Il reportage sociale: fotografia per informare e cambiare il mondo.

La realtà dei fotografi è il ciclo di seminari di storia della fotografia proposto da WSP Photography, giunto al suo secondo appuntamento.

Ben Shahn Children of Destitute Mountaineer, Arkansas (1935)

© Ben Shahan

Il secondo incontro racconta l’evoluzione del concetto di fotografia di documentazione: dalla pura registrazione della realtà – sia pure all’interno di determinati canoni estetici – a una narrazione sociologica e fotogiornalistica, che ha il preciso scopo di portare alla luce un mondo sommerso di miseria e sfruttamento, e di fare appello alle coscienze di un pubblico borghese benestante.

Immaginata da Henry Fox Talbot, uno dei suoi inventori, come una “matita della natura”, la fotografia sin dal suo esordio viene esaltata come strumento di registrazione della realtà puntuale ma non asettico, capace anzi di integrare in sé il valore aggiunto di una visione estetica e di un pensiero etico.

Questo ciclo di seminari è rivolto sia a studenti che a semplici appassionati di fotografia, interessati a conoscere e/o approfondire quei movimenti di pensiero e quei generi fotografici che nel tempo si sono proposti di fornire testimonianza della realtà, della società, degli eventi e dei mutamenti storici, facendo della documentazione un’arte e un impegno morale verso la società.

dorothea-lange-migrant-mother.jpg

© Dorothea Lange

I seminari sono tenuti da Rosa Maria Puglisi. Rosa Maria Puglisi nasce a Giarre (CT) nel 1967. Dopo la maturità classica si laurea presso l’Accademia di Belle Arti di Catania e si abilta all’insegnamento. Ha un master in “Video, Fotografia,Teatro e mediazione artistica nella relazione d’aiuto”. Nel 1992 frequenta la scuola “Donna Fotografa” di Giuliana Traverso a Milano. Si stabilisce poi a Roma, dove si perfeziona come fotografa presso l’ISFCI; lì insieme ad altri studenti viene selezionata per un progetto di reportage nei luoghi della psichiatria dopo la legge Basaglia. Successivamente lavora come freelance. Dal 2000 in poi ha scritto di fotografia in vari siti specializzati (Cultframe, Fotologie, La Critica, e l’Enciclopedia delle donne) e sul suo blog, “Lo Specchio incerto”. Ha una lunga esperienza d’insegnamento in enti pubblici e privati, e insegna al corso Superiore professionale biennale dell’Istituto Italiano di Fotografia (Milano), e al Master biennale di fotografia di Exusphoto (Roma). E’ inoltre docente del Corso di formazione triennale in Artiterapie (indirizzo: arti visive, foto, video e teatro) di Nuove Arti Terapie.

Modalità di partecipazione
I seminari sono a numero chiuso. Per partecipare a ciascuno dei seminari è obbligatorio prenotarsi inviando una mail a: info@collettivowsp.org specificando la data o il titolo del seminario a cui si vuole partecipare.

Il costo di partecipazione di ogni seminario è di 10 euro, 30 euro totali se si decide di partecipare a tutti i seminari versando l’intera quota il giorno del primo seminario.

Per conoscere gli altri appuntamenti visitare il sito wsp photography.

Annunci

WSP Masterclass: al via la seconda edizione

E’ partita in quarta la seconda edizione della nostra Masterclass di reportage tenuta da Giovanni Cocco, Paolo Marchetti e Fausto Podavini.

Una classe piena, un bel gruppo costituito da 16 studenti, provenienti da esperienze e parti del mondo (non sono Italia) diverse, ciascuno con i propri obiettivi, le proprie aspettative e le prime idee da portare avanti in questo intenso anno da vivere insieme.

Libertà, Amante, Analisi, Scoperta, Vita, Curiosità, Emozione, Introspezione, Affrontare le proprie paure, Leggerezza, Sfida, Viaggio, Specchio, Ricerca. Così in una sola parola hanno descritto la fotografia Alita, Luigia, Amelie, Silvia, Cinzia, Caterina, Eleonora, Dario, Giuseppe, Eleonora, Marco, Alfonso, Tommaso, Marco e Bo.

