Mamma Roma e i suoi quartieri: concorso di cortometraggi

Ritorna il concorso di cortometraggi dedicato a Roma. Invia il tuo corto per raccontare il tuo quartiere! In palio 1000 euro!

Dopo il successo delle edizioni precedenti, l’Accademia Isola di Roma presenta, in collaborazione con Maiora Film e con il Patrocinio delle Biblioteche di Roma, in quanto realtà fortemente radicata nel territorio urbano e luogo di aggregazione e cultura dei quartieri, la quarta edizione di Mamma Roma e i suoi Quartieri, il concorso di cortometraggi rivolto ai giovani appassionati di cinema che vogliono avvicinarsi per la prima volta al mondo dell’audiovisivo con la regia di un cortometraggio.

Tema centrale della competizione sono i quartieri di Roma, luoghi di narrazione e crocevia di realtà culturali diversificate, fonti inesauribili di ispirazione per Pasolini, Fellini, De Sica, Monicelli e molti altri cineasti italiani e stranieri.

A CHI E’ RIVOLTO
Il concorso, aperto alla gente di Roma, con una particolare attenzione ai giovani che vogliono avvicinarsi al cinema, è un’opportunità per ritrarre la realtà del proprio quartiere: filmare significa occuparsi e sentirsi parte attiva della città.

Le opere racconteranno il Quartiere interpretando, rappresentando e mettendo in luce alcune espressioni e realtà legate ai diversi modi di vivere la città di Roma nella quotidianità. Scenari urbani resi poetici dallo sguardo di chi li mette a fuoco per restituirli all’attenzione del grande pubblico.

REQUISITI
Il cortometraggio potrà avere un taglio documentaristico o raccontare una storia di fiction che ha come sfondo il quartiere scelto.
Le opere dovranno avere una durata compresa tra i 3 e i 5 minuti.
I supporti video potranno essere realizzati anche con le nuove tecnologie digitali (smartphone, reflex, go-pro, ecc).
La scadenza per l’invio dei cortometraggi è il 31 luglio 2015.
La partecipazione al concorso è gratuita.

MODALITA’ DI INVIO
I registi dell’opera concorrente interessati a partecipare possono inviare il link del video e la password (caricato su Vimeo o Dailymotion) all’indirizzo mail segreteria@isoladelcinema.com entro e non oltre il 31 luglio 2015.

Nella mail dovranno essere specificati: titolo dell’opera, regista, durata, quartiere prescelto, nome, cognome, indirizzo mail e numero di telefono del regista.

Il rilascio della liberatoria verrà richiesto esclusivamente per le opere selezionate.

STRUTTURA DEL CONCORSO

Mamma Roma e i suoi Quartieri viene ospitato all’interno de L’Isola del Cinema, evento cinematografico e culturale estivo che da venti anni si svolge sull’Isola Tiberina, al centro di Roma (11 giugno – 6 settembre 2015).

La competizione ha l’obiettivo di offrire un affresco affascinante della capitale e una sorta di mappatura della sua contemporaneità multiculturale.
Le opere in gara, selezionate dalla Giuria Mamma Roma composta dal Direttore Artistico dell’Accademia Isola di Roma e da professionisti del settore cinematografico, avranno la possibilità di vincere:
•Premio “Mamma Roma e i suoi Quartieri”, destinato al cortometraggio che avrà meglio descritto la realtà (sociale, multietnica) di un quartiere Romano. Il corto vincitore si aggiudicherà un premio in denaro pari a € 1.000 più eventuali compensi offerti dagli sponsor o dai media partner;
•Premio Speciale della Giuria che consiste in una targa celebrativa più eventuali compensi offerti dagli sponsor o dai media partner;
•Premio del Pubblico.

La premiazione si terrà a inizio settembre 2015 sull’Isola Tiberina.

Clicca qui per scaricare la domanda di partecipazione.

