Inaugurazione One photo for Everyone

Inaugura oggi alle 19:30 la mostra fotografica One photo for Everyone, un evento di beneficenza volto a sostenere, con il ricavato della vendita delle foto, la campagna Everyone di Save the Children, contro la mortalità infantile.

Nel mondo, ogni 5 secondi, muore un bambino per cause facilmente prevedibili e su cui sarebbe possibile intervenire in modo preventivo. Da anni Save the Children è impegnata a promuovere e sostenere campagne volte a sensibilizzare l’opinione pubblica su quanto, a volte, basti poco per fare qualcosa.

“One Photo for Every One” nasce da un’idea dell’Associazione fotografica romana WSP Photography , proprio con l’intento di creare un momento di condivisione e conoscenza ma anche un’occasione per dimostrare quanto la fotografia, con la sua potente forza comunicativa, possa giocare un ruolo importante nell’avvicinare e sensibilizzare le persone a sostegno di una causa per cui tutti possiamo impegnarci, anche con un piccolo gesto.

Fotografia e solidarietà: un binomio vincente.

Tutta l’iniziativa è stata possibile soprattutto grazie alla disponibilità e all’impegno degli oltre 30 fotografi che hanno aderito al progetto donando le loro opere.
Fotografi italiani e non, da sempre impegnati nel raccontare, attraverso la fotografia, diritti umani e tematiche sociali e nel dimostrare il valore che il reportage sociale può avere nel portare alla luce storie dimenticate.
Acquistando una loro foto sarà possibile non solo sostenere Save the Children ma anche avere l’opportunità di regalare e regalarsi una foto d’autore.

I fotografi in mostra.

In mostra e in vendita le fotografie di Valerio Bispuri, Fabio Bucciarelli, Fulvio Bugani, Giancarlo Ceraudo, Simone Cerio, Giovanni Cocco, Dario De Dominicis, Marco Di Lauro, Albertina D’Urso, Antonio Faccilongo, Carlo Gianferro, Riccardo Ghilardi, Alessandro Grassani, Meeri Koutaniemi, Francesca Mancini, Emiliano Mancuso, Paolo Marchetti, Giovanni Marrozzini, Pietro Masturzo, Myriam Meloni, Pierpaolo Mittica, Antonella Monzoni, Annalisa Natali Murri, Giorgio Palmera, Alessandro Penso, Lucia Perrotta, Fausto Podavini, Stefano Schirato, Daniela Silvestri, Angelo Turetta, Paolo Verzone.

Durata della mostra.

One photo for Everyone inaugurerà venerdì 11 dicembre alle 19:30 presso la sede del WSP di Roma in Via Costanzo Cloro 58. Saranno presenti gli organizzatori, una delegazione di Save the Children e alcuni dei fotografi.
La mostra e la vendita di beneficenza durerà fino al 19 dicembre.

Per maggiori informazioni: info@collettivowsp.org o 328 1795463

Annunci

Cortona on the move: fotografia in viaggio. Dal 18 luglio al 30 settembre

Dopo il successo dell’edizione 2011, con i suoi 15000 visitatori, ecco la seconda edizione del Festival Internazionale Cortona On The Move – fotografia in viaggio. Dal 18 luglio al 30 settembre 2012 la città toscana sarà ancora una volta una delle capitali mondiali della fotografia, grazie ad un festival di assoluto valore e ad un programma di eventi di straordinario livello. Per l’edizione 2012 il direttore artistico Arianna Rinaldo ha saputo coniugare arte, talento, ed innovazione ai nuovi media. A fare da sfondo la bellezza mozzafiato di Cortona, protagonista e al tempo stesso palcoscenico di mostre, proiezioni, tavole rotonde, workshop e letture portfolio. Anche quest’anno il Viaggio, inteso in tutte le sue accezioni, sarà il tema e il filo conduttore del Festival.

Il Viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma avere nuovi occhi’. (Voltaire)

Dal 18 di luglio al 30 di settembre si svolge dunque in Toscana un evento imperdibile per professionisti, appassionati e operatori del settore. Un Festival che ha ricevuto quest’anno l’Alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica, quello del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, della Regione Toscana, della Provincia di Arezzo e del Comune di Cortona.

Le mostre: alcuni tra i più interessanti fotografi della scena internazionale espongono nei luoghi più belli e suggestivi della città: Vincent Fournier, Massimo Siragusa, Brian Finke, Giulio Di Sturco, Anoek Steketee, Nicolas Mingasson, Carlo Bevilacqua, Jon Lowenstein, Monika Bulaj, Alessandro Grassani, Chris Churchill, Kitra Cahana, il collettivo Riverboom.

Letture portfolio: Photo editor delle più importanti testate italiane ed internazionali tra cui Jamie Wellford di Newsweek e Jamas Estrin di Lens Blog del New York Times sono disponibili per incontrare individualmente i giovani fotografi per una durata di 20 minuti dal 18 al 22 luglio.

Workshop: Vincent Fournier , Massimo Siragusa , Antonio Manta e David Graham. Concepiti non solo come attività di formazione ma come percorsi in divenire, questi incontri assumono i toni di un dialogo volto ad arricchire i partecipanti che avranno l’occasione di lavorare a stretto contatto e confrontarsi con chi, nel corso degli anni, ha fatto di questa forma d’arte una professione apprezzata e riconosciuta a livello mondiale.

Il Circuito OFF: Mette a disposizione dei giovani fotografi spazi espositivi per mostrare il proprio talento ottenendo prestigio e visibilità oltre all’opportunità di vedere i propri lavori esposti accanto a quelli di nomi illustri.

E-magazione: lL’editoria on line è al centro dell’attenzione del festival. Convegni, incontri, workshop con le migliori professionalità del settore per analizzare e capire il panorama italiano ed internazionale. Un’occasione unica in Italia per conoscersi, creare sinergie e crescere insieme. Lo slogan scelto per questa sezione “Soluzioni, non problemi”, è la migliore sintesi dello spirito con cui ci si avvicina al tema del rapporto tra fotografia ed editoria on line.

Cortona On The Move conferma la sua attenzione ai temi ecologici e sociali, proponendo un festival eco sostenibile e a basso impatto energetico. L’edizione 2012 vede anche l’attivazione di una stretta collaborazione con Action Aid che aiuterà il festival a mettere a fuoco le problematiche dei paesi del sud del mondo.

L’associazione Culturale ONTHEMOVE, ideatrice ed organizzatrice del festival, ringrazia tutti gli sponsor istituzionali e privati che hanno reso possibile questo evento.

(c) AlessandroGrassani. Environmental Migrants (MONGOLIA 2011)