Presentazione nuovi corsi di fotografia 2015

© Lucia Perrotta

© Lucia Perrotta

E anche quest’anno siamo giunti al consueto appuntamento con la presentazione dei nuovi corsi di fotografia in partenza dal 9 marzo.

Un momento molto importante per la nostra Associazione, occasione sia per far conoscere la nostra realtà, la sede, l’organizzazione e i nostri docenti, sia per interfacciarci con i futuri studenti e gli interessati per sciogliere ogni dubbio su quale corso di fotografia sia più adatto alle esigenze e alle aspettative di ognuno.

I corsi base di fotografia con Lucia Perrotta sono oramai un’istituzione: sono il primo affaccio sul mondo della fotografia per quanti decidano di avvicinarsi al mezzo e al linguaggio e superare una modalità di scatto che sia solo automatica, per iniziare a gettare le basi di tecnica, composizione e corretto uso della luce.
Due turni attivati: il lunedì dalle 19 alle 21 (pochissimi posti rimasti) e il mercoledì dalle 21 alle 23.
Inoltre è attivo anche un corso base espressamente dedicato a ragazzi e ragazze dai 12 ai 16 anni.

Successivamente il corso avanzato-pratico di fotografia offre un percorso specifico ed originale per cimentarsi sui diversi generi fotografici sia da un punto di vista teorico che pratico. È infatti uno dei pochi corsi di fotografia che propone ben 4 uscite fotografiche ed un’organizzazione modulare divisa per argomenti: dalla fotografia di ritratto all’architettura, dal reportage al fotogiornalismo. Con il contributo di interventi da parte di più docenti del WSP Photography.

Il reportage è da sempre il genere che più contraddistingue il nostro lavoro. L’offerta di corsi in questo campo della fotografia è tra le più vaste a Roma, con docenti professionisti di ottimo livello. In questa sessione partiranno due corsi di reportage con la fotografa Francesca Mancini: un livello base di reportage, per quanti alle prime armi, e un livello più avanzato, per chi già ha frequentato un corso e vuole cimentarsi nella realizzazione di un progetto personale sotto la guida e i consigli della docente.

Fiore all’occhiello della nostra offerta è anche il corso per aspiranti photoeditor con Marco Pinna, photoeditor National Geographic. Il corso è giunto ormai alla sua quarta edizione e propone un programma nuovo e aggiornato, con particolare attenzione rivolta ai cambiamenti che ha subito il mestiere e il photoediting con l’avvento del web, sneza tralasciare ovviamente le basi tecniche e teoriche.

© Daniele Zedda

© Daniele Zedda

Videoediting e Photoediting, aspetti importanti e imprescindibili per chi si avvicina alla fotografia e al foto e videogiornalismo per passione o per mestiere. I nostri corsi con Daniele Zedda sono un continuo aggiornamento, che partendo dalle basi portano gli studenti ad un percorso avanzato che gli permetterà di governare le tecniche di fotoritocco più adatte alle loro esigenze.

Infine una grande novità per il 2015, frutto della nostra continua ricerca e voglia di proporvi ogni anno qualcosa di nuovo e in linea con le evoluzioni della comunicazione e dell’immagine. Le altre strade del documentario con Aude Fourel è un corso di storia del cinema, analisi critica e pratica video che propone un percorso attraverso ricerche documentaristiche che hanno rivoluzionato il genere. Una giornata di workshop a fine percorso sarà dedicata alla pratica: realizzazione di una “Minute Lumière”.

Vi aspettiamo numerosi venerdì 27 dalle ore 19. Vi ricordiamo che con l’occasione tutti i partecipanti riceveranno in omaggio la tessera ENAL 2015.
Confermate la vostra presenza all’evento. 

A scuola di reportage: studiare i grandi autori e poi impegnarsi in progetti personali.

Questa l’idea alla base dei programmi dei due corsi di fotografia di reportage che quest’anno propone Francesca Mancini, fotografa, al WSP Photography.

Giunta alla III edizione e al secondo anno di collaborazione con la nostra associazione, Francesca, una docente che continuamente è alla ricerca di nuovi input per stimolare la partecipazione e l’impegno dei suoi studenti ai corsi di fotografia, ha deciso di dare una sferzata al classico programma.

Dai grandi autori e dalle lezioni sulle tecniche proprie del linguaggio fotogiornalistico non si può prescindere.

E’ solo grazie allo studio, alla visione e commento di lavori e analisi in classe, che ciascun partecipante riesce così a creare un forte background di competenze necessario per mettersi in pratica e progettare. Perché un progetto fotografico non è solo  trovare una storia e andare a fotografare.