Insieme ai docenti in questo primo weekend si è parlato di  come si racconta una storia e come nasce un’idea e si traduce in progetto; partendo dai portfoli presentati dai partecipanti e iniziando a gettare le basi dei percorsi e delle eventuali problematiche dei nuovi progetti da realizzare.

Il livello di tutti i partecipanti è alto, le motivazioni anche di più. Tra i portfoli presentati, il vincitore della borsa di studio è risultato essere quello di Silvia Longhi. Tra le motivazioni espresse dai docenti, si sottolinea come il suo progetto “Dubai – Un acquario nel deserto” sia riuscito a “restituire con discreta capacità i suoi intenti, esprimendosi con una fotografia capace di parlarci mediante un sapiente gioco di distanze ed emotività. Crediamo che Silvia abbia concepito un progetto accattivante e che lo abbia tradotto in un bellissimo titolo insieme ad uno svolgimento visivo attendibile e pertinente in tutto il suo percorso narrativo”.

Continuate a seguirci per restare aggiornati sullo svolgimento della Masterclass.

Corsi di reportage al WSP

A partire da ottobre 2014, l’offerta formativa del WSP in ambito di fotografia documentaria e di reportage si amplia e propone tre diversi corsi, per una formazione a 360 gradi: da un livello base a un livello professionale.
Vediamoli in dettaglio.

Corso di reportage e fotogiornalismo con Francesca Mancini
da ottobre 2014 a gennaio 2015

© Francesca Mancini

Il corso ha la finalità di guidare i partecipanti alla comprensione e all’acquisizione del linguaggio fotografico narrativo, illustrando i diversi intenti e finalità editoriali del reportage fotografico e proponendo un approccio di sperimentazione pratica al mestiere di fotogiornalista. Lezioni in aula si alterneranno e completeranno con uscite fotografiche insieme alla docente, che spronerà gli studenti nella realizzazione di progetti personali.

Destinatari
Il corso si rivolge principalmente a tutti coloro che si avvicinano per la prima volta al mondo della fotografia di reportage o vogliano approfondire le conoscenze base in possesso.
Frequenza e costi
Il corso inizia a ottobre 2014 e termina a gennaio 2015, per un totale di 14 lezioni, si tiene ogni mercoledì dalle 19 alle 21 e ha un costo di 320 euro rateizzabili.

 

Laboratorio avanzato di reportage con Fausto Podavini
da novembre 2014 a luglio 2015

© Fausto Podavini
Scopo del laboratorio, tenuto dal fotografo Fausto Podavini – World Press Photo 2013– e il supporto dell’associazione WSP Photography, è quello di coinvolgere i partecipanti in un lavoro fotografico sul campo facendoli cimentare in tutte le fasi di realizzazione di un progetto fotografico: l’ideazione, la realizzazione, la presentazione del progetto a redazioni e photoeditor ed eventuale mostra fotografica finale.
Saranno assegnate agli studenti, divisi in piccoli gruppi da 2-3 persone, delle realtà da affrontare e da cui partire per ritrovare all’interno sfumature e storie proprie, nel libero e voluto esercizio della propria creatività e del proprio stile. Oltre alla realizzazione del progetto da un punto di vista fotografico, i partecipanti realizzeranno un multimediale che preveda anche la raccolta di testimonianze, interviste e riprese audio/video.
Destinatari
Requisiti per accedere al corso sono l’aver frequentato uno dei seguenti corsi presso l’associazione WSP Photography: il laboratorio di reportage base, il corso di reportage, il corso avanzato-pratico. In alternativa è possibile presentare un portfolio che sarà valutato dal docente.
Frequenza e costi
Il corso inizia a novembre 2014 e termina a luglio 2015.
Le lezioni si tengono il martedì, con cadenza quindicinnale, dalle ore 19 alle 22.
Il costo è di 950 euro rateizzabili, 900 per chi ha già frequentato un corso presso il WSP.

