“Exodus” di Jean-Marc Caimi: in mostra @ WSP Photography

Il progetto “Exodus” del fotografo e giornalista Jean marc Caimi ancora in mostra al WSP Photography.  Aperto tutti i giorni dalle 19 alle 23.30 tranne martedì e domenica.  Via Costanzo Coloro 58, metro B San Paolo.

Exodus mostra di Jean Marc Caimi

Jean-Marc Caimi, fotografo e giornalista, si occupa di tematiche contemporanee, sociali e politiche e lavora come freelance per l’agenzia Redux Pictures. Sta svolgendo un lungo lavoro sui senza fissa dimora, realizzato tramite il ritratto documentaristico. Ha svolto reportage in tutto il mondo. Ha vinto numerosi premi e riconoscimenti internazionali, fra questi il primo premio della giuria alla Biennale di Videofotografia di Alessandria, la Honorable Mention agli International Photography Awards 2011 per il lavoro su Lampedusa e una HM al Photo Annual Award di Praga per il lavoro sulle proteste in Grecia. È inoltre vincitore dell’Ivrea Foto Festival 2011. Il lavoro “Place Less” sui senza fissa dimora ha vinto l’American Photography e inserito nei migliori lavori dell 2011. E’ da due anni direttore didattico di un progetto fotografico gratuito dedicato a migranti e rifugiati.

Mostra fotografica di Jean-Marc Caimi Inaugurazione, proiezioni e incontro con l’autore. Venerdì 22 Giugno ore 19.00

Associazione Culturale WSP Photography

presenta

Exodus

Mostra fotografica di Jean-Marc Caimi

Inaugurazione, proiezioni e incontro con l’autore

Venerdì 22 giugno ore 19:00
WSP Photography
Via Costanzo Cloro 58 Roma (Metro B San Paolo)

Venerdì 22 giugno alle ore 19 presso WSP Photography inaugurazione Mostra fotografica “Exodus”, che presenta una serie di ritratti e situazioni realizzati in campi profughi nello Yemen del Sud e a seguire incontro con l’autore.

Obiettivo dell’incontro è quello di affrontare, attraverso l’esperienza diretta del fotografo, i diversi approcci fotografici nei quali il reportage può essere declinato, in modo funzionale sia alle diverse situazioni oggettive, che al messaggio che si vuol far emergere. Si discuterà anche, in modo più generale, di come sono stati realizzati i progetti presentati, dalla scelta del soggetto fino alla produzione finale.

Fra i lavori presentati dall’autore “Place Less” sui senza fissa dimora, “Two faces of Baku” sulla violazione dei diritti umani in Azerbaian, “Greek Crisis” sulle proteste dei ragazzi in Grecia e “The Gold of Ghana” sulle miniere illegali nello Stato africano.

Jean-Marc Caimi, fotografo e giornalista, si occupa di tematiche contemporanee, sociali e politiche e lavora come freelance per l’agenzia Redux Pictures. Sta svolgendo un lungo lavoro sui senza fissa dimora, realizzato tramite il ritratto documentaristico. Ha svolto reportage in tutto il mondo. Ha vinto numerosi premi e riconoscimenti internazionali, fra questi il primo premio della giuria alla Biennale di Videofotografia di Alessandria, la Honorable Mention agli International Photography Awards 2011 per il lavoro su Lampedusa e una HM al Photo Annual Award di Praga per il lavoro sulle proteste in Grecia. È inoltre vincitore dell’Ivrea Foto Festival 2011. Il lavoro “Place Less” sui senza fissa dimora ha vinto l’American Photography e inserito nei migliori lavori dell 2011. E’ da due anni direttore didattico di un progetto fotografico gratuito dedicato a migranti e rifugiati.

Inaugurazione Venerdì 22 giugno 2102 ore 19:00 presso WSP Photography Ingresso gratuito riservato ai soci Enal. Costo della tessera Enal 2012 euro 3. La mostra rimarrà aperta fino al 7 luglio 2012.