Vuoi consocere i programmi e le date di inizio dei corsi? Vai alla pagina dedicata del corso:

CORSO DI REPORTAGE E FOTOGIORNALISMO I E II

Vuoi maggiori informazioni o hai qualche domanda da farci? Scrivici, saremo lieti di rispondere ad ogni dubbio: info@collettivowsp.org

Oggi alle 19: presentazione nuovi corsi di fotografia in partenza a marzo

Immagine

Eccoci arrivati al consueto appuntamento con la presentazione dei nuovi corsi di fotografia in partenza a marzo presso la sede dell’Associazione fotografica WSP. L’evento si terrà il prossimo 28 febbraio alle ore 19 nella nostra sede in Via Costanzo Cloro ed è aperto a tutti.

La presentazione è un momento importante, un’occasione per conoscere la sede e i docenti e chiarire gli ultimi dubbi su quale sia il corso di fotografia più adatto alle vostre esigenze e alle vostre aspettative.

Corsi base, avanzati-pratici, di reportage e fotogiornalismo, di postproduzione e photoshop, e l’esclusivo corso sul mestiere di photoeditor con Marco Pinna, PE National Geographic.

L’offerta di corsi e scuole di fotografia a Roma è aumentata negli ultimi anni in maniera notevole. Ciò che contraddistingue il WSP è sicuramente l’esperienza, molti corsi infatti sono arrivati anche oltre la decima edizione, con un successo e un gradimento da parte degli iscritti sempre in aumento. Questo ci ha permesso negli anni di affinare le nostre proposte e adattare i programmi alle richieste degli utenti, senza tralasciare l’aspetto umano e di confronto che da sempre caratterizza il nostro approccio.
I nostri docenti sono fotografi appassionati e professionisti. Alcuni di loro, come Francesca Mancini, lavorano da anni per Agenzie fotografiche e altri, come Fausto Podavini, hanno avuto riconoscimenti di massimo livello come il World Press Photo.

Passione, professionalità, qualità, disponibilità e affidabilità sono caratteristiche di cui andiamo fieri e vi invitiamo a partecipare al nostro open day, il prossimo 28 febbraio alle ore 19, per sperimentarle dal vivo.

Nel frattempo, date uno sguardo alla nostra offerta e ai programmi dei corsi in partenza sul nostro sito.

La luce nella fotografia di reportage: workshop con Francesca Mancini @ WSP Photography

Ancora posti disponibili per il Workshop proposto da WSP Photography il 21-22-23 giugnoLa luce nella fotografia di reportage, un workshop con Francesca Mancini.

Francesca Mancini workshop Francesca Mancini workshop

La fotografia è un disegno fatto di luce. La luce intorno a noi descrive e dà un significato a ciò che illumina. Saperla riconoscere ed interpretare è la ginnastica quotidiana del fotografo.

Il lavoro che verrà proposto durante il workshop è uno studio sull’utilizzo della luce nel reportage.
Ci interrogheremo sul significato della luce analizzando i lavori di autori diversi, e ci eserciteremo a guardarla intorno a noi, fotografando in strada.

Il workshop si articola in tre incontri, nella prima giornata verrà presentata la docente e fotografa Francesca Mancini, il workshop e i suoi obiettivi. E’ prevista inoltre la visione del portfolio dei partecipanti. La seconda giornata di workshop è articolata nell’analisi dei lavori di autore e lo studio delle teorie e tecniche di ripresa e in una prima fase di scatto in strada nel quartiere Garbatella. La terza giornata di workshop è articolata nella seconda fase di scatto nel quartiere San Paolo e la fase di editing e analisi critica del lavoro svolto.

Programma

venerdì 21 giugno
ore 18.30 – 21.00
presentazione del workshop: obbiettivi e lavoro da svolgere
Visione portfolio dei partecipanti

sabato 22 giugno 
ore 10.00 – 14.00
analisi di alcuni lavori d’autore, teorie e tecniche di ripresa
15.00 -19.00
Prima uscita con il docente / quartiere Garbatella

domenica 23 giugno
ore 9.00 – 12.00
Seconda uscita con il docente / quartiere San Paolo
14.30 -19.00
Visione dei lavori prodotti durante le due uscite, editing ed analisi critica.

Destinatari: Il workshop è indirizzato agli appassionati di fotografia di reportage e streeet photography. Ogni partecipante dovrà avere una macchina fotografica con opzione manuale (non importa se reflex o mirrorless) e un computer portatile. In caso contrario inviateci una mail per usufruire della nostra attrezzatura in prestito.

