Destino fotografia: incontro con Giancarlo Ceraudo

Per il ciclo “Conversazioni di fotografia”, incontri informali con autori ed esponenti del mondo della fotografia, WSP Photography ospita il fotografo Giancarlo Ceraudo, venerdì 5 febbraio dalle ore 19:30.

ceraudo.jpg

Giancarlo Ceraudo è un fotografo italiano, nato a Roma nel 1969. Ha lavorato per D, La Repubblica, El País, Internazionale, L’Espresso e ha all’attivo diverse mostre e pubblicazioni.
Dal 2001 si occupa di America Latina, realizzando reportage in Argentina, Uruguay, Brasile, Cile e Cuba, raccontando molti dei principali eventi e cambiamenti che hanno investito il Sud America.
Il suo ultimo lavoro è “Destino final”, un’inchiesta sulla dittatura argentina nata nel 2007 e in cui, in collaborazione con la giornalista argentina Miriam Lewin e con l’ex pilota e produttore cinematografico Enrique Pineyro, Ceraudo è riuscito a scoprire le rotte e a fotografare gli aerei usati dalla marina militare argentina durante la dittatura per i voli della morte.
Giancarlo vive tra Roma e Buenos Aires.
Sul suo sito potete visionare i suoi lavori: http://www.giancarloceraudo.com

 

“Conversazioni di fotografia” è un’idea dell’Associazione Culturale WSP Photography. Il ciclo di incontri prevede una serie di dibattiti con esponenti del mondo della fotografia, fotografi, docenti, esperti di fotografia ed artisti emergenti per parlare e discutere di fotografia con contributi audio, video e racconti di esperienze professionali e non solo. Scopo degli incontri è creare momenti di condivisione che, attraverso il racconto di esperienze e la visione di progetti, accrescano la cultura fotografica di ogni partecipante, fornendo spunti di riflessione, idee, nonché consigli pratici per tramutare passione in professione.

 

La partecipazione è gratuita e riservata ai soci.
Ricordiamo che WSP Photography è un’associazione culturale affiliata all’ENAL pertanto l’ingresso e tutte le attività, anche quelle gratuite, sono riservate ai soli soci. È possibile associarsi il giorno stesso dell’evento.
Il costo della tessera annuale 2016 è di 3 euro.

 

Annunci

Conversazioni di fotografia: due appuntamenti al WSP

WSP Photography presenta due appuntamenti speciali del ciclo Conversazioni di fotografia:
“Raccontare la realtà attraverso le immagini”
Mercoledì 7 ottobre ore 19:00 con Francesca Mancini – docente del corso di reportage e fotogiornalismo

“Interpretare in camera chiara”
Giovedì 8 ottobre con Daniele Zedda – docente del corso di postproduzione

Entrambi gli incontri sono gratuti e si svolgeranno presso la sede del WSP a partire dalle 19.

E’ consigliabile prenotarsi inviando una mail a: info@collettivowsp.org

DI SEGUITO IL PROGRAMMA DEI DUE EVENTI

MERCOLEDI’ 7 OTTOBRE ORE 19:00
“Raccontare la realtà attraverso le immagini” con Francesca Mancini

© Francesca Mancini

© Francesca Mancini


Spunto di discussione della serata sarà il reportage e i diversi linguaggi che può assumere. Stiamo vivendo un’epoca e un particolare momento storico in cui la continua diffusione massiva, e spesso schizofrenica, di immagini, ci pone continui interrogatori, sia come spettatori che come addetti ai lavori, su quanto e cosa sia lecito o meno raccontare, pubblicare, guardare.
Sul ruolo o meno che la fotografia documentaria può svolgere. Partiremo dal lavoro fotografico di Francesca “Asylum”, progetto nato nel maggio del 2009 in seguito all’accordo tra l’Italia e la Libia per il controllo del flusso migratorio e i conseguenti rimpatri forzati in violazione della Convenzione di Ginevra sullo status dei rifugiati.