Per tutte le informazioni sul corso di reportage e sul laboratorio avanzato di reportage visitare il sito www.collettivowsp.org nella sezione corsi.

 

Masterclass di fotografia di reportage con Giovanni Cocco, Paolo Marchetti, Fausto Podavini.
da novembre 2014 a settembre 2015

© Giovanni Cocco  - Fausto Podavini - Paolo Marchetti

L’ultima novità in partenza a novembre 2014 è la Masterclass, che offre strumenti concreti per il proprio percorso professionale. Daily life, Contemporary Issue, Observed Portrait: in un unico corso l’opportunità di confrontarsi con tre fotografi professionisti e tre visioni diverse della fotografia di reportage: Fausto Podavini, Giovanni Cocco e Paolo Marchetti, fotografi con esperienza pluriennale nel settore fotogiornalistico e vincitori di premi internazionali, seguiranno il percorso individuale di ciascun partecipante, tenendo lezioni specifiche di progettazione, realizzazione ed editing di un proprio progetto fotografico, lavorando su storie di vita quotidiana. Ogni allievo sarà sostenuto nella realizzazione di un progetto a lungo termine, con l’obiettivo di ricercare e approfondire un proprio stile personale che vada oltre la forma e permetta di affermarsi autonomamente in ambito fotografico.
Destinatari
La Masterclass è rivolta a fotografi professionisti e non, giovani talenti e tutti coloro che vogliano intraprendere un proprio percorso professionale e che abbiano una particolare attitudine al reportage e all’utilizzo dell’immagine come linguaggio ed indagine socio-antropologica.
Per partecipare occorre inviare un portfolio accompagnato da una breve descrizione e tra quelli ritenuti idonei sarà scelto il portfolio meritevole di una borsa di studio che consentirà la riduzione del 50% della quota di partecipazione.
Frequenza e costo
La Masterclass avrà una durata annuale: con inizio a novembre 2014 e termine a settembre 2015.
La frequenza degli incontri è di un week-end al mese e le lezioni sono tenute dai tre fotografi sia alternandosi singolarmente sia prevedendo lezioni congiunte. Sono, inoltre, previsti interventi di autorevoli professionisti del mondo della fotografia. Infine, si prevede l’organizzazione di un fine settimana intensivo con i docenti in una località fuori Roma.
Il costo è di 1.850 euro rateizzabili.

Per maggiori informazioni sulla Masterclass visitare il sito: www.collettivowsp.org/masterclass

Dal 13 settembre, passate a trovarci o nel frattempo mandateci una mail a: info@collettivowsp.org
Saremo lieti di consigliarvi il corso più adattp alle vostre esigenze e ai vostri obiettivi.

“Costruire un reportage” Workshop con il fotoreporter Valerio Bispuri

workshop di reportage con Valerio Bispuri

workshop di reportage con Valerio Bispuri

L’Associazione Culturale WSP Photography presenta “Costruire un Reportage”. Workshop con Valerio Bispuri. Sabato 1 e Domenica 2 Febbraio.

Insieme a Valerio Bispuri sperimenteremo come costruire una storia fotografica immaginando i passaggi e affrontando gli ostacoli temporali e logistici che si incontrano nel percorso del racconto per immagini. Nel primo giorno di workshop analizzeremo come approcciare alla storia, come scegliere e affrontare il racconto che si vuole intraprendere, approfondendone l’aspetto “emotivo”, con l’idea che una grande fotografia non è mai casuale ma sempre frutto di un percorso interno, di una propria immagine interiore. Il secondo giorno sarà invece dedicato all’analisi dei lavori dei partecipanti e di alcuni grandi fotografi, per comprendere quali sono gli aspetti su cui lavorare e migliorare.

Programma e argomenti trattati:

– Come si costruisce un reportage: la fase progettuale, lo studio,, la ricerca e i contatti
– L’organizzazione e la comunicazione.
– La fase di scatto: quando e come scattare, le situazioni difficili
– Le diverse tipologie di reportage e lavoro sul campo: come lavorare in due giorni, in due mesi o in due anni
– L’editing e la post produzione
– La presentazione del lavoro: la pubblicazione sulle riviste, i concorsi, le mostre.
– Lettura portfolio dei partecipanti

Destinatari: Il workshop è indirizzato agli appassionati di fotografia di reportage e intende approfondire il concetto di progettazione, realizzazione ed editing.