Docente: Francesca Mancini è una fotogiornalista dal 1999. Le sue foto sono state pubblicate da Le Monde Magazine, Le Temps, The Independent, Newsweek Japan, Epsilon, Burn, IL, Internazionale, L’Espresso, Panorama, Vanity Fair, Ventiquattro. I suoi lavori hanno vinto il premio Enzo Baldoni, il Premio Atri per il Reportage, Anthropographia, Story Telling for Human Rights, il Prix de la Photographie. Ha esposto alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, al Wanderbilt Hall di New York, al Palazzo Lombardia di Milano, al Palazzo Attems di Gorizia, alla Noorderlicht Gallery di Amsterdam.

Costi e modalità di partecipazione
Il costo del laboratorio è di 180 euro (170 euro per i possessori WSP Card) comprensivi della tessera ENAL, da versarsi in un’unica soluzione. Per iscriversi occorre inviare una mail a info@collettivowsp.org.
Numero minimo di partecipanti per attivare il laboratorio: 5 – Numero massimo: 10.
Il workshop si terrà presso la sede dell’Associazione WSP Photography in Via Costanzo Cloro, 58 – Metro B San Paolo.
Per info e prenotazioni: info@collettivowsp.org o  328 1795463http://www.collettivowsp.org

La Luce nella Fotografia di Reportage: Workshop con Francesca Mancini @ WSP 21-22-23 giugno

WSP Photography presenta, il 21-22-23 giugnoLa luce nella fotografia di reportage, un workshop conFrancesca Mancini.

Francesca Mancini workshop

Francesca Mancini workshop

La fotografia è un disegno fatto di luce. La luce intorno a noi descrive e dà un significato a ciò che illumina. Saperla riconoscere ed interpretare è la ginnastica quotidiana del fotografo.

Il lavoro che verrà proposto durante il workshop è uno studio sull’utilizzo della luce nel reportage.
Ci interrogheremo sul significato della luce analizzando i lavori di autori diversi, e ci eserciteremo a guardarla intorno a noi, fotografando in strada.

Il workshop si articola in tre incontri, nella prima giornata verrà presentata la docente e fotografa Francesca Mancini, il workshop e i suoi obiettivi. E’ prevista inoltre la visione del portfolio dei partecipanti. La seconda giornata di workshop è articolata nell’analisi dei lavori di autore e lo studio delle teorie e tecniche di ripresa e in una prima fase di scatto in strada nel quartiere Garbatella. La terza giornata di workshop è articolata nella seconda fase di scatto nel quartiere San Paolo e la fase di editing e analisi critica del lavoro svolto.

Programma

venerdì 21 giugno
ore 18.30 – 21.00
presentazione del workshop: obbiettivi e lavoro da svolgere
Visione portfolio dei partecipanti

sabato 22 giugno 
ore 10.00 – 14.00
analisi di alcuni lavori d’autore, teorie e tecniche di ripresa
15.00 -19.00
Prima uscita con il docente / quartiere Garbatella

domenica 23 giugno
ore 9.00 – 12.00
Seconda uscita con il docente / quartiere San Paolo
14.30 -19.00
Visione dei lavori prodotti durante le due uscite, editing ed analisi critica.

Destinatari: Il workshop è indirizzato agli appassionati di fotografia di reportage e streeet photography. Ogni partecipante dovrà avere una macchina fotografica con opzione manuale (non importa se reflex o mirrorless) e un computer portatile. In caso contrario inviateci una mail per usufruire della nostra attrezzatura in prestito.

Docente: Francesca Mancini è una fotogiornalista dal 1999. Le sue foto sono state pubblicate da Le Monde Magazine, Le Temps, The Independent, Newsweek Japan, Epsilon, Burn, IL, Internazionale, L’Espresso, Panorama, Vanity Fair, Ventiquattro. I suoi lavori hanno vinto il premio Enzo Baldoni, il Premio Atri per il Reportage, Anthropographia, Story Telling for Human Rights, il Prix de la Photographie. Ha esposto alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, al Wanderbilt Hall di New York, al Palazzo Lombardia di Milano, al Palazzo Attems di Gorizia, alla Noorderlicht Gallery di Amsterdam.

Costi e modalità di partecipazione
Il costo del laboratorio è di 180 euro (170 euro per i possessori WSP Card) comprensivi della tessera ENAL, da versarsi in un’unica soluzione. Per iscriversi occorre inviare una mail a info@collettivowsp.org.
Numero minimo di partecipanti per attivare il laboratorio: 5 – Numero massimo: 10.
Il workshop si terrà presso la sede dell’Associazione WSP Photography in Via Costanzo Cloro, 58 – Metro B San Paolo.
Per info e prenotazioni: info@collettivowsp.org o  328 1795463 http://www.collettivowsp.org

Questa sera ore 19 Conversazioni di fotografia con Francesca Mancini @WSP

Associazione Culturale WSP Photography

Presenta

“Asylum”

Conversazioni di fotografia con Francesca Mancini

Venerdì 10 Maggio h: 19.00 WSP Photography

(c) Francesca Mancini

(c) Francesca Mancini

Per il ciclo Conversazioni di fotografia, WSP Photography presenta venerdì 10 Maggioalle ore 19: “Asylum”, il progetto della fotogiornalista Francesca Mancini.

