Ernesto Bazan e la campagna cubana @ Officine Fotografiche

Al Campo Ernesto Bazan

Al Campo Ernesto Bazan

Ottantotto fotografie in duecento pagine a colori. È il nuovo libro sulla campagna cubana, Al Campo, del fotografo Ernesto Bazan. La presentazione, in programma per il 13 aprile a Officine Fotografiche, sarà accompagnata da una proiezione che, attraverso video, musica, voci fuori campo e fotografie, ci regala un’interpretazione unica di questo volume fatto con molto amore e tanta anima.

Realizzato grazie al prezioso aiuto di oltre 60 suoi studenti che, ancora una volta dopo Bazan Cuba, l’hanno sostenuto sia nella parte creativa che in quella economica, Ernesto Bazan è riuscito a portare alla luce questa nuova pubblicazione su Cuba. Cinque anni di lavoro ritraendo in maniera intima, poetica e personale la vita quotidiana dei suoi amici contadini. L’incontro con questa gente semplice, onesta e sensibile è stato un momento importante nella vita del fotografo sull’isola. La campagna cubana gli aprì inoltre nuove opportunità fotografiche. Dal 2001 al 2005 trascorse lunghi periodi fra queste terre, facendo nuove amicizie mentre si perdeva fra paesaggi e ambienti fortemente reminiscenti della Sicilia rurale della sua infanzia. Ritornando regolarmente a visitare i suoi amici Fidel, Miguel, Josè, Inesita e le loro famiglie, Bazan è riuscito a raggiungere, con i suoi soggetti, un livello di intimità profonda riuscendo a cogliere vari rituali: dal duro lavoro dei campi alla condivisione di un pasto, fino al sorseggiare bicchierini di rum parlando dell’esistenza, di semine e raccolti. Il suo modo di fotografare cambia radicalmente grazie a questi incontri: fare foto non è più la priorità assoluta ma diventa soltanto una delle componenti di questo ricco scambio tra esseri umani. Il libro, composto da 88 fotografie a colori, è stato stampato su carta tedesca utilizzando l’ultima generazione di pantoni dinamici, regalando così ad ogni foto una resa cromatica quasi tridimensionale. Citazioni di vari scrittori fra cui Octavio Paz, Mario Vargas Llosa e Jose Saramago accompagnano la visione delle singole immagini, assieme ad una postfazione del curatore americano Colin Westerbeck che mette in evidenza le somiglianze e le diversità fra la maniera di fotografare di Bazan a colori e in bianco e nero. Letizia Russo Bazan, madre del fotografo, ha contribuito poi con un testo molto personale, di cui riportiamo un estratto.

“Ogni fotografia di Ernesto è il momento in cui il passato e il presente che appartengono a un medesimo spazio temporale prendono forma. Ogni sua fotografia, mi si permetta l’ossimoro, è sempre una novità antica. Per restare nel quotidiano è un ex-voto per grazia ricevuta. Serve a Ernesto a contemplare il suo universo come se lo vedesse per la prima volta e a chi guarda le sue foto rivela spesso cose che nemmeno lui sapeva di portarsi dentro.”

Durante la presentazione di Al Campo verrà proiettato l’audio visuale realizzato da Juan de la Cruz che,* attraverso video, musica, voci fuori campo e fotografie, ci regala un’interpretazione unica di questo libro fatto con molto entusiasmo e passione.

Il libro è stato pubblicato dalla BazanPhotos Publishing.
Al Campo di Ernesto Bazan
Officine Fotografiche
venerdì 13 aprile, ore 19.00
http://www.officinefotografiche.org

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...