Il progetto racconta le condizioni di estrema precarietà e abbandono in cui versano i rifugiati politici riusciti a giungere in Italia, attraverso le immagini scattate nei centri di accoglienza previsti dal governo, nei palazzi ghetto, nelle periferie, sulla strada.

Insieme a Francesca Mancini parleremo della tecnica e de linguaggio fotografico e multimediale utilizzato, volto a proteggere l’identità dei soggetti ritratti ed evocare la loro condizione invisibilità
L’incontro sarà inoltre l’occasione per conoscere gli altri lavori di Francesca Mancini, il suo percorso professionale, dagli anni della guerra in Kosovo ad oggi.

GIOVEDI’ 8 OTTOBRE ORE 19:00
“Interpretare in camera chiara” con Daniele Zedda

© Daniele Zedda - BN nel paesaggio

© Daniele Zedda – BN nel paesaggio


Ansel Adams ha sempre rimarcato nel suo lavoro l’importanza del processo interpretativo. Secondo il celebre paesaggista e maestro della fotografia analogica, una foto non è mai la semplice rappresentazione della realtà ma una sua interpretazione attraverso la visione e le scelte del fotografo. Scelte che comprendono analisi compositiva dell’inquadratura e analisi esposimetrica, con lo scopo di realizzare un negativo, anche digitale, che una volta lavorato possa dare in stampa la miglior resa possibile, secondo ciò che il fotografo vuole comunicare.

Quanto di ciò che Adams teorizzava è oggi applicabile in camera chiara, ossia nel processo di postproduzione digitale? Molto spesso capita, soprattutto nell’ambito di importanti concorsi fotografici, che immagini siano squalificate per “eccesso di postproduzione”. Dove si colloca il sottile confine tra interpretazione e manipolazione nell’era digitale?

Partendo anche da queste considerazioni, la serata affronterà l’argomento dell’interpretazione fotogramma nel flusso di lavoro digitale, illustrando le principali tipologie di lavorazione in bianco e nero attraverso il programma di Photoshop.

WSP Photography è un’associazione culturale. L’ingresso è riservato ai soli soci ENAL 2015. È possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento. Costo Tessera ENAL 2015 3 euro.

Un fotografo sul set – conversazioni di fotografia con Angelo Turetta 13 dicembre

Associazione Culturale WSP Photography
presenta

Un fotografo sul set
Conversazioni di fotografia con Angelo Turetta
Sabato 13 dicembre ore 19:00
WSP Photography – Via Costanzo Cloro 58, Roma

TURETTA
Nuovo appuntamento per Conversazioni di fotografia, il ciclo di incontri organizzato dal Collettivo WSP†per†parlare e discutere di fotografia con contributi audio, video e racconti di esperienze professionali e non solo.
Angelo Raffaele Turetta nasce ad Ancona nel 1955 ed Ë uno dei pi_ apprezzati fotografi di scena del cinema italiano. Diplomato all’Accademia di Belle Arti di Roma, inizia la sua carriera di fotografo ritraendo l’avanguardia teatrale degli anni Settanta e Ottanta. In seguito volge la sua attenzione a specifici temi sociali e di attualit‡ internazionale e nazionale, in particolare alla citt‡ di Roma. L’emigrazione, la prostituzione, le feste dell’alta borghesia, un lavoro seguito con la polizia nelle zone di piu’ alta densit‡ criminale e l’arrivo dell’Islam nella capitale del Cristianesimo lo portano a documentare in modo approfondito i cambiamenti sociali.
Dal 1982 collabora con l’Agenzia Contrasto, per la quale realizza reportage su temi sociali e di attuali e nazionali che internazionali.
Dal 1990 Ë fotografo di scena per il cinema, collaborando con registi quali Emanuele Crialese, Sergio Rubini, Dario Argento, Christian De Sica, Giacomo Battiato e Cristina Comencini. Particolarmente importante Ë il suo rapporto con Marco Tullio Giordana, per il quale i suoi film (I cento passi, Quando sei nato non puoi pi_ nasconderti, La meglio giovent_, Sangue Pazzo).
Ha vinto pi_ volte il Concorso Nazionale per Fotografi di scena del Centro Cinema di Cesena. Nel 2001 ha inoltre vinto il primo premio nella sezione “Arte” del World Press Photo. Parallelamente al suo lavoro di fotografo, insegna fotogiornalismo all’Istituto Europeo di Design e conduce seminari in scuole e festival di fotografia.

