori permetterà di conoscere il negativo delle fotografie esposte in mostra, scoprire quali sono state le scelte, le intuizioni ma anche le difficoltà dello stampatore in camera oscura.

Professionisti come Giovanni Cozzi, Francesco Zizola, Fabio Lovino, Laura Salvinelli, Andrea Pizzi e molti altri esporranno una selezione dei loro lavori, racconteranno le loro storie di camera oscura e il loro rapporto con lo stampatore.

The Darkroom Project sarà un’occasione di incontro e di confronto tra gli appassionati, gli amanti, i professionisti del mondo della camera oscura e anche di chi è tanto folle da restare chiuso la notte nel bagno di casa, tra i miasmi dell’idrochinone e dell’iposolfito, alla ricerca della stampa considerata perfetta.

L’iniziativa è promossa dal Laboratorio Fotografico Professionale di Luciano Corvaglia e dall’Associazione Culturale Wide Shut Photography, con il patrocinio del Comune di Muro Leccese e si svolgerà dal 13 al 15 agosto 2011, nella straordinaria cornice dell’Ex Convento di Muro Leccese.

La partecipazione è aperta a tutti: accanto ai grandi nomi della fotografia, nella suggestiva cornice salentina, verranno esposte le opere degli autori selezionati dallo stampatore professionista Luciano Corvaglia, autore delle stampe dei più grandi fotografi a livello internazionale di moda, reportage e ritratto.

Le fotografie dovranno essere stampate su carta baritata ai sali d’argento e potranno essere presentate in qualsiasi formato entro il 15 giugno 2011.

Info e regolamento: www.darkroomproject.orginfo@darkroomproject.org

(c) Ex Convento di Muro leccese