NUOVI AUTORI: IL WSP INTERVISTA CHRIS RAIN

Continua la serie delle interviste ai nuovi talenti  e ad autori emergenti con un’intervista a  Chris Rain, un bravissimo fotografo ed artista romano, vincitore di Fotoleggendo 2009 con il lavoro “I’m the snow”

Prima di tutto complimenti per la vittoria. Come nasce un lavoro come “I’m the snow”?


I’m the Snow è come uno di quei diari colmi di pagine dove si scrivono presentimenti e buoni propositi, ma poi vengono interrotti.
Ho cercato di dare una conclusione e rendere onore a qualcosa lasciato a metà,
a quel regno immaginario popolato di luoghi, atmosfere e persone nelle quali trovavo rifugio ma che con il tempo avevo dimenticato.
Ho messo davanti agli occhi vecchi disegni, fotografie, oggetti legati alla mia infanzia che temevo per la loro aura misteriosa
e ho provato a reinterpretare tutte queste visioni per esorcizzare un perenne senso di paura e dissolutezza.

Ti ispiri a qualche autore, non necessariamente fotografo, in particolare? Mi viene da citare Anders Petersen o Michael Ackerman, anche se un pò lontanamente.


Le fotografie non sono direttamente ispirate da autori particolari o melodie,
più correttamente posso dire che ammiro e rispetto delle persone per la loro indole e pensiero incontaminati.
Siccome si parla di immagini posso confessare di avere un debole per Munch, Bacon, Alberto Sughi e il cinema espressionista del primo ‘900.
(Curioso tu abbia citato M. Ackerman, qualche anno fa dopo avergli fatto vedere dei lavori mi chiese di venire a casa mia per farmi delle foto e vedere dove nascevano le mie.)

Al momento di ritirare il premio hai sottolineato che il genere fotografico che fai troppo spesso non viene preso   sul serio, definendo la fotografi “prigioniera di se stessa”.Puoi spiegarci cosa intendevi?


La fotografia è un arte relativamente giovane, e forse per questo è costretta a limitare il suo campo d’azione entro dei confini invisibili
dettati da quell’ equazione che vede l’ autore come intermediario tra il mondo tangibile e lo spettatore.
Ho parlato di emancipazione, e questo significa essere liberi di creare e dialogare con se stessi,
disinteressandosi di chi sarà l’ interlocutore e di come potrà percepire il messaggio.
Una fotografia se vuole, può infrangere e sovvertire i dogmi dell’ estetica, del tempo, della gravità e dei colori.

Chi è Chris Rain fotografo, qual è la sua formazione fotografica?

La mia formazione fotografica non si avvale di alcuna particolare esperienza o studio.
Mi sono fin da subito appassionato di camera oscura per la possibilità che mi offriva di poter controllare interamente il processo produttivo e sperimentale,
successivamente ho sempre cercato di sfruttare ogni tipo di mezzo stilistico avessi la possibilità di usare.
Sono fermamente convinto del fatto che la potenza di un opera non debba essere decretata dagli strumenti utilizzati
o dalle didascalia scritte sotto di essa.

Trovi nella fotografia la forma migliore di espressione o utilizzi anche altri modi per esprimerti?

Scrivo molto, mi piace anche suonare, ma poi in fondo, suppongo che ogni essere umano all’ atto di voler comunicare,
cerca sempre di sfogare la sua irrequietezza espressiva in ogni semplice azione che compie,
dal modo in cui parla agli altri fino al modo in cui sistemerebbe degli oggetti su uno scaffale.

Progetti futuri?

Ho diversi progetti fotografici in corso nei quali ci sono ancora semi e affinità con quelli precedenti.
Aspetto il momento in cui capirò di aver concluso un capitolo,
e se mai accadrà, mi piacerebbe pubblicare un libro di lettere e racconti.

Ancora complimenti Chris e un arrivederci a presto.

Link:

Chris Rain

Café Experiment@Fotoleggendo 2009

CafeXperiment a Fotoleggendo 2009
Live Set
Sabato 10 e domenica 11 ottobre 2009

CafeXperiment a FotoleggendoSe amate il caffè, da tutti i suoi punti di vista, e se volete cimentarvi a fotografare questo vostro amore, non potete mancare all’appuntamento con CafeXperiment, di Valentina Cinelli, uno degli eventi speciali di Fotoleggendo 2009.

Vi aspettiamo, sabato 10 e domenica 11 ottobre, per offrirvi un caffè e mettere alla prova la vostra creatività! Un vero set fotografico è stato allestito per voi, e vorremo foste proprio voi a fotografare il caffè secondo i vostri gusti, con le vostre mani, con i vostri amici: un momento ‘espressamente’ vostro, la vostra pausa caffè.

Tutte le foto verranno pubblicate in tempo reale sul sito ed entreranno a far parte della collezione di CafeXperiment. Se proprio non potrete partecipare al Live set di CafeXperiment, non perdetevi la diretta su twitterfriendfeed: 140 battute e feed per ogni foto pubblicata. 

Café Experiment è un progetto di Valentina Cinelli
http://www.cafexperiment.com

Sabato 10 e domenica 11 ottobre 2009 dalle 10.00 alle 13.00 dalle 15.30 alle 18.00
Istituto Anticendi di Roma, Via del Commercio, 13



-0997