Fukushima, il lato umano dello tsunami in mostra a Milano

(c) Giulio Di Sturco

Lo tsunami dell’11 marzo da un punto di vista umano, senza retorica o estetismi gratuiti. Si potrebbe riassumere così il lavoro realizzato dal fotografo Giulio di Sturco nella prefettura di Fukushima nei mesi successivi allo tsunami che ha letteralmente stravolto la topografia paesaggistica e umana della regione.

Di Sturco, 32enne attualmente di base a Bangkok, in Thailandia, ha cominciato a scattare foto in Giappone già subito dopo la tragedia di marzo accompagnando una squadra di piscologi di Medici Senza Frontiere che assisteva la popolazione .

In seguito, nonostante molti glielo avessero sconsigliato, il fotografo ha deciso di spingersi sempre più vicino alla “zona rossa” contaminata dalle radiazioni della centrale nucleare danneggiata per capire in che condizioni vivevano i sopravvissuti.

Lì, tra le macerie delle città devastate dallo tsunami e dal sisma, il fotografo ha trovato un’umanità abbandonata, perduta, che cercava di proseguire la propria vita nonostante le condizioni avverse. Piuttosto che fotografare le macerie e la devastazione, Di Sturco ha scelto di concentrarsi sulle persone.

E grazie anche all’esperienza maturata sul campo con gli psicologi di MSF, è riuscito a realizzare un reportage unico, un documento al contempo importante e toccante che racconta un popolo attaccato alla propria terra, in lotta per la sopravvivenza.

La mostra, a cura di Chiara Oggioni Tiepolo, è alla OpenMind Gallery di via Dante 12 a Milano dal 25 novembre al 20 gennaio.

fonte: national geographic

One thought on “Fukushima, il lato umano dello tsunami in mostra a Milano

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...