Nuova collaborazione con Erodoto108

erodoto108_15_feat-1200x600WSP photography inizia una nuova ed entusiasmante collaborazione con la rivista online Erotodo108.

Erodoto108 è una rivista on-line trimestrale, dedicata al ‘reportage’ di viaggio ma anche un portale di fotografia e video documentari. Di scrittura creativa, disegno d’autore, di cultura e di cibo.

Erodoto108 ha la finalità di raccogliere testimonianze di viaggio e di presentare i contributi di nuovi e consolidati talenti nell’ambito della letteratura, della fotografia, del video e del disegno di autore.
Attraverso Erodoto108 gli autori hanno la possibilità di presentare opere inedite, di pubblicizzare le loro pubblicazioni e di condividere i propri viaggi con un vasto pubblico senza alcuna tassa o spesa di iscrizione.

Per WSP photography sarà una grande possibilità di crescita, per noi e per i nostri studenti e speriamo anche per la rivista stessa, grazie al supporto e alla collaborazione con una redazione rodata e fatta da persone con passione, esperienza e competenza.
E grazie ad Andrea Semplici, il direttore, per questa nuova opportunità.

In questo numero muoviamo i primi passi con una fotografia di Daniela Silvestri nell’articolo sui combattimenti dei galli, frutto di un workshop fotografico a Cuba nel dicembre 2012. E poi la fotografa Cinzia Canneri, attuale studentessa della WSP masterclass  ci offre una bellissima intervista alla fotografa Letizia Battaglia, che ha avuto modo di incontrare a Follonica nell’ultima edizione del Festival internazionale Arte ai Margini.

Seguiteci in questa nuova avventura, date subito un’occhiata al numero online di Erodoto108 e immergetevi in un mondo di letture, viaggi, fotografie, pensieri e ispirazioni.

 

La foto del giorno

Il gioco del corteggiamento – Holloko, Ungheria © Daniela Silvestri
Secondo una tradizione ungherese tipica dei Paloc, che accomuna uomini e donne di ogni generazione, i ragazzi non sposati si aggirano per il paese gettando secchi di acqua fredda sulle ragazze ancora nubili, le quali, in segno di ringraziamento (poiché il gesto è considerato augurio di fecondità), consegnano loro delle uova dipinte.

daniela silvestri - holloko

© Daniela Silvestri

Intervista a Marco Bulgarelli

Danubius - (c) Marco Bulgarelli

Danubius – (c) Marco Bulgarelli

Il WSP intervista il fotografo Marco Bulgarelli, che sarà presente il prossimo 25 gennaio insieme al photoeditor Marco Pinna, per presentare il suo lavoro Danubius, recentemente diventato un libro.

Romano, classe ’73, Marco Bulgarelli si diploma nel 2002 in fotografia documentaria alla scuola romana di fotografia, ed inizia la sua carriera nel 2003. Si interessa alla cultura giovanile e alle trasformazioni urbane e sociali nelle capitali europee, lavorando principalmente per l’Espresso. Il suo interesse per il sud-est asiatico l’ ha portato prima in Birmania e poi, nel 2008, per vari mesi in India dove ha documentato la situazione attuale del paese. Nel 2011 il suo interesse si è focalizzato sul mondo Arabo, Siria – Egitto. Nel 2010 con “Abruzzo earthquake” si è classificato finalista al SONY PHOTOGRAPHY AWARDS e ricevuto la menzione d’onore al PRIX DE LA PHOTOGRAPHIE PARIS.

Ha lavorato e lavora con diverse agenzie, tra cui Corbis, GAMMA, LUZphoto e collabora con le più importanti case editrici italiane e internazionali. Ha esposto in diverse gallerie e musei.

Danubius

  1. Il reportage Danubius è un lavoro complesso, dove si evidenzia sia un approccio più personale e autoriale, che un approccio reportagistico. Nel corso della lavorazione com’è cambiato il tuo sguardo?

In ogni paese visitato, ho cercato di trasformare in pensiero visivo l’anima dei luoghi e gli stati d’animo della gente, “respirando” le atmosfere e “sentendo” le persone, al fine di coglierne la quintessenza. Di conseguenza, affiorano aspetti che non collocano il lavoro in un ambito estetico definito ed esclusivo, ma sono la conseguenza di una continua ricerca comunicativa, dovuta alla diversità delle esperienze vissute. Spero che queste modulazioni riescano a restituire l’essenza di ogni paese, il nodo inestricabile tra geografia e antropologia che uno stile preordinato violenterebbe in una forma estranea.

