Ricominciamo dalla fotografia?

ceciliamangini mostra“Cosa significa ‘essere una fotografa’? Significa spogliarsi di tutte quelle che sono le nostre idee preconcette e andare in cerca… non della verità, la verità non esiste. È andare in cerca di qualcosa di molto più profondo della verità, qualcosa di assolutamente nascosto… e la fotografia, come tutto ciò che è un’icona, lo rivela.”
Cecilia Mangini

Agosto sta per finire, così come le nostre vacanze. I rientri sono sempre un po’ traumatici, dopo lo stacco non è sempre semplice tornare alla vita di tutti i giorni.

Ricominciare con calma.
Per evitare di accumulare subito stress e tensioni, riprendiamo le nostre abitudini con calma e soprattutto ricominciamo con le abitudini più sane e circondiamoci di ciò che ci fa stare meglio. La fotografia, ovviamente.

Eventi fotografici di fine estate 2017.

Se avete ancora a disposizione qualche giorno libero, non avete ancora fatto ferie o avete voglia di divagarvi nei week-end, ecco alcuni eventi che vi consigliamo di non perdere:

Cortona: Festival On the Move
Nella splendida cornice toscana, tra valli, colline, vino rosso e buon cibo, questo festival diventa migliore ogni anno che passa e offre l’occasione di conoscere autori nuovi e riscoprire grandi autori, tra cui quest’anno: Donna Ferrato, Donald Weber, Peter Souza, Matt Black, Andrea Frazzetta, Francesco Comello, Simone Donati. Avete ancora poco tempo per visitarlo, il Festival infatti chiuderà il prossimo 4 settembre.

Genova: Vivian Maier, una fotografa ritrovata. Palazzo Ducale
La celebre tata fotografa arriva anche a Genova. Per chi fosse da quelle parti o avesse perso la mostra a Milano o Roma, può visitarla al Palazzo Ducale fino all’8 ottobre 2017.

Genova: Elliot Erwitt. Color. Palazzo Ducale
Già che vi trovate a visitare la mostra di Vivian Maier, non perdetevi anche questa chicca, un insolito Elliot Erwitt a colori, nel sotto porticato del Palazzo Ducale, solo fino al 3 settembre.

Roma: Cecilia Mangini. Visioni e Passioni. Museo delle Civiltà – Museo delle Arti e Tradizioni Popolari 
Non è la prima volta che questo museo, ai più poco conosciuto, ci offre bellissime mostre alla scoperta della storia italiana attraverso la fotografia. Qui si possono ammirare per la prima volta alcune fotografie degli anni 1952-1965 della celebre documentarista Cecilia Mangini. Finisce il 10 settembre, affrettatevi!

Milano: Sea (E) Scapes. Visioni di mare. Galleria Contrasto.
Per gli amanti e nostalgici del mare, fotografie di bill armstrong, irene kung, sebastião salgado, gianni berengo gardin, ferdinando scianna, massimo siragusa e mario giacomelli. Fino all’8 settembre, ingresso gratuito.

Corsi di fotografia 2017-2018

corsi di fotografia roma
E per l’autunno perché non regalarvi un corso di fotografia? Quante fotografie avete realizzato durante questa estate 2017, quante ora avete voglia di rendere ancora più belle, magari con un corso di photoshop, oppure quante volte vi siete detti che avreste voluto farla in modo diverso, magari conoscendo meglio la tecnica fotografica con un corso base o un corso avanzato di fotografia. Oppure, se vi è capitato di fotografare eventi o avete scoperto popoli e paesi nuovi, perché non valutare un corso di fotografia di reportage, un corso di ritratto o un corso di paesaggio e architettura?
Le iscrizioni ai nostri corsi sono già aperte e a fine mese terremo una serata di presentazione, per cui… restate sintonizzati!

Sarà un autunno meraviglioso, ne siamo certi!

Annunci

Photography Workshop in New York

Spazio Labo’ – Centro di Fotografia mette a disposizione per l’anno 2011 tre borse di studio per l’iscrizione (la trasferta aerea, l’alloggio e il vitto sono esclusi) ai tre workshop di fotografia del progetto “Photography Workshop in New York City” edizione 2011 riservate a giovani fotografi emergenti di età inferiore ai 30 anni.