Ingresso gratuito riservato ai soli soci ENAL 2014. » possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento.Costo Tessera ENAL 2014 3 euro.

Mi ricordo Mario Giacomelli: Lorenzo Cicconi Massi al WSP ci racconta il grande fotografo

giacomelli

 

Sabato 29 novembre alle ore 19:00 in occasione della proiezione del documentario “Mi ricordo Mario Giacomelli”, l’Associazione culturale WSP Photography incontrerà il regista Lorenzo Cicconi Massi. Un incontro per introdurre l’autore, il film e raccontarne la realizzazione.

 

Mi ricordo Giacomelli” è un film-documentario di Lorenzo Cicconi Massi interamente dedicato al grande maestro della fotografia e realizzato a 10 anni dalla sua scomparsa. Un reportage intimo, un racconto per immagini e parole che si sviluppa attraverso il ricordo degli amici di Giacomelli e di persone che assieme a lui hanno scritto una pagina importante degli ultimi cinquant’anni di storia dell’arte. In una lunga serie di interviste e testimonianze illustri, come quelle di Achille Bonito Oliva, Carlo Arturo Quintavalle, Tullio Pericoli, Gianni Berengo Gardin vengono così proposti ricordi e aneddoti di un’artista che ha legato indelebilmente il suo nome alla grande tradizione dell’arte fotografica. Un documento prezioso e inedito che approfondisce i risvolti artistici e rivela quelli umani di un grande fotografo.

 

Lorenzo Cicconi Massi nasce nel 1966 a Senigallia dove tuttora vive. Nel 1991 discute la tesi di laurea in sociologia “Mario Giacomelli e il gruppo Misa a Senigallia“. Comincia il suo lavoro di ricerca fotografica in bianco e nero. Nel 1999 ottiene il primo premio al concorso Canon. Dal Gennaio del 2000 è uno dei fotografi dell’agenzia Contrasto. La sua ricerca si sviluppa e trae suggestioni per lo più posando lo sguardo sulle realtà umane e paesaggistiche della sua terra.

I suoi lavori vengono premiati in numerosi concorsi, pubblicati dalle maggiori testate italiane ed esposti in due personali alla Treffpunkt Galerie di Stoccarda e allo Stadthaus di Ulm.

Nel 2007 è premiato nella sezione “sports features singles” al World Press Photo, con un lavoro sui giovani calciatori cinesi. Nella primavera del 2007 riceve il premio G.R.I.N.

Espone a palazzo del Duca di Senigallia la mostra “Viaggio intorno a casa”, con catalogo edito da Contrasto. La stessa mostra viene esposta nell’ottobre 2007 al centro Forma di Milano.

E’ fra gli autori di ALTAGAMMA “italian contemporary excellence”. Nel 2014 è scelto da Elisa come suo fotografo per il tour “L’Anima vola”

Come regista esordisce con il lungometraggio “Prova a volare” che ha fra gli interpreti Riccardo Scamarcio, Ennio Fantastichini ed Antonio Catania.

 

Durata del documentario: 42’. Per partecipare è consigliabile la prenotazione scrivendo a: info@collettivowsp.org

 

Ingresso riservato ai soli soci ENAL 2014. È possibile tesserarsi il giorno dell’evento. Costo della Tessera ENAL annuale 2014 3€.

Conversazioni di fotografia con Marco Bulgarelli e Marco Pinna – 25 gennaio @WSP

marco bulgarelli danubiusL’Associazione Culturale WSP Photography presenta conversazioni di fotografia con Marco Bulgarelli.Interviene Marco Pinna. Sabato 25 Gennaio ore 19:00.