  1. Il lavoro Danubius è stato recentemente esposto al museo di Roma in Trastevere. È stato difficile realizzare l’editing della mostra? Ci sono foto a cui hai dovuto rinunciare, a cui sei più legato, al posto di altre?

L’editing della mostra è lo stesso del libro, leggermente modificato e adattato allo spazio museale. Durante la fase di editing siamo spesso costretti a sacrificare delle foto. Il primo scarto c’è stato quando ho deciso di dividere il lavoro in capitoli che corrispondessero ai diversi gruppi linguistici presenti nell’area, ma anche alle diverse stagioni. Così nel terzo capitolo riguardante la Serbia e la Croazia, ad esempio, ho dovuto escludere le foto realizzate durante l’inverno. In seguito ho dovuto sacrificare molte altre foto. Nel libro la fotografia sacrificata che non ho ancora digerito, perché esprime pianamente il mio concetto di alienazione metropolitana, è stata esclusa dall’editore, ma l’ho inserita nella mostra.

  1. Quando hai capito che la fotografia sarebbe diventata il tuo mestiere e quali sono le principali difficoltà che hai incontrato? Quali consigli ti sentiresti di dare ai giovani fotografi emergenti?

Non c’è stato un momento preciso in cui ho capito che la fotografia sarebbe diventata il mio lavoro, tutto è avvenuto senza che io prendessi alcuna decisione. Ho lasciato semplicemente parlare il tempo, solo il corso degli eventi mi ha portato qui oggi. Sicuramente se non avessi avuto una naturale predisposizione per la fotografia avrei percorso un’altra strada. Le prime vere difficoltà le ho incontrate all’interno della mia coscienza; conciliare la mia filosofia di vita con questo mestiere non è stato facile e non lo è ancora oggi. Adeguarsi a un sistema e giungere a certi compromessi con il mercato del lavoro non è semplice. Fortunatamente non mi sono snaturato, ma ho conosciuto chi ha subìto un processo lento e lungo che pian piano l’ha cambiato senza che se ne accorgesse. Se non si è ben centrati e non si ha una forte identità, si potrebbe cadere in un meccanismo insano, dove il lavoro e il mercato prendono il sopravvento su ciò che siamo nel profondo del nostro essere.  Ai giovani emergenti consiglio di ascoltare la propria voce interiore  prima di ogni scelta, senza essere condizionati dall’esterno, e affrontare i temi che appartengono di più al proprio modo di essere e di sentire.

  1. La comunità cinese appare spesso come diffidente e chiusa, come sei riuscito a superare questo ostacolo e in generale come ti relazioni con il soggetto dei tuoi lavori?

Fin dai miei primi lavori documentaristici ho scelto dei soggetti adatti alla mia personalità. Come nei lavori sui giovani del XXI secolo (Generazione y) o sul mondo omosessuale, anche per quanto riguarda la comunità cinese ho utilizzato la mia capacità d’inserirmi con una certa facilità in diversi contesti sociali. Cerco di comprendere “l’altro” in modo da poterci interagire, e acquisto la fiducia altrui attraverso la sincerità e l’onestà.  Probabilmente riesco ad adattarmi all’ambiente estraneo con una certa naturalezza.

  1. Il tipo di formato fotografico e di supporto (analogico o digitale), ad esempio in Danubius hai scelto il 6×7 diapositiva, influenza il tuo linguaggio fotografico? Come effettui questa scelta?

In linea di massima nei progetti personali ho preferito l’analogico, per il resto il digitale. In base al soggetto scelto cerco il mezzo che possa maggiormente esprimere la mia personale visione e rappresentazione del medesimo.

Intervista a cura di Daniela Silvestri – WSP Photography

Danubius - (c) Marco Bulgarelli

Danubius – (c) Marco Bulgarelli

Ultima settimana per iscriversi ai corsi di fotografia @WSP

corsi di fotografia 2014 roma,Ultima settimana per iscriversi ai corsi di fotografia WSP Photography e ultimi posti disponibili.