Gli occhi sulla città: rassegna di cortometraggi su Roma @WSP. Primo appuntamento 13 dicembre

Marmorata 169 e WSP Photography

presentano

Gli occhi sulla città:

Lo stra-ordinario di Roma raccontato attraverso tre documentari

Primo appuntamento:

La bella Virginia al bagno di Eleonora Marino

Venerdì 13 Dicembre h: 20.30 WSP Photography

Via Costanzo Cloro, 58 (metro B San Paolo)

Sono storie semplici, racconti dietro l’angolo, realtà viste e riviste, alle quali raramente si guarda con occhi attenti. Eppure una storia non esiste finché qualcuno non ha il coraggio di raccontarla, mettendosi in gioco in prima persona, aprendosi e intessendo relazioni. Con passione, cura e rispetto. Il documentario nasce dunque come incontro tra persone, è l’intersezione vitale tra chi ascolta, la voce che narra e chi guarda. Svela e rifonda quindi anche il nostro modo di vedere.

I tre documentari che vi proponiamo rappresentano punti di vista diversi e personali sulla vita che scorre nella nostra città. Ne viene fuori una Roma multiforme e inaspettata, lontana sia dai cliché di città-cartolina, sia dai luoghi comuni legati alle sue onnipresenti periferie mobili e sempre più invasive. A Roma il centro è vuoto e le periferie si popolano, “Occhi sulla città” vuole parlare anche di questo. Daremo spazio a un racconto per immagini, dove autore e personaggi si confondono, sul filo della memoria e della scoperta.

Ogni proiezione sarà seguita da una discussione con i registi dei film: un faccia a faccia senza filtri, un’occasione per dare e ricevere suggestioni.

Vi aspettiamo in un luogo di confronto aperto, libero e critico, dove la visione e l’incontro con gli autori si traducano in scambio di idee e in fonte di ispirazione comune.

“Gli occhi sulla città” rappresenta un primo esperimento di condivisione di sguardi, frutto dell’incontro tra le associazioni culturali Marmorata 169 e WSP Photography.

La bella Virginia al bagno  (anteprima, 58’)

di Eleonora Marino
una produzione Zen Film, in collaborazione con Home Movies

Primo Parco

Primo Parco

Parte da una biografia intima per poi diventare un racconto corale di una famiglia allargata, di un pezzo di città che si sposta di continuo, di un mestiere: quello dei circensi e dei giostrai, che ha lasciato tracce del suo passaggio all’Eur, in un lunapark abbandonato.

La bella Virginia al Bagno è quindi la storia di un mondo magico e affascinante, quello dello spettacolo viaggiante: la Fiera, il Circo, il Lunapark. Uno sguardo dietro le quinte, nelle vite di questi antichi fabbricanti di sogni, le loro vecchie fortune e il loro precario presente.

A raccontare questa storia è l’autrice stessa, da un punto di vista unico e particolare. Eleonora Marino infatti appartiene ad una grande famiglia di “viaggiatori”; con lei però la tradizione si è interrotta, è la prima ad aver avuto una vita completamente diversa da quella dei suoi predecessori.

Il documentario (che vi presentiamo in anteprima assoluta) è un viaggio alla riscoperta di quelle origini, di un mondo fantastico che lei ha conosciuto solo a metà.

 

Prossimi appuntamenti: 17 gennaio 2014 Pezzi di Luca Ferrari | 7 febbraio 2014  Container 158
di Stefano Liberti e Enrico Parenti

 

Marmorata 169 L’attività dell’associazione culturale Marmorata 169 parte da un appartamento in un condominio: una casa aperta alla narrazione del nostro presente. L’associazione culturale che da qui si muove nello spazio metropolitano, ha l’obiettivo di sviluppare la ricerca scientifica e artistica nell’area della trasformazione urbana, indaga le città come luogo di comunità e a volte di disgregazione sociale. Privilegia la forma artistica attraverso rassegne teatrali, cinematografiche, documentaristiche, incontri con gli scrittori, itinerari, laboratori. Il suo scopo è dar vita ad un racconto collettivo della vita nelle città.    Info: marmorata169@gmail.com

E’ consigliabile la prenotazione inviando una mail a: info@collettivowsp.org
Ingresso gratuito riservato ai soci ENAL. È possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento. Costo della tessera annuale 2013 3 euro