DANUBIUS è un viaggio fotografico alla ricerca dell’identità europea dopo l’allargamento verso i paesi dell’Europa Orientale: dalla sorgente del maestoso fiume fino all’immenso delta, lungo i 2778 chilometri del suo corso, passando attraverso grandi città come Ulm, Linz, Vienna, Bratislava, Budapest, Vukovar, Belgrado, Tulcea, piccoli paesi, vaste pianure e paesaggi incontaminati, a contatto con un’enorme varietà di popoli, tradizioni e lingue.

Un viaggio interiore e onirico ma al contempo documentaristico, dove il fiume rappresenta sia il lato mistico-filosofico, sia l’aspetto storico-culturale, simbolo di una frontiera non soltanto nazionale, sociale, politica, ma anche religiosa, culturale e psicologica.

Romano, classe ’73, Marco Bulgarelli si diploma nel 2002 in fotografia documentaria alla scuola romana di fotografia, ed inizia la sua carriera nel 2003. Si interessa alla cultura giovanile e alle trasformazioni urbane e sociali nelle capitali europee, lavorando principalmente per l’Espresso. Il suo interesse per il sud-est asiatico l’ ha portato prima in Birmania e poi, nel 2008, per vari mesi in India dove ha documentato la situazione attuale del paese. Nel 2011 il suo interesse si è focalizzato sul mondo Arabo, Siria – Egitto. Nel 2010 con “Abruzzo earthquake” si è classificato finalista al SONY PHOTOGRAPHY AWARDS e ricevuto la menzione d’onore al PRIX DE LA PHOTOGRAPHIE PARIS.
Ha lavorato e lavora con diverse agenzie, tra cui Corbis, GAMMA, LUZphoto e collabora con le più importanti case editrici italiane e internazionali. Ha esposto in diverse gallerie e musei. http://www.marcobulgarelli.com

Ingresso gratuito riservato ai soci ENAL. È possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento. Costo della tessera annuale 2014 3 euro

Taken: Conversazioni di fotografia con Meeri Koutaniemi – 17 dicembre ore 19.30 @WSP

WSP Photography

Presenta

 

TAKEN
Storie di donne e ragazze mutilate.
Conversazioni di fotografia con Meeri Koutaniemi
17 dicembre ore 19:30 @WSP Photography
Via Costanzo Cloro 58, Roma.

 meeri2

Ci sono oltre 140 milioni di bambine e donne nel mondo ad aver subito mutilazioni degli organi genitali femminili per convinzioni culturali o antiche tradizioni. Nella maggior parte dei casi la mutilazione viene esguita per preservare la verginità delle donne per il matrimonio e per ridurre la loro libido. La mutilazione genitale femminile è stata ampiamente giudicata come un procedimento contro i diritti umani e come una grave violazione contro l’indipendenza sessuale delle donne.
Taken è iniziato l’anno scorso durante il primo viaggio della fotografa in Kenya per raccontare la vita quotidiana di giovani ragazze Masai in fuga dai loro villaggi per salvarsi da tale pratica e dal matrimonio precoce. Il progetto è ancora in corso e verrà portato avanti in Africa, Medio Oriente, Europa e gli Stati Uniti.

Meeri Koutaniemi è una giovane fotografa freelance nata in Lapponia e vive attualmente ad Helsinki. Ha studiato fotogiornalismo presso l’Università di Tampere e la sua fotografia si focalizza su questioni politiche e sociali in materia di diritti umani e delle minoranze. Ha lavorato come fotografa e giornalista in oltre 20 paesi e realizzato film documentari in Bolivia , Messico , Kenya e Palestina. Nel 2012 è stata selezionata in Finlandia come Photographer of the Year, ha ricevuto il Memorial Award di Tim Hetherington negli Stati Uniti e il Memorial Award di Carina Appel in Finlandia nel 2013.
È membro dell’Agenzia italiana Echo e appartiene al finlandese Collettivo 11.