Ancora ultime disponibilità per i corsi:

Base – turno mercoledì ore 21-23
Photoshop – giovedì ore 19-21
Videoediting e ripresa – giovedì 21-23

Vi ricordiamo inoltre che dal 1 ottobre è possibile anche prenotarsi per il Laboratorio Avanzato di Reportage con Fausto Podavini.

Per tutti i programmi dei corsi visitare il sito http://www.collettivowsp.org/photography/category/corsi/

Per tutte le informazioni contattateci via mail: info@collettivowsp.org oppure al numero 328 1795463

Buone Vacanze WSP: ci vediamo a settembre!

Cari amici, il blog WSP chiude per vacanze. Appuntamento a settembre con la ripresa delle attività e l’inizio dei nuovi corsi di fotografia.

Per non perdere il filo…

WSP @ Darkroom Project 16-18 agosto Muro Leccese
Rassegna di stampa fotografica da negativo. III Edizione.

Aperte le iscrizioni per i nuovi corsi di fotografia 2013-2014
Sono aperte le iscrizioni ai nuovi corsi di fotografia base – laboratorio – base per ragazzi – reportage – avanzato – photoshop – videoripresa e montaggio.
Posti limitati. Sul nostro sito internet trovate tutte le info e i programmi dei corsi.
Potete iscrivervi già da adesso mandando una mail a info@collettivowsp.org.

Buone vacanze, buone foto.

wsp photography

Wsp Social Profiles: come cambia il WSP sui social network

WSP Social Profiles

WSP Social Profiles

Per una comunicazione social più chiara ed efficace, oltre che conferme alle regole di Facebook, dal 1 agosto 2013 il vecchio profilo del CollettivoWSP (oggi David Collettivo) verrà chiuso e tutte le comunicazioni passeranno attraverso:

Pagina Ufficiale WSP Photography
dove trovare notizie e segnalazioni su mostre, fotografi e curiosità, oltre che seguire le nostre attività

Gruppo Ufficiale Collettivo WSP
dove essere sempre aggiornato sui nostri eventi e sulle iniziative, inviare suggerimenti, richiedere informazioni e conoscere gli altri membri dell’Associazione e non; il gruppo non nasce per condividere foto ma potete invitare chiunque a fare parte per far conoscere le nostre attività e vivere insieme questa passione

Profilo Twitter
come ulteriore canale dove comunicare le nostre attività, commentare notizie e segnalazioni fotografiche e chiacchierare

Blog ufficiale Collettivo WSP
da sempre canale importante dell’Associazione e punto di riferimento per chi cerca notizie e segnalazioni sempre aggiornate sul mondo della fotografia romana e non, oltre che interviste ad autori e segnalazioni di fotografi emergenti

Vi invitiamo quindi rimanere in contatto con noi diventando fan della pagina e iscrivendovi al nostro gruppo. Vi aspettiamo numerosi!

WPP 2013 Awards Days in Amsterdam

Galleria

Questa galleria contiene 10 immagini.

Davvero emozionanti le giornate trascorse ad Amsterdam in occasione degli Award Days, giornate dedicate alla premiazione dei vincitori dell’ultima edizione del prestigioso WPP. La città, che per l’occasione ha sfoggiato un timido sole nonostante le temperature non proprio primaverili, ha … Continua a leggere

Corso di fotografia base per ragazzi/e (12-17 anni) @WSP Photography

Associazione Culturale WSP Photography

presenta

Corso di fotografia base per ragazzi/e (12-17 anni)

(c) Daniela Silvestri

(c) Daniela Silvestri

L’Associazione Culturale WSP presenta la II edizione del corso di fotografia base per ragazzi da 12 a 17 anni, che partirà il prossimo 13 marzo presso la sede in Via Costanzo Cloro 56/58 (Metro San Paolo).
Il corso avrà la durata di 14 lezioni teorico-pratiche
Dal 13 marzo 2013. Ogni Mercoledì ore 17.00 – 18.30

Il Corso base di Fotografia per ragazzi è rivolto a ragazzi e ragazze dai 12 ai 17 anni che vogliano avvicinarsi alla fotografia per curiosità, per passione, per puro diletto o per scoprire e mettere a frutto le proprie capacità nascoste. Durante il corso verranno illustrate le nozioni base che permetteranno agli studenti di realizzare foto tecnicamente corrette. Scopo ultimo del corso è anche quello di stimolare i partecipanti ad una nuova modalità di interpretazione delle innumerevoli immagini che ci circondano, sviluppando un occhio critico e attento.