Costi e durata
Il costo del workshop è di 150 euro (140 euro per i possessori WSP Card) comprensivi della tessera ENAL, da versarsi in un’unica soluzione.

Il workshop si terrà sabato 1 e domenica 2 febbraio dalle ore 10.00 alle ore 18.00 con un’ora di pausa pranzo. Il workshop si terrà presso la sede dell’Associazione WSP Photography in Via Costanzo Cloro, 58 – Metro B San Paolo.

Modalità di partecipazione
Per iscriversi occorre inviare una mail a info@collettivowsp.org.
Numero minimo di partecipanti per attivare il laboratorio: 5 – Numero massimo: 10.

Per info e prenotazioni: info@collettivowsp.org o  328 1795463 http://www.collettivowsp.org

Valerio Bispuri è nato a Roma nel 1971 dove vive. Ha una laurea in letteratura ed è stato un giornalista e un professionista fotoreporter dal 2001. Ha lavorato per alcune dei più importanti quotidiani e riviste italiani quali : L’Espresso, Venerdì di Repubblica e Internazionale.
Ha svolto un ampio lavoro in America Latina, in Africa e in Asia e in Medio Oriente. Ha esposto il suo lavoro in Italia, in Spagna e in Argentina. In Italia è stata esposta una mostra sui bassifondi di Ecuador a Lila presso l’Istituto Italiano – Latino-Americano di Roma.

Come fotografo freelance, negli ultimi nove anni, Valerio Bispuri ha documentato la vita in 74 prigioni di tutto il Sud America. Nel 2009 ha esposto le sue opere sulle carceri argentine presso il Centro Cultural Recoleta di Buenos Aires durante il Festival dei Diritti Umani.

Più di recente ha lavorato sugli effetti della droga “Paco” o la pasta di base di cocaina, che è fatta dal residuo di cocaina e mescolata con sostanze chimiche , polveri e o vetro e sta uccidendo molti giovani in Sud America. Il lavoro ha vinto il primo premio al POY Latam 2013. Valerio Bispuri ha inoltre vinto il primo premio nella categoria “Contemporary Issues” al Sony World Photography Awards 2013.

Gli incontri con i grandi fotografi: questa sera Fausto Podavini @ Frascati Fotografia

(c) Fausto Podavini E questa sera il WSP va ospite!  Nuovo appuntamento della serie GLI INCONTRI CON I GRANDI FOTOGRAFI, questa volta  dedicato alla fotografia di reportage. Frascati Fotografia incontra ed intervista FAUSTO PODAVINI, vincitore quest’anno del World Press Photo Award nella sezione “Daily  Life”.
L’incontro si divide in due parti, una prima parte con la presentazione di una selezione di opere commentate e raccontate dallo stesso autore e una seconda parte con discussione libera in sala e un piccolo buffet offerto dall’associazione.
L’incontro si terrà Giovedì 6 Giugno alle ore 20.00 presso la sala giovanile in piazza S. Rocco a Frascati.

INGRESSO GRATUITO.

Questa sera ore 19 Conversazioni di fotografia con Francesca Mancini @WSP

Associazione Culturale WSP Photography

Presenta

“Asylum”

Conversazioni di fotografia con Francesca Mancini

Venerdì 10 Maggio h: 19.00 WSP Photography

(c) Francesca Mancini

(c) Francesca Mancini

Per il ciclo Conversazioni di fotografia, WSP Photography presenta venerdì 10 Maggioalle ore 19: “Asylum”, il progetto della fotogiornalista Francesca Mancini.

Il progetto Asylum nasce nel maggio del 2009 in seguito all’accordo tra l’Italia e la Libia per il controllo del flusso migratorio e i conseguenti rimpatri forzati in violazione della  Convenzione di Ginevra sullo status dei rifugiati.