“In plain sight” con Donna Ferrato – dal 14 al 20 Maggio 2011

“Donna Ferrato è la Anais Nin del fotogiornalismo contemporaneo”. 
E’ un’attivista, una madre, una provocatrice, ma soprattutto una fotogiornalista riconosciuta a livello internazionale che ha creato immagini che hanno documentato e cambiato il mondo intorno a lei. Un fotografo americano ha descritto Donna Ferrato come “una fotografa che è emersa ed è andata oltre la tradizione documentaria del bianco e nero”.

“In Plain Sight”, ovvero “sotto agli occhi”, è un titolo che riassume in sé l’idea fondante, il leitmotiv del workshop condotto da Donna Ferrato: a volte sembra facile vedere le cose che ci troviamo sotto agli occhi, che ci stanno proprio di fronte e che abbiamo a portata di mano, ma in realtà esse spesso ci sfuggono, passano ignorate. Non le vediamo, quasi fossero nascoste, perché troppo concentrati su progetti più lontani, od orizzonti troppo ampi, o perché ci siamo abituati alla loro presenza. Così, qualche volta, il luogo più nascosto di tutti è proprio quello che sta in bella vista di tutti, “in plain sight” appunto. E’ fondamentale imparare a vedere realmente ciò che ci è quotidiano, imparare come guardarlo e soprattutto a guardarlo, non voltarsi dall’altra parte perché ci sembra banale e scontato: è proprio nella quotidianità che si possono trovare le storie più importanti da raccontare. Donna Ferrato insegnerà dunque ai suoi studenti a guardare ciò che hanno proprio “sotto ai loro occhi”, spingendoli a vedere oltre quello che vorrebbero andare a vedere, con una mente possibilmente sgombra da pregiudizi e giudizi affrettati.
Occorre tornare a vedere le cose, le storie, i soggetti che ci stanno proprio di fronte, in plain sight.

(c) Donna Ferrato

“The personal documentary” con Erica McDonald e Andrew Sullivan – dal 22 al 28 Maggio 2011

Il workshop “The Personal Documentary” condotto in team dai fotografi newyorchesi Erica McDonald e Andrew Sullivan enfatizzerà l’importanza della visione personale. Attraverso un corso di studi e di pratica intensivo, i partecipanti approfondiranno le loro conoscenze sulla tradizione della fotografia documentaria ed i suoi metodi e realizzeranno dei progetti fotografici personali. I docenti aiuteranno i loro studenti a raffinare le abilità necessarie per produrre immagini dinamiche, penetranti e ricche di emozioni. Attraverso sessioni di critica di gruppo e conversazioni uno a uno, si parlerà di creatività e del concetto di visione creativa, di abilità fotografica e delle strategie per fare il fatidico “passo avanti” nel proprio percorso di ricerca personale.

“New York Reports” con Davide Monteleone e Maurizio Garofalo – dal 30 maggio al 5 giugno 2011

New York è una straordinaria palestra fotografica. Perché per un europeo la città è totalmente “altra” e “altrove” e per fotografarla è necessario disfarsi dei preconcetti, delle teorie e delle logiche che siamo abituati ad applicare alle città europee. È una città che ha mille stratificazioni sovrapposte: strati sociali, culturali, economici, urbanistici, architettonici. Scopo del Workshop è di fornire gli strumenti e il bagaglio tecnico per realizzare un reportage, ma anche di fornire un metodo di lavoro, che consiste nel cercare, guardare, ascoltare, toccare e, infine, fotografare per “riportare” storie. Così come è scritto nel dna e perfino nella definizione stessa del “reporter”… I partecipanti verranno seguiti per l’intera realizzazione di un progetto individuale. La varietà dei temi scelti permetterà di prendere coscienza dei diversi linguaggi, stili della narrazione e della presentazione dei lavori, durante i continui momenti di verifica collettiva. L’intento è che i lavori, una volta realizzati, abbiano i requisiti e le qualità per intraprendere sbocchi espositivi o editoriali.

(c) Davide Monteleone

Info: Photography Workshop in New York

Per scaricare il bando con tutte le informazioni su come partecipare e la scheda di partecipazione: http://www.photoworkshopnewyork.com/?attachment_id=1024