Il progetto Asylum nasce nel maggio del 2009 in seguito all’accordo tra l’Italia e la Libia per il controllo del flusso migratorio e i conseguenti rimpatri forzati in violazione della  Convenzione di Ginevra sullo status dei rifugiati.

Il progetto racconta le condizioni di estrema precarietà e abbandono in cui versano i rifugiati politici riusciti a giungere in Italia, attraverso le immagini scattate nei centri di accoglienza previsti dal governo, nei palazzi ghetto, nelle periferie, sulla strada.

Il progetto si sviluppa poi  sul transito dei rifugiati dalla guerra in  Libia del campo profughi tunisino di Ras Ajdir.

Insieme a Francesca Mancini parleremo della tecnica e de linguaggio fotografico e multimediale utilizzato,  volto a proteggere l’identità dei soggetti ritratti ed evocare la loro condizione invisibilità  nella società che dovrebbe accoglierli.

L’incontro sarà inoltre l’occasione per conoscere gli altri lavori di Francesca Mancini, il suo percorso professionale, dagli anni della guerra in Kosovo ad oggi.

Francesca Mancini è una fotogiornalista dal 1999. Le sue foto sono state pubblicate da Le Monde Magazine, Le Temps, The Independent, Newsweek Japan, Epsilon, Burn, IL, Internazionale, L’Espresso, Panorama, Vanity Fair, Ventiquattro. I suoi lavori hanno vinto il premio Enzo Baldoni, il Premio Atri per il Reportage, Anthropographia, Story Telling for Human Rights, il Prix de la Photographie. Ha esposto alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, al Wanderbilt Hall di New York, al Palazzo Lombardia di Milano, al Palazzo Attems di Gorizia, alla Noorderlicht Gallery di Amsterdam.

Ingresso gratuito riservato ai soci ENAL. È possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento. Costo della tessera annuale 2013 3 euro

“Asylum” – Conversazioni di fotografia con Francesca Mancini 10 maggio ore 19 @ WSP

Associazione Culturale WSP Photography

Presenta

“Asylum”

Conversazioni di fotografia con Francesca Mancini

Venerdì 10 Maggio h: 19.00 WSP Photography

(c) Francesca Mancini

(c) Francesca Mancini

Per il ciclo Conversazioni di fotografia, WSP Photography presenta venerdì 10 Maggio alle ore 19: “Asylum”, il progetto della fotogiornalista Francesca Mancini.

Il progetto Asylum nasce nel maggio del 2009 in seguito all’accordo tra l’Italia e la Libia per il controllo del flusso migratorio e i conseguenti rimpatri forzati in violazione della  Convenzione di Ginevra sullo status dei rifugiati.

Il progetto racconta le condizioni di estrema precarietà e abbandono in cui versano i rifugiati politici riusciti a giungere in Italia, attraverso le immagini scattate nei centri di accoglienza previsti dal governo, nei palazzi ghetto, nelle periferie, sulla strada.

Il progetto si sviluppa poi  sul transito dei rifugiati dalla guerra in  Libia del campo profughi tunisino di Ras Ajdir.

Insieme a Francesca Mancini parleremo della tecnica e de linguaggio fotografico e multimediale utilizzato,  volto a proteggere l’identità dei soggetti ritratti ed evocare la loro condizione invisibilità  nella società che dovrebbe accoglierli.

L’incontro sarà inoltre l’occasione per conoscere gli altri lavori di Francesca Mancini, il suo percorso professionale, dagli anni della guerra in Kosovo ad oggi.

Francesca Mancini è una fotogiornalista dal 1999. Le sue foto sono state pubblicate da Le Monde Magazine, Le Temps, The Independent, Newsweek Japan, Epsilon, Burn, IL, Internazionale, L’Espresso, Panorama, Vanity Fair, Ventiquattro. I suoi lavori hanno vinto il premio Enzo Baldoni, il Premio Atri per il Reportage, Anthropographia, Story Telling for Human Rights, il Prix de la Photographie. Ha esposto alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, al Wanderbilt Hall di New York, al Palazzo Lombardia di Milano, al Palazzo Attems di Gorizia, alla Noorderlicht Gallery di Amsterdam.

Ingresso gratuito riservato ai soci ENAL. È possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento. Costo della tessera annuale 2013 3 euro