Il progetto racconta le condizioni di estrema precarietà e abbandono in cui versano i rifugiati politici riusciti a giungere in Italia, attraverso le immagini scattate nei centri di accoglienza previsti dal governo, nei palazzi ghetto, nelle periferie, sulla strada.

Il progetto si sviluppa poi  sul transito dei rifugiati dalla guerra in  Libia del campo profughi tunisino di Ras Ajdir.

Insieme a Francesca Mancini parleremo della tecnica e de linguaggio fotografico e multimediale utilizzato,  volto a proteggere l’identità dei soggetti ritratti ed evocare la loro condizione invisibilità  nella società che dovrebbe accoglierli.

L’incontro sarà inoltre l’occasione per conoscere gli altri lavori di Francesca Mancini, il suo percorso professionale, dagli anni della guerra in Kosovo ad oggi.

Francesca Mancini è una fotogiornalista dal 1999. Le sue foto sono state pubblicate da Le Monde Magazine, Le Temps, The Independent, Newsweek Japan, Epsilon, Burn, IL, Internazionale, L’Espresso, Panorama, Vanity Fair, Ventiquattro. I suoi lavori hanno vinto il premio Enzo Baldoni, il Premio Atri per il Reportage, Anthropographia, Story Telling for Human Rights, il Prix de la Photographie. Ha esposto alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, al Wanderbilt Hall di New York, al Palazzo Lombardia di Milano, al Palazzo Attems di Gorizia, alla Noorderlicht Gallery di Amsterdam.

Ingresso gratuito riservato ai soci ENAL. È possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento. Costo della tessera annuale 2013 3 euro

“Asylum” – Conversazioni di fotografia con Francesca Mancini 10 maggio ore 19 @ WSP

Associazione Culturale WSP Photography

Presenta

“Asylum”

Conversazioni di fotografia con Francesca Mancini

Venerdì 10 Maggio h: 19.00 WSP Photography

(c) Francesca Mancini

(c) Francesca Mancini

Per il ciclo Conversazioni di fotografia, WSP Photography presenta venerdì 10 Maggio alle ore 19: “Asylum”, il progetto della fotogiornalista Francesca Mancini.

Il progetto Asylum nasce nel maggio del 2009 in seguito all’accordo tra l’Italia e la Libia per il controllo del flusso migratorio e i conseguenti rimpatri forzati in violazione della  Convenzione di Ginevra sullo status dei rifugiati.

Il progetto racconta le condizioni di estrema precarietà e abbandono in cui versano i rifugiati politici riusciti a giungere in Italia, attraverso le immagini scattate nei centri di accoglienza previsti dal governo, nei palazzi ghetto, nelle periferie, sulla strada.

Il progetto si sviluppa poi  sul transito dei rifugiati dalla guerra in  Libia del campo profughi tunisino di Ras Ajdir.

Insieme a Francesca Mancini parleremo della tecnica e de linguaggio fotografico e multimediale utilizzato,  volto a proteggere l’identità dei soggetti ritratti ed evocare la loro condizione invisibilità  nella società che dovrebbe accoglierli.

L’incontro sarà inoltre l’occasione per conoscere gli altri lavori di Francesca Mancini, il suo percorso professionale, dagli anni della guerra in Kosovo ad oggi.

Francesca Mancini è una fotogiornalista dal 1999. Le sue foto sono state pubblicate da Le Monde Magazine, Le Temps, The Independent, Newsweek Japan, Epsilon, Burn, IL, Internazionale, L’Espresso, Panorama, Vanity Fair, Ventiquattro. I suoi lavori hanno vinto il premio Enzo Baldoni, il Premio Atri per il Reportage, Anthropographia, Story Telling for Human Rights, il Prix de la Photographie. Ha esposto alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, al Wanderbilt Hall di New York, al Palazzo Lombardia di Milano, al Palazzo Attems di Gorizia, alla Noorderlicht Gallery di Amsterdam.

Ingresso gratuito riservato ai soci ENAL. È possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento. Costo della tessera annuale 2013 3 euro