Vi aspettiamo martedì 17 dicembre dalle ore 19:30 per conoscere Meeri e parlare con lei di questo importante lavoro di reportage sociale e dei suoi progetti.
Ingresso gratuito con tessera Enal.
E’ possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento. Costo della tessera 3 euro.

Conversazioni di fotografia con Lorenzo Castore 8 novembre ore 19 @ WSP

Associazione Culturale WSP Photography
presenta

Appunti di un fotografo

Conversazioni di fotografia con Lorenzo Castore

Venerdì 8 novembre ore 19:00 Via Costanzo Cloro 58, Roma

Conversazioni di fotografia con Lorenzo Castore

Conversazioni di fotografia con Lorenzo Castore

Lorenzo Castore è nato a Firenze e si trasferisce da bambino a Roma. Dopo il liceo parte per New York dove matura la sua vocazione di fotografo di strada. Da allora ha continuato a viaggiare e a fotografare in giro per il mondo, presentando il suo lavoro in numerose mostre e su diverse riviste sia in Italia che all’estero.
Ha pubblicato due libri: Nero (ed. Motta, 2004), una ricerca sui minatori del Sulcis e Paradiso (ed. Peliti, 2006), un lavoro a colori nato da un lungo soggiorno a L’Avana, premiato con il Leica European Publishers Award for Photograph. Dal maggio 2003 è rappresentato dall’Agence e Galerie VU di Parigi.

“Credo che tutto sia biografia fotografica, almeno per come io intendo quello che faccio, anche gli assegnati e il cosidetto corporate. Cerco di avere un rapporto personale con tutto quello che faccio. La mia intenzione è di usare la fotografia per dire certe cose invece che esserne usato.”

Partendo da queste parole di Lorenzo, parleremo con lui di fotografia, del mestiere di fotografo e del suo modo di vivere la fotografia attraverso la proiezione di alcuni dei suoi lavori.

Ingresso gratuito riservato ai soli soci ENAL 2013. È possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento. Costo Tessera ENAL 2013 3 euro.

Venerdì 25 ottobre Conversazioni di fotografia con Valerio Bispuri @ WSP

Associazione Culturale WSP Photography
presenta

Costruire un Reportage

Conversazioni di fotografia con Valerio Bispuri

Venerdì 25 ottobre ore 19:00 Via Costanzo Cloro 58, Roma

 

Conversazioni di fotografia con Valerio Bispuri

Conversazioni di fotografia con Valerio Bispuri

Valerio Bispuri è nato a Roma nel 1971 dove vive. Ha una laurea in letteratura ed è stato un giornalista e un professionista fotoreporter dal 2001. Ha lavorato per alcune dei più importanti quotidiani e riviste italiani quali : L’Espresso, Venerdì di Repubblica e Internazionale.
Ha svolto un ampio lavoro in America Latina, in Africa e in Asia e in Medio Oriente. Ha esposto il suo lavoro in Italia, in Spagna e in Argentina. In Italia è stata esposta una mostra sui bassifondi di Ecuador a Lila presso l’Istituto Italiano – Latino-Americano di Roma.

Come fotografo freelance, negli ultimi nove anni, Valerio Bispuri ha documentato la vita in 74 prigioni di tutto il Sud America. Nel 2009 ha esposto le sue opere sulle carceri argentine presso il Centro Cultural Recoleta di Buenos Aires durante il Festival dei Diritti Umani.

Più di recente ha lavorato sugli effetti della droga “Paco” o la pasta di base di cocaina, che è fatta dal residuo di cocaina e mescolata con sostanze chimiche , polveri e o vetro e sta uccidendo molti giovani in Sud America. Il lavoro ha vinto il primo premio al POY Latam 2013. Valerio Bispuri ha inoltre vinto il primo premio nella categoria “Contemporary Issues” al Sony World Photography Awards 2013.