Fotografare non significa semplicemente padroneggiarne la tecnica, ma anche e soprattutto imparare a “guardare” e saper prevedere o immaginare il risultato finale. Attraverso un modello didattico basato sull’unione di elementi teorici basilari e molta pratica, l’intento è quello di dare libero sfogo alla creatività dei ragazzi, aiutandoli sia nella capacità di lettura e interpretazione delle immagini, sia nella realizzazione del proprio percorso compositivo.

Argomenti del corso

  • Breve storia della fotografia: da Niepce e Daguerre ai giorni nostri.
  • La macchinetta fotografica: tipi di fotocamere, parti e differenze sostanziali.
  • Gli obiettivi. Tempi di scatto, diaframmi, lunghezza focale e profondità di campo.
  • Leggere la luce: l’esposizione e i colori della luce.
  • Regole di composizione. La scelta del soggetto, del punto di vista e dell’inquadratura.
  • Generi fotografici: ritratto, fotografia naturalistica, reportage. Differenze e caratteristiche.
  • La fotografia digitale: caratteristiche e funzionalità. I sensori, schede di memoria, accenni di postproduzione e archiviazione delle immagini.
  • Vecchie e nuove frontiere delle fotografia: dalla fotografia Lomo ad Hipstamatic. Nuove e vecchie forme di composizione fotografica. Divertirsi e sbizzarrirsi con le Toy Camera.
  • Edting e analisi delle fotografie realizzate durante il corso.

Il programma potrà subire modifiche sulla base delle esigenze che emergeranno dalla classe. Per partecipare è consigliabile disporre di una macchinetta fotografica digitale di qualsiasi tipo.

Costi e durata

Il corso ha la durata di 14 lezioni teoriche e pratiche. Le lezioni teoriche si terranno il mercoledì dalle 17.00 alle 18.30 presso la sede dell’Associazione WSP Photography in Via Costanzo Cloro 58 Roma (Metro B San Paolo). Le Lezioni pratiche si terranno nei week end in giorni e luoghi da definire con la classe.

Costo del corso: 200 euro
. Per iscriversi è necessario mandare una mail a info@collettivowsp.org. La mail dovrà essere accompagnata da autorizzazione all’iscrizione da parte di uno dei genitori. Per informazioni sulle modalità e i tempi di pagamento contattaci telefonicamente o mandando una mail a info@collettivowsp.org o +39 328.17.95.463

Numero minimo di iscritti per avviare il corso: 6 – Numero massimo di iscritti:12

Docente del corso: Daniela Silvestri

Vive e lavora a Roma come fotografa e redattrice freelance. Si forma come autodidatta, predilige il linguaggio del reportage che perfeziona frequentando il Corso di Reportage Sociale e Fotogiornalismo con Dario De Dominicis, Tano D’Amico e Diego Mormorio presso il CSF Adams e diversi workshop tra cui quello sulla costruzione del portfolio con Massimo Siragusa e Davide Monteleone presso l’Agenzia Contrasto. Nel 2009 fonda il Collettivo WSP, attualmente è vicepresidente dell’Associazione WSP Photography per la quale lavora come fotografa e cura l’ Ufficio Stampa e Comunicazione. Ha all’attivo diverse pubblicazioni su riviste e web magazine e mostre fotografiche, tra cui “Nel Nome di…” sul dialogo interreligioso a Roma esposta con il Collettivo WSP al Museo di Roma in Trastevere e “Beyond the Boundaries” dedicata alla squadra giovanile di cricket, Piazza Vittorio, esposta presso WSP Photography e Isola Tiberina Estate. Per info: www.danielasilvestri.org

 

Aperte le iscrizioni per i nuovi corsi di fotografia 2012-2013 a cura di WSP Photography

Corsi di fotografia WSP 2012-2013

Corsi di fotografia WSP 2012-2013

Sono aperte le iscrizioni per i nuovi corsi di fotografia in partenza da ottobre 2012 presso la nostra sede in Via Costanzo Cloro 58 (metro B San Paolo)

Un’offerta ricca e in continuo aggiornamento.

