Nero su Bianco: uno speciale racconta la fotografia italiana

RAI 1 ha dedicato ai più grandi fotografi italiani, un bellissimo speciale a cura di Bruno Luverà.

Ferdinando Scianna, Gianni Berengo Gardin, Piergiorgio Branzi, Mimmo Jodice, Mario Dondero sono solo alcuni dei grandi nomi che hanno fatto la storia e l’orgoglio della fotografia italiana.

Ferdinando Scianna, il primo fotografo italiano entrato nella prestigiosa Agenzia Magnum, apre il suo archivio personale mostrando a Speciale Tg1 foto inedite di Henri Cartier-Bresson, uno dei più grandi maestri della fotografia del Novecento.

E la Parigi capitale della cultura europea della cultura, la troviamo anche nelle fotografie che Gianni Berengo Gardin e Piergiorgio Branzi ripescano dai loro archivi.
Non mancano anche curiosità e racconti dai fotografi, come la scelta delle ottiche, della composizione e di come sono nati alcuni dei più grandi capolavori fotografici di tutti i tempi.

“Il mio lavoro non è improvvisato, il risultato io ce l’ho nella mente da prima, da sempre” così parla Mimmo Jodice mostrando alcune delle sue sperimentazioni artistiche, come “la mano che scrive” e foto inedite dell’avanguardia pop degli anni Settanta e Ottanta, con i ritratti di Joseph Beuys e Andy Warhol.

“Più povero è l’argomento e più sofisticata è l’ottica”.
Si scopre che il 50 era la lente preferita del recentemente scomparso Mario Dondero, “perché non falsifica, non spettacolarizza”.

Per Gabriele Basilico invece il mestiere di fotografo è una missione, fatta anche di lunghe attese oppure secondo Uliano Lucas niente come il mestiere di fotoreporter gli ha offerto libertà, libertà di fare le sue foto, raccontare e anche farsi una propria autoanalisi.

“Perché è l’anima che vede, non gli occhi” (Lisetta Carmi).

“Nero su bianco” ricostruisce l’avventura della nascita del fotogiornalismo italiano dopo il periodo del fascismo e dell’istituto Luce, con documenti d’epoca, testimonianze e ricordi
e regala un vero e proprio ritratto dell’Italia del dopoguerra.
Rigorosamente in bianco e nero.

Se avete perso lo speciale TG1 trasmesso il 20 marzo, potete trovarlo a questo link dall’archivio RAI.

Schermata 2016-03-22 alle 15.27.54

Nero su Bianco – Speciale tg1 sulla fotografia italiana

 

Obiettivo Annie Leibovitz: proiezione documentario 20 giugno ore 21

obiettivo annie leibovitzWSP Photography presenta: Obiettivo Annie Leibovitz. Life through a lens. Proiezione documentario di Barbara Leibovitz. Venerdì 20 giugno ore 21.00.

WSP PHOTOGRAPHY propone la proiezione di “Obiettivo Annie leibovitz“, un film documentario a cura di Barbara Leibovitz, dedicato alla celebre fotografa. La storia di un’artista che con ogni scatto ha raccontato l’eternità di un istante, uno sguardo folgorante che è stato capace di consegnare alla storia l’amore, la passione, la guerra, la musica, il cinema.

Annie Leibovitz, americana di origini ebraiche, ha fotografato intere generazioni di artisti, musicisti, scrittori, attori e politici con uno smisurato talento visivo, capacità di invenzione, e innovazione del genere, immensa maniacalità e consapevolezza di sé. Le sue foto, iconiche e memorabili, sono entrate di diritto nell’immaginario del nostro tempo, per la loro capacità di raccontare il mondo e i suoi protagonisti. Il documentario “Annie Leibovitz. Life Through a Lens”, diretto dalla sorella Barbara nel 2006, ne ripercorre la carriera folgorante, dalle sue prime foto scattate nella base americana delle Filippine durante la Guerra del Vietnam alla sua collaborazione decennale con “Rolling Stone”, di cui ha contribuito a creare l’inconfondibile stile. Celebre la copertina con John Lennon nudo abbracciato a Yoko Ono vestita, o quella con i Fleetwood Mac stesi su un letto. Nel 1991 la sua copertina per “Vanity Fair” che ritraeva Demi Moore nuda e incinta suscitò grande scandalo. Nel 1993, su invito di Susan Sontag (sua compagna di vita fino alla morte di quest’ultima, nel 2004), fotografò gli orrori della guerra a Sarajevo. Il documentario alterna immagini d’archivio, riprese della fotografa al lavoro sui set fotografici e interviste a colleghi, familiari e celebrità che sono state immortalate dal suo obiettivo, tra cui i Rolling Stones, Whoopi Goldberg, Yoko Ono, Demi Moore, Hillary Clinton, Arnold Schwarzenegger, Patti Smith, Mikhail Baryshnikov.

Vi aspettiamo venerdì 20 giugno dalle 20 per quattro chiacchiere, una birra o un buon bicchiere di vino, a seguire la proiezione del documentario alle 21.

È gradita la prenotazione inviando una mail a: info@collettivowsp.org

Ingresso gratuito con tessera ENAL 2014.
Per chi non ha la tessera, è possibile farla il giorno stesso dell’evento. Costo della Tessera ENAL annuale 2014 3 euro.