Insieme a Valerio Bispuri e ai suoi lavori parleremo del mestiere del fotoreporter e di come progettare e costruire un reportage valido. Gli argomenti saranno poi approfonditi in un workshop fotografico che Valerio terrà al WSP a gennaio 2014.

 

Ingresso gratuito riservato ai soli soci ENAL 2013. È possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento.Costo Tessera ENAL 2013 3 euro.

Nuovi corsi dal 7 ottobre: ancora valida la promozione iscrizione

Mancano ancora pochi giorni per aderire alla promo iscrizione per i corsi di fotografia del WSP, che partiranno dal prossimo 7 ottobre.

Per aderire basta versare un acconto di 50 euro* per un corso a vostro a scelta e ricevere così in omaggio la tessera speciale socio sostenitore WSP, a scelta una borsa o una maglietta esclusiva “I shoot Rome” e uno sconto di 10 euro sul prezzo finale del corso.

Corso base di fotografia per adulti e per ragazzi, Corso avanzato-pratico, Corso di reportage e fotogiornalismo, Corso di photoshop, Corso di ripresa e videoediting: per i programma completi visitate il sito nella sezione corsi.

La promozione scade il 1 agosto. Assicuratevi il vostro posto: per aderire inviare una mail a info@collettivowsp.org o chiamare il numero 328 1795463.

*L’acconto è restituibile solo in caso che il corso scelto non venga attivato.

Questa sera ore 19:00 Conversazioni di fotografia con Francesca Oggiano

L’Associazione Culturale WSP Photography presenta: “Il fotogiornalismo fra inchiesta e denuncia”. Conversazioni di fotografia con Francesca Oggiano. Venerdì 24 maggio ore 19:00

L’urgenza di informare, comunicare, raccontare storie al di là della cronaca, dell’imminente e imprescindibile copertura del fatto.  La necessità di coprire un vuoto chiamato poi. Quel dopo che inesorabilmente inizia e prosegue una volta spente le luci della ribalta e calato il sipario sul palcoscenico della notizia.  Ogni  progetto di Francesca Oggiano, fotografa freelance, nasce da qui.  Dalla curiosità di sapere cosa è accaduto poi. Dall’esigenza di riempire un blackout che l’informazione ha imposto. Dall’esigenza di approfondire una notizia con un’indagine; dargli corpo, respiro e adattargli il linguaggio più efficace con immagini e video.

Il lungo viaggio nei villaggi olimpici europei. La Tunisia del post rivoluzione, dove attualmente ha scelto di vivere. I diritti umani nelle democrazie occidentali. Essere donna nelle due sponde del Mar Mediterraneo.

“Documentaria è la fotografia della polizia scattata sul posto del delitto. Quello è un documento. Vedi bene che l’arte è senza utilità. Per questo l’arte non è mai un documento, ma può adottarne lo stile. E’ quello che faccio io”. Walker Evans

Francesca Oggiano è una fotografa e giornalista freelance attualmente residente a Tunisi. Laureata in sociologia presso l’Università La Sapienza di Roma nel 2000 ha iniziato a lavorare come giornalista nel 2001. Dopo aver lavorato a tempo pieno per quotidiani e agenzie italiane (Il Tempo, Il Messaggero, Omniroma agenzia di stampa) inizia a dedicarsi a reportage e progetti di documentazione fotografica.

Fra il 2007 e il 2008 segue due workshop a Milano, il primo con Lorenzo Castore e il secondo con Stefano De Luigi. Nel 2009 inizia il suo primo progetto di lungo termine “The true spirit of the olympic Games”. Nel 2010 si trasferisce a Barcellona, Spagna.  Nel 2012 espone nel festival “The influencer” i ritratti della serie“The Stolen Eyes” affissi  nel giardino del Macba Bcn all’interno del progetto di  denuncia collettiva e riappropriazione degli spazi pubblici creato da JR e partecipa al festival Ojo de Pez.

Ingresso gratuito e riservato agli associati con tessera ENAL. È possibile associarsi gratuitamente il giorno dell’evento. Costo della tessera annuale 2013 3 euro.