Corso di fotografia base
Lunedì ore 19- 21 a partire dal 15 ottobre 2012
12 lezioni + 2 uscite fotografiche

Docente: Lucia Perrotta

L’Associazione Culturale WSP presenta la sesta edizione del corso di fotografia base che partirà il prossimo ottobre presso la sede in Via Costanzo Cloro 56/58 (Metro San Paolo). Il corso avrà la durata di 14 lezioni, comprensive di due uscite fotografiche.
Il corso aperto a tutti coloro che si avvicinano alla fotografia con curiosità ha la finalità di fornire una serie di nozioni tecniche di base per imparare a ad usare in maniera consapevole la propria macchina fotografica e a scattare fotografie tecnicamente corrette.
Un approccio didattico composto di teoria e pratica con l’intenzione di stimolare e dare libero sfogo alla creatività e all’immaginazione di chi partecipa, affiancandolo sia nella capacità di lettura e visione delle immagini che ogni giorno scorrono davanti nelle proprie giornate, sia nella realizzazione del proprio percorso compositivo.

Laboratorio di fotografia
Lunedì ore 21- 23 a partire dal 15 ottobre 2012

14 lezioni + 2 uscite fotografiche
Docente: Fausto Podavini

Il laboratorio fotografico è dedicato in particolare a tutti i fotografi che hanno  già acquisito una conoscenza delle tecniche base e desiderano affinare le proprie conoscenze attraverso un approccio maggiormente pratico e sul campo, volto alla realizzazione di un progetto fotografico completo. Il tema del Laboratorio Fotografico è quello del racconto per immagini. La finalità è quella di portare il partecipante a leggere la fotografia intesa non solo come singolo scatto ma come un insieme di fotogrammi. Il laboratorio, pertanto, è incentrato sulla realizzazione di un racconto fotografico, o di un portfolio in maniera graduale, affiancando alla teoria la pratica: sia mediante uscite fotografiche sia realizzando progetti comuni e/o individuali. Particolare attenzione sarà rivolta all’editing di tutte le foto che verranno prodotte durante il laboratorio fotografico. E’ durante l’editing che saranno, inoltre, affrontate alcune elementari tecniche di sviluppo del file Raw, così da poter curare il proprio lavoro non solo durante la progettualità e lo scatto ma anche successivamente mediante software di sviluppo (Lightroom – Photoshop). Per partecipare al laboratorio fotografico, è richiesta una conoscenza base. Al fine di acquisire quante più nozioni, si richiede un impegno minimo necessario a realizzare almeno uno dei due progetti previsti.

Corso di fotografia base per ragazzi/e (12-17 anni)
Mercoledì ore 17-18.30 dal 17 ottobre
2012
14 lezioni teoriche e pratiche
Docente: Daniela Silvestri

Il Corso base di Fotografia per ragazzi è rivolto a ragazzi e ragazze dai 12 ai 17 anni che vogliano avvicinarsi alla fotografia per curiosità, per passione, per puro diletto o per scoprire e mettere a frutto le proprie capacità nascoste.  Durante il corso verranno illustrate le nozioni base che permetteranno agli studenti di realizzare foto tecnicamente corrette.  Scopo ultimo del corso è anche quello di educare i partecipanti ad una nuova modalità di interpretazione delle innumerevoli immagini che ci circondano, sviluppando un occhio critico e attento.

Corso di Photoshop Livello Base
Giovedì ore 19-21 dal 18 ottobre 2012
12 lezioni
Docente: Daniele Zedda

Il corso ha lo scopo di fornire le conoscenze basilari per la gestione delle immagini, il fotoritocco, le modifiche più comuni che possono essere effettuate, l’ottimizzazione a seconda dell’uso che se ne vuole fare attraverso l’utilizzo di Photoshop.

Per ricevere maggiori informazioni circa costi e programmi, modalità di prenotazione visitare il sito http://www.collettivowsp.org o inviare una mail a info@collettivowsp.org o contattarci al numero: 328 1795463

Open day: giornata di presentazione die corsi e dell’attiva formativa 2012-2013 ad INGRESSO LIBERO venerdì 21 settembre 2012 dalle ore 19.